Rosolia: cause, sintomi e trattamento

La rosolia è un'infezione che si manifesta con eruzioni cutanee, linfonodi ingrossati e dolori articolari. In precedenza, i più colpiti da questo virus erano i bambini tra i 5 ei 9 anni, tuttavia oggi i casi più gravi si verificano negli adulti, che non sono stati vaccinati, il che comporta un rischio nelle donne in gravidanza. Lo sviluppo della malattia può richiedere tra le due e le tre settimane, dal contagio. In ONsalus spieghiamo le cause, i sintomi e il trattamento della rosolia .

Cause di rosolia

La rosolia è causata da un virus con lo stesso nome e viene trasmessa attraverso il tratto respiratorio, da secrezioni contaminate dal naso o dalla gola. Il periodo di incubazione del virus è compreso tra 14 e 23 giorni e appare nel sangue a 5 o 7 giorni dopo l'infezione, diffondendosi in tutto il corpo.

Grazie ai vaccini, questa malattia non è più così comune, tuttavia, in alcuni adulti l'effetto del vaccino può scomparire, quindi avranno bisogno di un impulso soprattutto nelle donne che vogliono rimanere incinta o in quelle che già lo sono.

Rosolia congenita

La rosolia congenita si verifica quando una donna incinta contrae il virus e viene trasmessa al feto. Questo contagio si verifica durante il primo trimestre di gravidanza, che può portare tra l'altro complicazioni come l'aborto spontaneo, rallentare la crescita del feto, danni al cervello, sordità. Alcune di queste complicanze non si verificano necessariamente alla nascita, ma man mano che il bambino cresce.

Se desideri maggiori informazioni sulla rosolia e su questa condizione, ti invitiamo a leggere l'articolo sulla rosolia in gravidanza.

Sintomi di rosolia

I sintomi della rosolia sono pochi e sebbene la persona non abbia alcun segno, può anche essere contagiosa. I segni che possono apparire sono i seguenti:

  • Naso che cola
  • eruzioni cutanee.
  • Linfonodi ingrossati e doloranti al tatto.
  • Febbre.
  • Mal di testa.
  • Disposizione generale.
  • Perdita di appetito
  • Infiammazione degli occhi

L'eruzione della rosolia dura tre giorni, sebbene il dolore di solito dura una settimana. Il recupero della rosolia richiede una settimana, ma negli adulti può diffondersi un po 'più a lungo.

Trattamento della rosolia

Anche se non esiste un trattamento specifico per il trattamento della rosolia, il paracetamolo o l'ibuprofene verranno somministrati per controllare la febbre . Ricorda che gli antibiotici non dovrebbero essere usati, poiché questo non ha alcun effetto sulle infezioni virali, a meno che non ci siano complicazioni, in questo caso è necessario contattare immediatamente il pediatra. Allo stesso modo non dovresti dare al bambino acido acetilsalicilico o aspirina . Se sei incinta e sei stata infettata dalla rosolia, devi aspettare fino alla nascita del bambino per essere vaccinato.

La rosolia di solito è una malattia lieve, quindi avere alcune cure a casa con i rimedi domestici può mostrare un notevole miglioramento. Ecco alcuni rimedi casalinghi per la rosolia :

  • Riposo : questo sarà vitale affinché il bambino possa riprendersi il prima possibile.
  • Idratazione : sarà molto importante, dal momento che il paziente perderà l'appetito, quindi è necessario somministrare succhi di frutta, acqua e una dieta leggera, con purea, zuppe e brodi vegetali.
  • Aceto di mele : per calmare la caratteristica eruzione cutanea di rosolia, posizionare ½ tazza di aceto di mele in una vasca da bagno con acqua calda e dare al bambino un bagno per calmare il disagio.
  • Salvia e timo : la salvia è un antinfiammatorio naturale, proprio come il timo, quindi contribuirà a ridurre il dolore causato dal disagio Preparare un'infusione con 1 cucchiaio di salvia e 1 di timo, coprire e filtrare. Bevi due tazze al giorno.

Prevenzione della rosolia

Alcune misure preventive che è necessario prendere in considerazione, soprattutto se si desidera rimanere incinta e non sono state vaccinate, sono le seguenti:

  • Vaccina il bambino contro la rosolia dopo 12 mesi e applica un booster a 4 anni.
  • Nel caso di donne in gravidanza, visitare il proprio ginecologo prima della gravidanza per ottenere un test di immunità e vaccinarsi.
  • Se sei incinta e non sei stata vaccinata, evita il contatto con bambini e adolescenti.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Rosolia: cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Pelle, capelli e unghie.

Raccomandato

Distorsione intercostale: sintomi, trattamento e durata
2019
Sindrome da affaticamento cronico: che cos'è, sintomi, gradi e trattamento
2019
Perché ho basso contenuto di vitamina B12
2019