Torta cavo: cause, sintomi e trattamento

Sul lato opposto di quello che viene chiamato piede piatto, troviamo il piede del cavus, un'anomalia del piede in cui l'arco plantare è presentato molto in alto, essendo molto più superiore a quello che si può osservare nei piedi normali. Questa deformità può svilupparsi a qualsiasi età e poiché il punto d'appoggio del piede è ridotto considerevolmente, può causare dolore nell'area anteriore e posteriore del piede e aumentare il rischio di subire altre lesioni come talalgia, speroni calcaneali, distorsioni, lombalgie, tra gli altri. Ecco perché è così importante andare dal podologo il prima possibile e iniziare il trattamento appropriato, poiché nella maggior parte dei casi sarà necessario utilizzare solette o dispositivi ortopedici, eseguire esercizi terapeutici e indossare altri tipi di calzature per evitare che la condizione aggrava. In ONsalus spieghiamo in dettaglio quali sono le cause, i sintomi e il trattamento del piede del cavus, presta attenzione!

Cause del cavo

Il piede del cavus è un'anomalia del piede molto meno frequente rispetto al piede piatto ed è una condizione che può essere causata da diversi fattori, come spiegato di seguito.

Da un lato, in molti casi l'elevazione anormale ed eccessiva della volta plantare appare in conseguenza di un qualche tipo di malattia o disturbo neurologico, come il caso di paralisi cerebrale, distrofia muscolare, aplopegia, malattia di Charcot-Marie-Tooth Spina bifida, tra gli altri.

In altri casi, le sue condizioni sono dovute a un'anomalia strutturale ereditaria . Inoltre, sebbene non sia stato possibile dimostrare scientificamente, gli specialisti hanno indicato che si tratta di una condizione che ha un'alta frequenza familiare, essendo più probabile che soffrano di quelle persone che hanno parenti diretti con cavus.

È anche conveniente notare che ci sono casi in cui la causa è idiopatica, questo significa che il fattore esatto che ha causato l'elevazione dell'arco plantare è sconosciuto. Ad ogni modo, qualunque sia la sua origine, è essenziale un'accurata diagnosi medica, poiché il trattamento dipenderà dalla causa sottostante e dovrebbe essere iniziato il più rapidamente possibile per evitare che il piede del cavus peggiori.

Sintomi del piede cavo

Quando hai un piede cavus, soffri di una disfunzione della muscolatura del piede, che è specificamente caratterizzata da una volta plantare eccessivamente sollevata e da una convessità esagerata, che fa ridurre il supporto del piede a soli due punti, l'area del metatarso, cioè la parte sotto le dita dei piedi, e l'area del tallone.

Questa mancanza di supporto rende le persone con i piedi del cavus molto più instabili quando si cammina e, a lungo termine, si manifestano sintomi come quelli descritti di seguito:

  • Accorciamento della lunghezza del piede, che finisce per causare quelle che vengono chiamate dita a martello o artigli (flesse verso l'interno o come un pugno).
  • Dolore alle pastiglie della pianta del piede, perché l'area del metatarso è uno dei pochi punti di appoggio del piede.
  • Dolore nella zona del tallone, che è ciò che egli chiama medico talalgia e / o la comparsa di speroni calcaneali.
  • Aspetto di calli nelle aree di supporto, a causa del carico eccessivo a cui sono sottoposti.
  • Stanchezza e difficoltà a stare in piedi senza muoversi.
  • Difficoltà ad adattarsi correttamente alle scarpe.
  • Soffrendo di lombalgia costante. Ciò si verifica perché la tensione subita dalla pianta in un piede caviale finisce per essere trasferita al tendine di Achille e al resto dei muscoli delle gambe posteriori.
  • La mancanza di supporto che esiste rende anche la persona interessata ha maggiori probabilità di avere distorsioni e altre lesioni al ginocchio.
  • Nei casi più pronunciati, è possibile che si sviluppi l'artrosi nelle articolazioni del piede.

Oltre a questi sintomi del piede del cavus, alcuni pazienti possono soffrire di una caduta del piede e i muscoli del piede e della caviglia si indeboliscono eccessivamente, facendo così trascinare il piede per camminare per fare un passo. Generalmente, questo è un segno associato all'esistenza di un disturbo neurologico sottostante.

Test per diagnosticare il piede del cavus

È importante dire che si osservano due diversi tipi di piedi del cavus: il piede del cavus posteriore, in cui vi è una maggiore caduta nella zona del tallone; e il piede cavus anteriore che, al contrario, contempla una maggiore caduta nell'area metatarsale e che generalmente si verificano le dita degli artigli. Quest'ultima è la forma che si presenta più frequentemente, sebbene sia anche possibile che ci siano casi in cui entrambi i tipi si verificano contemporaneamente.

Per eseguire la diagnosi medica, lo specialista esamina in dettaglio la storia medica del paziente, esamina il piede per vedere se c'è un arco plantare troppo alto, così come se ci sono calli o le dita sono eccessivamente flesse. Inoltre, devono essere considerati il ​​modo di camminare, il coordinamento della persona e la resistenza muscolare del piede. È molto probabile che i raggi X siano raccomandati in modo che la diagnosi sia accurata e sicura, questi possono essere esclusivamente del piede, dell'intero arto inferiore o anche di altre parti come la colonna vertebrale.

Trattamento piedi cavus

In generale, i piedi cavificati di solito non causano troppo disagio, a meno che non siano causati da una malattia neurologica. In ogni caso, il trattamento dipenderà in larga misura dal tipo di piede cavus presente, nonché dalla gravità dei sintomi e dallo stato del piede.

Esistono diversi trattamenti raccomandati per alleviare il dolore e i sintomi causati da questa anomalia del piede, nonché per prevenire il peggioramento della condizione. È importante seguire le istruzioni del medico o del podologo in tutti i casi ed eseguire i trattamenti da esso prescritti.

  • Utilizzo di solette ortopediche personalizzate: le solette su misura sono posizionate all'interno delle calzature in modo che il carico che il piede riceve sia distribuito in modo omogeneo e abbia maggiore stabilità e ammortizzazione durante la deambulazione.
  • Cambia calzature: è essenziale apportare modifiche alle solite calzature e, invece, optare per scarpe comode, flessibili e che consentano la mobilità totale del piede, soprattutto nella parte anteriore. Puoi anche consigliare di indossare scarpe ortopediche che hanno un ultimo alto o suole più spesse e più larghe.
  • Ortesi: lo specialista può consigliare l'uso di un dispositivo ortopedico per dare maggiore stabilità al piede e alla caviglia e provare a correggere, per quanto possibile, la caduta del piede.
  • Esercizi terapeutici: ci sono alcuni esercizi di stretching, equilibrio di mobilità che possono essere favorevoli per il piede del cavus, nonché per rieducare i muscoli delle gambe.
  • Masoterapia: è il raggruppamento di diverse tecniche di massaggio a fini terapeutici, molto utile per promuovere la guarigione e la riabilitazione di alcune lesioni corporee.
  • Quando il piede del cavus provoca grave disagio o dolore, può essere alleviare camminare a piedi nudi su alcune superfici come sabbia, erba o tappetini domestici.

In quali casi è necessario un intervento chirurgico?

Un intervento chirurgico può essere necessario in quei casi gravi di cavus foot, in cui il dolore diventa cronico, non si riduce e la stabilità non può essere migliorata eseguendo i trattamenti sopra menzionati.

Lo specialista deciderà quale tecnica chirurgica dovrebbe essere utilizzata in base alle particolarità di ciascun caso e procederà a correggere tutte le cause di questa deformità nel piede.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Pie cavo: cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ossa, articolazioni e muscoli.

Raccomandato

Psicologi della depressione Málaga
2019
Perché sogniamo quando dormiamo
2019
Come parlare dei tuoi difetti in un colloquio di lavoro
2019