Terrori notturni: sintomi, cause e trattamento

Il terrore notturno è un'alterazione che si verifica principalmente nelle prime ore di sonno, che genera un terrore eccessivo e crea uno stato in cui è molto difficile recuperare conoscenza. In generale, le persone che ne soffrono si svegliano urlando, con tachicardia, sudorazione eccessiva e totalmente confuso. È probabile che al risveglio, la persona che ha sofferto di questo disturbo, colpisca violentemente gli oggetti circostanti, questi eventi di solito durano diversi minuti e possono essere ripetuti per settimane, mesi o addirittura anni.

A differenza degli incubi che sono abbastanza frequenti, specialmente durante l'infanzia, i terrori notturni o le paure non sono così comuni, ma sono anche più normali nei bambini che negli adulti. Inoltre, gli incubi si verificano pochi minuti prima di svegliarsi, mentre i terrori notturni si verificano non appena ti addormenti. In questa occasione in ONsalus vogliamo spiegare tutto ciò che devi sapere sui terrori notturni: sintomi, cause e trattamento .

Sintomi di terrori notturni

Le paure notturne sono presenti durante le prime ore di sonno, si stima che insorgano principalmente tra le 12 di notte e le 2 di mattina. Alcuni dei sintomi dei terrori notturni che di solito si verificano sono:

  • Negli episodi di terrori notturni, le persone, la maggior parte delle volte, non sono in grado di rispondere quando viene loro detto qualcosa o hanno cercato di calmarsi.
  • Al risveglio in modo così sorpreso, coloro che soffrono di questo disturbo del sonno non sono generalmente pienamente consapevoli dell'ambiente e sono spesso confusi e spaventati.
  • Le persone con terrori notturni possono anche svegliarsi con tachicardia, respiro rapido, pupille dilatate e sudorazione eccessiva.
  • Gli eventi di solito durano da 10 a 20 minuti e la persona torna a dormire. Di solito, il giorno successivo non ricordano gli eventi che sono passati.
  • È più probabile che coloro che soffrono di terrori notturni siano sonnambuli.

Cause dei terrori notturni

Tra alcune delle cause dei terrori notturni ci sono:

  • Può essere ereditario : la maggior parte delle persone che soffrono di questo disturbo del sonno, è perché hanno un membro della famiglia che una volta lo ha sofferto.
  • Avere la febbre o assumere determinati farmaci : sia la febbre che il consumo di alcuni farmaci possono generare un sonno molto profondo che finisce per provocare paure notturne.
  • Mancanza di sviluppo del sistema nervoso centrale : i terrori notturni sono dovuti all'iperattività del cervello, in particolare del sistema nervoso centrale, e possono verificarsi quando non sono completamente sviluppati nei bambini.
  • Mancanza di sonno : alcune persone che hanno difficoltà a dormire o hanno programmi incostanti per farlo, spesso dormono molto più in profondità e, in questo modo, aiutano ad apparire questo disturbo del sonno.
  • Squilibrio emotivo : stress, conflitti e tensioni non solo soffrono per gli adulti, ma anche i bambini possono averli e possono essere una delle cause del terrore notturno.

Trattamento dei terrori notturni

Nei bambini è spesso che questo disturbo del sonno scompare da solo durante l'infanzia o all'inizio dell'adolescenza. Tuttavia, che si tratti di un bambino o di un adulto, si consiglia di consultare uno psicologo per valutare la propria condizione e fornire indicazioni sul trattamento più adatto al caso.

Alcuni consigli per ridurre gli episodi di terrore notturno possono essere:

  • Ridurre lo stress
  • Stabilire routine di andare a dormire.
  • Prova a dormire 8 ore.
  • Evita di stare alzato fino a tardi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Terrori notturni: sintomi, cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di disturbi mentali.

Raccomandato

Definizione di centro vasomotorio
2019
Autoregolazione emotiva e intelligenza emotiva
2019
Revisione dei trattamenti attuali per il disturbo ossessivo compulsivo (DOC)
2019