Secchezza vaginale: cause e trattamenti

La secchezza vaginale è una condizione che si verifica quando i tessuti vaginali non sono ben lubrificati. Questo è un problema molto comune tra le donne che si trovano nella fase della menopausa e dopo, poiché appare principalmente a causa di una diminuzione dei livelli di estrogeni, anche se è possibile che si verifichi in età precoce. È una condizione molto fastidiosa che, inoltre, causando prurito, bruciore e irritazione vaginali, può causare dolore quando si fa sesso e, di conseguenza, una significativa riduzione del desiderio sessuale. Inoltre, l'assenza di perdite vaginali o la sua riduzione lascia l'area vaginale esposta a numerose infezioni batteriche e fungine che possono compromettere la buona salute.

In questo articolo di ONsalus, spieghiamo in dettaglio quali sono le cause e i trattamenti della secchezza vaginale, oltre a menzionare alcuni dei rimedi naturali più efficaci per alleviare i sintomi.

Cause di secchezza vaginale

La causa principale e più frequente della secchezza vaginale sono i cambiamenti ormonali che il corpo della donna sperimenta in specifiche fasi della sua vita, come in menopausa, gravidanza, parto e allattamento. In generale, queste alterazioni ormonali sono associate alla diminuzione dei livelli di estrogeni e progesterone, ormoni che aiutano a mantenere la vagina ben idratata e lubrificata. Tuttavia, quando diminuiscono, il tessuto vaginale di solito si restringe e si assottiglia, causando di conseguenza infiammazione e secchezza. La secchezza genitale è un sintomo frequente nelle donne in postmenopausa, poiché in questa fase i livelli di estrogeni tendono a diminuire considerevolmente e causano in aggiunta a questi altri sintomi, come vampate di calore, sudorazione, diminuzione della massa ossea, incontinenza urinaria, aumento di peso, ecc. .

Tuttavia, la secchezza vaginale è un sintomo che può anche apparire o peggiorare a causa di altri fattori, come quelli elencati di seguito:

  • Assunzione di alcuni farmaci, come antidepressivi, alcuni antistaminici, farmaci usati per carcinoma mammario, ovarico o uterino, infertilità, endometriosi o fibromi uterini.
  • Grave stress o depressione.
  • Uso di saponi intimi, deodoranti vaginali, profumi, docce vaginali aggressivi e irritanti per l'area genitale.
  • Terapia di radioterapia nella regione pelvica.
  • Trattamento chemioterapico
  • Intervento chirurgico per rimuovere le ovaie.
  • La disidratazione.

Sintomi associati a secchezza vaginale

Questa mancanza di lubrificazione femminile oltre alla diminuzione o all'assenza di perdite vaginali può portare alla sofferenza di altri sintomi. Tra i sintomi più comuni di secchezza vaginale sono i seguenti:

  • Bruciore durante la minzione.
  • Prurito, irritazione e dolore vaginale.
  • Dolore durante i rapporti sessuali.
  • Sanguinamento lieve dopo il sesso.

Oltre a quanto sopra, la secchezza vaginale può aumentare il rischio di alcune infezioni vaginali causate da funghi o batteri, poiché le perdite vaginali sono il fluido responsabile della protezione della vagina da questi microrganismi. Allo stesso modo, aumenta anche il rischio di presentare ulcere o ragadi nelle pareti vaginali.

Trattamenti per secchezza vaginale

Prima dei sintomi della precedente secchezza vaginale, è consigliabile andare dal ginecologo per sottoporsi a una revisione e identificare la causa del problema. Lo specialista procederà ad esaminare la regione pelvica per vedere se le pareti vaginali si sono ristrette, sono rossastre o pallide e, inoltre, è possibile eseguire un'analisi delle perdite vaginali o dei livelli ormonali.

Esistono diversi trattamenti per la secchezza vaginale che il medico può raccomandare e tra i più comuni ed efficaci, sono i seguenti:

  • Lubrificanti e creme idratanti: applicati sulla vagina per mantenere idratate l'apertura vaginale e il rivestimento per alcune ore.
  • L'uso di un lubrificante a base d'acqua durante i rapporti sessuali per aumentare la lubrificazione e l'umidità della vagina e prevenire dolore o disagio durante i rapporti.
  • Trattamenti con estrogeni: farmaci disponibili in crema, anello, supposte o compresse che rilasciano estrogeni nella vagina.

Oltre ai trattamenti precedenti, ci sono alcune raccomandazioni e abitudini di vita che le donne con secchezza vaginale dovrebbero anche prendere in considerazione per aiutare ad alleviare i sintomi causati dalla mancanza di lubrificazione naturale nella vagina e non aggravare questa condizione:

  • Evitare l'uso di saponi, profumi, deodoranti e docce vaginali che sono irritanti per l'area intima.
  • Aumenta il normale consumo di acqua, cercando di bere almeno 1, 5-2 litri al giorno, oltre a bere altri liquidi sani, come succhi naturali o infusi. Ciò renderà la zona genitale più idratata ed eviterà un'eccessiva secchezza vaginale.
  • Evita le cattive abitudini, come il fumo o l'assunzione eccessiva di bevande alcoliche.
  • Includere nella dieta quotidiana cibi ricchi di vitamina A, vitamina B, beta-caroteni e fitoestrogeni, poiché questi nutrienti sono buoni in caso di secchezza vaginale.
  • Combatti lo stress eseguendo tecniche di rilassamento.
  • Durante i rapporti sessuali, è importante prolungare i giochi preliminari per aumentare la lubrificazione della vagina e prepararlo per i successivi rapporti.

Rimedi domestici per secchezza vaginale

Oltre ai trattamenti per la secchezza vaginale che abbiamo menzionato nella sezione precedente, dovresti sapere che ci sono anche alcuni rimedi naturali che possono aiutarti a combattere questa condizione e ridurre i sintomi che provoca. Alcuni dei più efficaci sono:

  • Camomilla: ha proprietà antinfiammatorie e lenitive che aiutano a ridurre l'irritazione e il prurito vaginali. È meglio preparare un infuso di camomilla e fare dei bagni sitz con esso.
  • Aloe vera: è un ottimo idratante naturale, quindi riduce la secchezza e riequilibra il pH della vagina. Puoi applicare del gel di aloe vera nell'area vaginale.
  • Olio dell'albero del tè: idrata e aiuta a prevenire le infezioni vaginali da batteri o funghi. Versare circa 3 gocce di olio su un dischetto di cotone e applicarlo sulla parte esterna della vagina picchiettando delicatamente.
  • Calendula: è antibatterico e aiuta a proteggere la vagina da possibili infezioni. Preparare un infuso con fiori di calendula ed eseguire bagni sitz.

Scopri molte altre opzioni consultando l'articolo Home rimedi per la secchezza vaginale.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a secchezza vaginale: cause e trattamenti, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Sistema riproduttivo femminile.

Raccomandato

Iperidrosi palmare: trattamento e operazione
2019
Cosa fare quando sei depresso
2019
Emottisi: definizione, cause e sintomi associati
2019