Tipi di disturbi alimentari e loro caratteristiche

I disturbi alimentari comprendono numerosi disturbi che si manifestano attraverso alterazioni del comportamento alimentare con conseguenze negative per la salute e per il funzionamento della persona in diverse aree della sua vita (famiglia, lavoro ...). La nostra società insieme a fattori psicologici e genetici influenzano il suo aspetto a qualsiasi età, sebbene l'adolescenza sia una fase di rischio. In questo articolo spiegheremo i tipi di disturbi alimentari e le loro caratteristiche.

Quali sono i disturbi alimentari?

Sono una serie di disturbi mentali correlati ad un'alterazione del comportamento alimentare e sono associati a complicanze fisiche e mortalità. Il tasso di mortalità dei disturbi alimentari è uno dei più alti tra i disturbi psichiatrici. Questa alterazione può verificarsi in diversi modi: limitare la quantità di cibo consumato, mangiare grandi quantità di cibo in una volta, eliminare il cibo mangiato con mezzi malsani (ad esempio purghe, lassativi, digiuno, esercizio fisico eccessivo ...) o una combinazione di questi comportamenti.

Disturbi alimentari possono verificarsi sia negli uomini che nelle donne. Attualmente, ci sono 4 tipi di disturbi alimentari riconosciuti dal Manuale diagnostico DSM: anoressia, bulimia, disturbo da alimentazione incontrollata e disturbi del comportamento alimentare non specificati.

È possibile che ci siano persone che si spostano tra una diagnosi e l'altra se i loro sintomi cambiano, poiché c'è qualche sovrapposizione tra alcuni disturbi. Lo scopo della diagnosi è che la persona segua il trattamento più appropriato per il proprio caso.

In molti casi il disturbo del comportamento alimentare è accompagnato da depressione, ansia, disturbi della personalità o abuso di sostanze.

Inizio e durata dei disturbi alimentari

L'adolescenza è una fase di rischio per i disturbi alimentari, ma possono apparire a qualsiasi età. In molti casi, dal momento in cui il disturbo inizia fino all'inizio del trattamento, esiste un periodo di tempo che influisce negativamente sulla durata del disturbo alimentare e sui risultati del trattamento.

Gli studi dimostrano che la diagnosi precoce e l'intervento possono ridurre notevolmente la durata e la gravità del disturbo alimentare. Ecco perché è molto importante cercare un aiuto professionale il più presto possibile, poiché con un trattamento adeguato è possibile il pieno recupero. La ricerca indica che prima viene avviato un trattamento, più breve sarà il periodo di recupero.

Cercare aiuto al primo segnale di allarme è molto più efficace che aspettare che il disturbo si manifesti completamente.

4 tipi di disturbi alimentari

Anoressia nervosa

È caratterizzato da:

  • Limitazione persistente dell'assunzione di cibo: una persona con anoressia non è in grado di mantenere un peso sano e può perdere molto peso in un breve periodo di tempo.
  • Intensa paura di ingrassare : anche se sei sottopeso, in buona salute, malnutrito o affamato, la persona continua ad avere un'intensa paura di ingrassare o di essere in sovrappeso.
  • Distorsione dell'immagine corporea: una persona con anoressia nervosa dirige gran parte della propria attenzione verso il proprio corpo e l'immagine corporea. L'autostima della persona può essere completamente definita dal loro aspetto fisico o da come pensano che gli altri la vedano. Inoltre, puoi sviluppare una visione distorta del tuo corpo, sembrando sovrappeso quando sei effettivamente sottopeso.

Per alcune persone, limitare il cibo e il peso può essere un modo per controllare le aree della propria vita che si sentono al di fuori del loro controllo e la loro immagine corporea può definire la loro autostima. Può anche essere un modo per esprimere emozioni che possono sembrare troppo complesse o spaventose, come dolore, stress o ansia.

Le ragioni per cui l'anoressia si manifesta variano in ogni persona. Ma tra le cause riconosciute ci sono: predisposizione genetica e una combinazione di fattori ambientali, sociali e culturali. Le diete restrittive e l'esercizio fisico in eccesso possono anche essere fattori di rischio per l'insorgenza dell'anoressia.

Bulimia nervosa

La bulimia è caratterizzata da episodi di abbuffata seguiti da comportamenti compensativi. Inoltre, pongono un'enfasi eccessiva sull'immagine corporea e sul peso, il che significa che la loro autostima può essere completamente definita da questi aspetti. Alcune delle cause note includono la predisposizione genetica e una combinazione di fattori ambientali, sociali e culturali.

Gli episodi di abbuffata hanno queste caratteristiche essenziali :

  • Grande quantità di cibo assunto in un periodo di tempo relativamente breve (ad esempio, 2 ore).
  • Sensazione di perdita del controllo dell'assunzione (ad esempio, non si sentono in grado di smettere di mangiare).
  • I comportamenti compensativi sono usati come un modo per cercare di controllare il peso dopo l'abbuffata. Questi comportamenti includono:
  • vomitare
  • Uso di lassativi o diuretici
  • Esegui l'esercizio fisico in modo eccessivo
  • L'uso improprio di qualsiasi farmaco per controllare il peso, cioè l'uso non è indicato o prescritto.
  • veloce

Una persona con bulimia può perdersi in quel ciclo di abbuffate e compensi sentirsi vergogna, senso di colpa ... Inoltre, questi comportamenti possono diventare più compulsivi e incontrollabili nel tempo e portare a un'ossessione per il cibo, i pensieri sul cibo, perdita di peso, diete ...

Le persone con bulimia tendono a sperimentare fluttuazioni di peso e non a perderle, possono rimanere nella gamma di peso normale (salutare).

Disturbo da alimentazione incontrollata

È caratterizzato da frequenti episodi di abbuffata in cui la persona ha una perdita di controllo sull'assunzione di cibo e non può smettere di mangiare nonostante voglia farlo . Inoltre, di solito presentano una serie di abitudini alimentari identificabili come mangiare molto velocemente, mangiare quando non hanno fame e continuare a farlo anche quando sono pieni al punto di sentirsi male.

Questo fa sì che provino sentimenti di colpa e vergogna. Questi episodi di solito si verificano in periodi di stress, quando la persona è arrabbiata, annoiata ... A volte viene utilizzata come modo per affrontare determinate situazioni o emozioni.

A differenza di una persona con bulimia nervosa, una persona con disturbo da alimentazione incontrollata non usa comportamenti compensativi. Molte persone con disturbo da alimentazione incontrollata sono sovrappeso o obese. Le cause note includono fattori genetici, una combinazione di fattori ambientali, sociali e culturali.

Disturbi alimentari non specificati

Sono quelli in cui possono verificarsi alcuni dei sintomi descritti di anoressia, bulimia o disturbo da alimentazione incontrollata, ma non soddisfano i criteri per la diagnosi di tali disturbi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili ai tipi di disturbi alimentari e alle loro caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Pleurite: che cos'è, sintomi e cause
2019
Peritonite: tipi, cause e sintomi
2019
Leadership prosociale
2019