Sintomi di terrori notturni in bambini e neonati

Un bambino o un bambino può dormire profondamente e improvvisamente può iniziare a mostrare comportamenti che esprimono paura come se avessero allucinazioni. I terrori notturni sono ricorrenti e possono durare da pochi minuti a mezz'ora, possono verificarsi ogni notte o meno frequentemente, in alcuni casi diventando una condizione cronica nel corso degli anni.

Normalmente, si verificano di solito nelle prime 2-3 ore dopo che il bambino ha iniziato a dormire mentre gli incubi (meglio conosciuti) si verificano durante la notte. In questo articolo spieghiamo i sintomi del terrore notturno nei bambini e nei neonati .

Quali sono i terrori notturni secondo la psicologia

I terrori notturni di solito si verificano in bambini di età compresa tra 3 e 12 anni con maggiore intensità per 3 anni e mezzo. Il sonno è diviso in 2 categorie: fase REM (movimenti oculari rapidi) e non-REM (movimenti oculari non rapidi). Inoltre, questa fase non REM è divisa in 4 fasi progressive. I terrori notturni si verificano nella transizione dallo stadio 3 non-REM a 4, che di solito inizia circa 90 minuti dopo che il bambino inizia a dormire.

I terrori notturni sono diversi dagli incubi che di solito si verificano nella fase REM. I terrori notturni sono caratterizzati da episodi ricorrenti e frequenti di intenso pianto e paura durante il sonno. Questi episodi, oltre a interferire con la vita del bambino, alterano la vita familiare.

Una piccola percentuale di bambini sperimenta terrori notturni. Sia i ragazzi che le ragazze possono presentarli indifferentemente. Normalmente di solito rimettono nell'adolescenza, tuttavia, i casi di terrori notturni negli adulti sono ancora registrati.

Nel tipico terrore notturno il bambino si siede sul letto e inizia a urlare, sembra sveglio ma confuso e disorientato e non risponde agli stimoli. Anche se sembra sveglio, non è consapevole della presenza dei suoi genitori e non parla e non risponde al conforto dei suoi genitori.

Molti episodi durano da 1 a 2 minuti, ma possono raggiungere i 30 minuti prima che il bambino si rilassi e ritorni a un normale stato di sonno.

Sintomi di terrori notturni in bambini o neonati

Alcuni comportamenti caratteristici di un bambino o di un bambino che soffre di terrori notturni sono:

  • Inizia a urlare o piangere dopo esserti addormentato
  • Muoviti lungo il letto, di solito incontrollabilmente o violentemente, come se avessi una crisi
  • Sembra agitato con un'alta frequenza cardiaca
  • Difficoltà a svegliarsi
  • Incapacità di essere calmo o confortato durante il terrore notturno
  • Confusione se risvegliato
  • Sudorazione durante gli episodi
  • Tachicardia (aumento della frequenza cardiaca)
  • Aumento della frequenza respiratoria
  • Puoi alzarti dal letto come sonnambulismo e farti del male
  • Normalmente i bambini non riescono a ricordare i terrori notturni la mattina successiva

Night Terror: effetti o conseguenze sui genitori

I sintomi del terrore notturno nei bambini e nei neonati più importanti possono essere sonnolenza, irritabilità, ecc. Ma mentre i bambini non ricordano i terrori notturni la mattina successiva e, quindi, si comportano come se nulla, i genitori ricordano e continuano a preoccuparsi per il loro bambino.

Inoltre, i genitori accumulano affaticamento dopo diversi episodi di terrore notturno perché non sono in grado di dormire in modo rilassato o soddisfacente perché sono consapevoli del proprio figlio. Questo è qualcosa di completamente normale come padre. I terrori notturni possono essere eventi molto drammatici che possono causare grande stress e paura, ed è normale preoccuparsene. Pertanto, non ha solo effetti sulla vita del bambino, ma anche su quella dei suoi genitori.

Incubi o terrori notturni?

Questa è una domanda molto comune che alcuni genitori si pongono, in che modo un episodio di terrore notturno è diverso da un incubo?

  • I bambini che hanno incubi possono essere facilmente risvegliati, mentre nel caso dei terrori notturni non è così.
  • I bambini che hanno incubi possono ricordare i sogni e spesso raccontano ai loro genitori alcuni dettagli. Non sognano i terrori notturni e raramente ricordano tutto ciò che è accaduto durante l'episodio.
  • I bambini che hanno il terrore notturno hanno maggiori probabilità di dormire e di bagnare l'infanzia. Se tuo figlio ha qualcosa che assomiglia a convulsioni o attacchi di panico durante il sonno, può essere terrori notturni.

Quando dovrei vedere uno specialista?

I problemi del sonno sono una delle principali preoccupazioni dei genitori durante i primi anni di vita del bambino. Solo alcuni bambini sviluppano gravi problemi di schemi del sonno che richiedono un intervento. Dovresti consultare uno specialista se:

  • Il bambino ha meno di 3 anni e mezzo e la frequenza dei terrori notturni è di almeno 1 episodio alla settimana e può anche sperimentare terrori notturni giornalieri .
  • Nei bambini più grandi, la frequenza sarebbe di 1-2 episodi al mese.
  • Se tuo figlio sperimenta terrori notturni, una valutazione da parte di specialisti può aiutare a escludere altri disturbi che causano terrori notturni.

Come evitare i terrori notturni nei bambini

Se tuo figlio ha molti terrori notturni, puoi provare a interrompere il sonno per prevenire il terrore notturno.

  • Annota quanti minuti dopo andare a letto appare il terrore notturno
  • Quindi, sveglia il tuo bambino 15 minuti prima dell'atteso terrore notturno e tienilo sveglio e fuori dal letto per 5 minuti.
  • Continua questa routine per una settimana

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Sintomi del terrore notturno in bambini e neonati, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Conseguenze del bere bevande analcoliche
2019
Orientamenti familiari e passi terapeutici per aiutare l'alcolista
2019
Proprietà al curry
2019