Saliva spessa: cause e trattamenti

La saliva è una sostanza secreta dalle ghiandole salivari composta principalmente da acqua e anche enzimi, minerali e proteine. Al giorno vengono rilasciati tra 1 e 1, 5 litri di saliva. È di grande importanza per il normale funzionamento del nostro corpo. Tra le sue funzioni ci sono: la formazione del bolo, aiutano a sentire il gusto e il rilascio di enzimi che aiutano la digestione, la prevenzione di infezioni sia orali che generali mantenendo l'equilibrio batterico, il mantenimento dello smalto dei denti, la lubrificazione di la mucosa evita la sua lesione e aiuta nel parlare.

Quando la quantità non è sufficiente, si parla di saliva spessa o xerostomia (come viene chiamata dal punto di vista medico) e comporta grandi difficoltà per coloro che ne soffrono. La ricerca di soluzioni deve mirare a risolvere la causa, in modo che il sollievo sia duraturo. Per questo motivo, da ONsalus, ti forniamo le informazioni più importanti sulle cause della saliva spessa e sui trattamenti disponibili.

Come sapere se ho la saliva densa?

Conoscendo le numerose funzioni della saliva, è comprensibile che i sintomi della xerostomia siano così tanti e così diversi :

  • Saliva densa, appiccicosa o schiumosa.
  • Difficoltà a deglutire o parlare
  • Labbra secche, lingua, mucosa.
  • Alitosi
  • Lesioni in bocca
  • Perdita di peso negli anziani.
  • Perdita prematura dei denti
  • Carie frequenti
  • Funghi in bocca.
  • Gengive gonfie
  • Aumento del reflusso gastrico.

Cause di saliva densa

Diversi problemi possono portare a una diminuzione della secrezione di saliva e differenziare tra cause acute (facilmente reversibili) e croniche (o permanenti):

Cause acute

  • Ansia.
  • Infezione o calcoli nelle ghiandole salivari.
  • La disidratazione.
  • Effetto collaterale dei farmaci (antistaminici, alcuni antidepressivi, diuretici, analgesici, broncodilatatori, anfetamine, tra gli altri).

Cause croniche

  • Malattie autoimmuni (come Sjögren).
  • Alzheimer.
  • Infezioni (epatite, AIDS).
  • Consumo di sostanze che creano dipendenza (alcol, tabacco, droghe).
  • Radioterapia (soprattutto nella testa e nel collo).
  • Diabete.
  • Menopausa.
  • Problemi alla nascita (malattie congenite).
  • Allergy.
  • Respirazione attraverso la bocca

Cosa fare se ho la saliva densa?

Poiché le cause della saliva spessa sono molteplici, è della massima importanza che il medico o il dentista venga consultato per ottenere una diagnosi adeguata e, molto probabilmente, in questo modo il problema possa essere facilmente risolto.

Quando un paziente con xerostomia viene alla consultazione di un professionista, in primo luogo, verranno poste diverse domande, come:

  • Da quando hai il problema?
  • Noti miglioramenti con qualche cibo, caramelle?
  • Stai prendendo qualche medicina?
  • Ti svegli con la bocca secca di notte?
  • Hai anche occhi o naso asciutti?
  • Hai problemi a deglutire?
  • È difficile per te mangiare cibi secchi come toast o biscotti?

A volte l'interrogatorio e un buon test sono sufficienti per arrivare alla diagnosi, altri, è necessario ricorrere a studi come radiografie, misurazioni della quantità di saliva escreta, esami del sangue e, in alcuni casi, persino biopsia delle ghiandole se si sospetta che malattie autoimmuni

Risparmia spesso: trattamento

Innanzitutto, la causa deve essere identificata, se è una causa acuta, la sua risoluzione comporterà un miglioramento. Ad esempio: trattamento delle infezioni, rimozione del calcolo dalla ghiandola salivare interessata, cambio di farmaci, bere abbastanza acqua.

Se fosse una xerostomia cronica, il miglioramento è probabilmente più lento e in relazione all'evoluzione della malattia che la genera. Va notato che nel caso della radioterapia (specialmente nella testa e nel collo), a volte i farmaci vengono utilizzati per ridurre al minimo gli effetti dannosi di essa sui tessuti sani.

Se il miglioramento è lento o impercettibile, possono essere utilizzate altre misure, come farmaci o trattamenti naturali.

Farmaci in caso di saliva densa

Esistono due tipi di farmaci che possono essere utilizzati: stimolanti salivari (psicologi) e sostituti salivari.

  • Stimolanti della produzione di saliva: per ottenere un qualche tipo di risultato è necessario che il tessuto delle ghiandole salivari, o parte di esso, funzioni. I farmaci che possono essere utilizzati sono: anetoletrina, pilocarpina e cevimilina. Tutti sono riservati a casi specifici, poiché hanno effetti collaterali a volte più complicati della xerostomia.
  • Sostituti della saliva o saliva artificiale: utilizzati in casi gravi e prolungati. Mirano a mantenere la bocca umida e protetta dalle irritazioni.

Poiché è già stato fatto riferimento, la consultazione con il professionista è essenziale per ottenere una diagnosi adeguata e un trattamento efficace al fine di tornare a uno stato di salute ottimale.

Saliva spessa: rimedi naturali

Qualunque sia la causa della xerostomia, è essenziale implementare i seguenti suggerimenti:

  • Il regolare apporto di acqua, frutta e verdura (soprattutto crudo) alla dieta, poiché in questo modo la sua potenziale auto-guarigione viene restituita al corpo.
  • Puoi suggerire l'assunzione di cibo più frequente, nonché l'assunzione di caramelle dure (senza zucchero) per cercare di aumentare la produzione di saliva.
  • Allo stesso modo, è fondamentale evitare il consumo di tabacco, alcool, caffè e dolci.
  • Si raccomanda l'igiene dentale dopo ogni pasto e la consultazione con il dentista più frequentemente.

Tra le piante medicinali che possono aiutare in caso di saliva spessa, troviamo:

  • Camomilla: ottimo antinfiammatorio e cicatrizzante delle mucose, aiuta a ridurre l'ansia grazie ai suoi effetti sedativi.
  • Zenzero: è anche antinfiammatorio, sia per contatto in bocca che a livello generale del corpo. Il suo sapore deciso aiuta ad aumentare la produzione di saliva.
  • Aloe Vera: è un rigeneratore per natura. È usato per migliorare le lesioni orali, aumentare l'idratazione e ridurre il reflusso gastroesofageo.
  • Miele: è un noto antisettico e rigenerativo, inoltre, può stimolare la produzione di saliva dal suo sapore delizioso. È importante lavarsi i denti dopo averlo consumato per lo zucchero che possiedi o utilizzarlo in combinazione con erbe antimicrobiche, come la salvia.
  • Salvia: importante antimicrobico, antinfiammatorio e cicatrizzante. Aiuta anche a ridurre la glicemia (utile nel diabete) e a migliorare le vampate di calore della menopausa.
  • Agrumi: stimolano la produzione salivare. Dovrebbero essere consumati in infusione con altre erbe nel caso in cui la mucosa sia ferita, poiché può causare dolore al contatto con essa.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Saliva spessa: cause e trattamenti, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Denti e bocca.

Raccomandato

Terrori notturni: sintomi, cause e trattamento
2019
Concetti e metodi di base in psicoanalisi
2019
Espressione facciale - Comunicazione non verbale
2019