Sindrome dell'elevatore dell'ano: cause e trattamento

La sindrome dell'elevatore dell'ano è un tipo di disfunzione del pavimento pelvico che non si rilassa, mantenendo uno stato di contrazione relativo permanente.

Il pavimento pelvico sostiene il retto, la vescica e l'uretra e nelle donne l'utero e la vagina. Fa parte, insieme alla coccidinia e alla proctalgia fugax, del cosiddetto "dolore anale funzionale". È caratterizzato da un dolore vago, che può essere ricorrente o costante, che viene descritto come una sensazione di aumento della pressione o del peso nel retto. Peggiora quando è seduto e può migliorare stando in piedi o sdraiato, alcuni pazienti lo descrivono come "seduto su una palla" o "avendo una palla nel retto". All'esame obiettivo del paziente, si evidenzia ipersensibilità o dolore alla trazione del muscolo puborettale.

In questo articolo di ONsalus, spiegheremo in dettaglio quali sono le cause e il trattamento della sindrome dell'elevatore dell'ano.

Cause della sindrome dell'elevatore dell'ano

La realtà è che le cause precise che causano la sindrome dell'elevatore dell'ano sono sconosciute, come nel resto dei disturbi anorettali funzionali. Le ipotesi più accettate da alcuni ricercatori sono spasmi transitori (occasionali contrazioni spontanee irregolari) della muscolatura del pavimento pelvico, un aumento della pressione a riposo del canale anale e disinergia defecatoria (o disturbi nell'abitudine di evacuazione).

Gli scienziati hanno stabilito che il 6, 6% della popolazione generale soffre di questo disturbo, più della metà ha più di 30 anni ed è più comune nelle donne. Le sue condizioni sono state correlate a:

  • Non urinare o evacuare quando necessario e rimandare questi atti.
  • Contrazione o atrofia vaginale e vulvodinia (dolore nella vulva).
  • Continua i rapporti, anche quando è doloroso.
  • Lesioni al pavimento pelvico a causa di un intervento chirurgico o di un trauma, compreso l'abuso sessuale.
  • Avere un altro tipo di dolore pelvico cronico (include sindrome dell'intestino irritabile, endometriosi o cistite).

Sintomi della sindrome dell'elevatore dell'ano

I sintomi possono essere continui e compromettere la qualità della vita. La maggior parte delle persone con questo disturbo presenta almeno alcuni dei seguenti sintomi, se non tutti:

Dolore all'ano

Il dolore è molto variabile, può essere breve o durare diverse ore o giorni. Può scomparire completamente o la sensazione di pressione rimane nell'ano. Sì, è stato stabilito che non è collegato all'atto di evacuazione. Può svegliarti dal sonno ed è generalmente maggiore nel retto. È caratteristico che una parte, spesso la sinistra, sia più sensibile dell'altra.

Il dolore può irradiarsi all'inguine, alle cosce e alla regione lombare. Negli uomini, il dolore può diffondersi alla prostata, ai testicoli e alla punta del pene e dell'uretra.

Problemi urinari e intestinali

Può verificarsi associato a costipazione. Potresti anche avere la sensazione di non aver finito di evacuare.

Inoltre, puoi assumere diverse forme di minzione compromessa (dolore, sensazione di voler continuare a urinare anche se hai finito, ecc.). L'incontinenza urinaria può anche essere associata.

Problemi sessuali

Questa sindrome può causare diversi gradi di dolore prima, durante o dopo il rapporto sessuale nelle donne.

Negli uomini, può causare eiaculazione dolorosa, eiaculazione precoce o disfunzione erettile.

Diagnosi della sindrome dell'elevatore dell'ano

L'identificazione della sindrome dell'elevatore dell'ano viene spesso definita "diagnosi di esclusione". Questo perché i medici devono eseguire vari test per escludere altri problemi che potrebbero causare i sintomi prima di concludere che si tratta della sindrome dell'ascensore dell'ano.

Occasionalmente, può essere erroneamente diagnosticato come prostatite negli uomini, che non risponde al trattamento per questo.

Con un'adeguata valutazione e trattamento medico, le persone che hanno questa condizione possono trovare sollievo.

Trattamento della sindrome dell'elevatore dell'ano

Non esiste un trattamento efficace per tutti i pazienti affetti dalla sindrome dell'ascensore dell'ano, che è spesso frustrante sia per i medici che per i pazienti.

La prima linea di trattamento consiste in una buona relazione medico-paziente che consente di trasmettere tranquillità e spiegare che gli attacchi subiti sono benigni. Tradizionalmente, diverse opzioni terapeutiche sono state compilate in letteratura, tra cui:

  • Stimolazione elettrogalvanica (EEG) . L'ELETTROENCEFALOGRAMMA applicato ai muscoli del sonno pelvico con una sonda anale induce fascicolazione e rilassamento dei muscoli, interrompendo il ciclo spastico.
  • Biofeedback. Introdotto come terapia nel 1991, si concentra sul rilassamento volontario dello sfintere anale. In alcuni studi, dopo otto sedute il dolore è scomparso completamente.
  • Massaggi digitali dell'ascensore dell'ano . Alcuni lo raccomandano, mentre altri insistono sul fatto che non produce alcun effetto benefico. Sarebbe integrato con bagni sitz e somministrazione orale di diazepam.
  • Bagni Sitz con acqua calda . Si consiglia di posizionare il contenitore con acqua calda sul water e di sedersi progressivamente mentre il corpo si adatta alla temperatura. L'ammollo dovrebbe durare tra 10 e 15 minuti.
  • Rilassanti muscolari Indurrebbero il rilassamento della muscolatura del pavimento pelvico, prevenendo attacchi dolorosi o riducendone la durata.
  • Tossina botulinica Gli studi al riguardo sono inconcludenti. Le relazioni sono contraddittorie e la loro utilità non può essere affermata o negata.
  • Blocco caudale con steroidi o stimolazione del nervo sacrale, tra gli altri.

Esercizi per la sindrome dell'elevatore dell'ano

Si raccomandano i seguenti esercizi per mantenere rilassati i muscoli perineali:

  • Squat profondi Esercizi utilizzati per rilassare i muscoli del pavimento pelvico. L'idea è che fai lo squat con le gambe divaricate, sostenendoti da qualcosa di stabile, piegati verso il basso finché non senti le gambe distese, rimani in questo modo per 30 secondi e ripetilo cinque volte durante il giorno.
  • Bambino felice . Sdraiati sulla schiena nel letto, piega le ginocchia e solleva i piedi verso il soffitto. Quindi, separa le gambe il più possibile, tenendole per 30 secondi e prova a ripeterle 3-5 volte al giorno.
  • "Gambe alzate" dal muro . Sedersi di fronte a un muro con l'anca a una distanza di 15-20 centimetri da esso. Sdraiati e solleva le gambe contro il muro in modo che i talloni appoggino contro di esso. Senza sforzo, lascia cadere le gambe su entrambi i lati fino a sentire l'allungamento dei muscoli interni della coscia. Rimani in quella posizione per 3-5 minuti.
  • Esercizi di Kegel . Orientato per rafforzare il pavimento pelvico.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla sindrome dell'elevatore dell'ano: cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di apparato digerente.

Raccomandato

Rimedi casalinghi per le punture di vespa
2019
Guarisci le piaghe della bocca
2019
Come sapere se mio figlio ha la dislessia
2019