Rettocele: sintomi, gradi e trattamento

Una patologia anale è nota come rettocele, sebbene sia anche chiamata ernia rettovaginale o prolasso vaginale. La sua caratteristica principale è l'ernia del retto nella vagina, poiché le ernie sono prodotte con la discesa di un organo nel foro dell'altro, in modo che in questa patologia il retto cada nella zona vaginale, che di solito è causata da debolezza o un difetto nel setto del retto vaginale.

È un'alterazione femminile perché la forza e le perfette condizioni dei tessuti vaginali vengono perse a causa di vari fattori. Sebbene sia un disturbo abbastanza frequente, spesso non provoca sintomi, a volte rendendolo difficile da scoprire. Se vuoi saperne di più su questa patologia, nel seguente articolo ONsalus troverai molte informazioni sul rettocele: sintomi, gradi e trattamento .

Cause del prolasso vaginale

Il setto rettovaginale può essere indebolito e sottile, causando la caduta di parte del retto attraverso la vagina. Tra le cause più comuni di ernia vaginale vi sono:

  • Età : nel corso degli anni, i muscoli possono indebolirsi e il corpo di una donna inizia a produrre meno quantità di estrogeni, causando l'indebolimento dei muscoli situati nell'area pelvica.
  • Parto : le donne in gravidanza e quelle che hanno subito un trauma a causa del travaglio possono soffrire di rettocele perché i muscoli intorno al retto e alla vagina si indeboliscono considerevolmente.
  • Genetica : ci sono alcune persone nate con muscoli dell'area più debole rispetto al resto.
  • Obesità : le donne che soffrono di sovrappeso hanno molto probabilità di soffrire di ernia rettovaginale perché la pressione aggiuntiva può causare vari disturbi muscolari.
  • Costipazione e sforzo : soffrire di costipazione e compiere sforzi per defecare può causare una maggiore pressione rettale e causare inconvenienti; Tuttavia, può verificarsi anche quando si tossisce molto o si sollevano oggetti molto pesanti.
  • Chirurgie : quelle donne che si sottopongono a vari interventi chirurgici pelvici possono avere un indebolimento dei muscoli nell'area del retto e della vagina, causando un prolasso.

Esistono alcuni fattori di rischio che possono contribuire all'insorgenza del prolasso vaginale, tra cui:

  • Menopausa.
  • Esecuzione di un eccessivo lavoro fisico.
  • Usa una pinza
  • Bronchite cronica
  • Involuzione climatica
  • Se hai avuto più di un parto.
  • Avendo fatto un lavoro molto lungo.
  • Età.
  • Sovrappeso.

Principali sintomi di ernia rettovaginale

La maggior parte dei pazienti con rettocele non mostra alcun segno o sintomo correlato a questa alterazione, tuttavia a volte si può vedere un piccolo grumo di tessuto che esce attraverso la vagina . Nonostante ciò, possono verificarsi difficoltà e costipazione quando le feci devono essere evacuate, quindi è spesso necessario inserire le dita nella vagina per facilitare l'evacuazione.

Ci sono anche altri sintomi di rettocele che possono apparire:

  • Avere la sensazione permanente che il retto sia occupato, anche se si è appena defecato.
  • L'evacuazione non è completamente completa.
  • È necessario un grande sforzo per l'evacuazione.
  • Disagio e pressione nella vagina.
  • Soffre di sanguinamento vaginale.
  • Disfunzione sessuale e rapporti dolorosi.

Tipi e gradi di rettocele

È importante distinguere i tipi di prolasso vaginale, poiché fornisce ulteriori informazioni per il suo trattamento e prevenzione, tra cui:

  • Rettocele precedente : che sono suddivisi a seconda di dove si trovano. Pertanto, il rettocele inferiore e medio sono più comuni a causa del trauma ostetrico, mentre quelli superiori sono collegati al prolasso uterino.
  • Rettocele posteriore : è uno che è associato a sforzi eccessivi fatti a lungo, causando la separazione dei muscoli responsabili dell'aumento dell'ano.

All'interno della classificazione del rettocele, differisce nei seguenti gradi:

  • Ernia rettovaginale di grado 1: che implica una difficoltà permanente di evacuazione senza prolasso pelvico.
  • Ernia rettovaginale di grado 2: in cui si osserva la presenza di un prolasso pelvico organico come caratteristica principale.

Trattamento per il prolasso vaginale

Per seguire il trattamento corretto è necessario determinare lo stato del rettocele e se presenta sintomi. In generale, la prima raccomandazione è quella di includere alimenti più ricchi di fibre nella dieta abituale e mantenere un'adeguata idratazione, con l'obiettivo di:

  • Stimolare il movimento intestinale.
  • Produrre feci morbide
  • Evita defecazione o costipazione difficili.

Inoltre, la fisioterapia è un'altra alternativa naturale per il trattamento dell'ernia rectovaginale, in cui lo specialista può indicare diversi esercizi per rafforzare i muscoli pelvici, migliorandone la contrazione e la sensazione rettale. Le tecniche più utilizzate sono esercizi di Kegel e sessioni supervisionate di biofeedback o feedback biologico, in cui attraverso un sistema di sensori posizionati nel paziente, si ottengono informazioni sul funzionamento del corpo e quindi si può avere un migliore controllo e rafforzare la muscolatura pelvica.

Per quanto riguarda il trattamento con farmaci per il prolasso vaginale, il medico può prescrivere quelli che contengono estrogeni, poiché sono strettamente correlati alla forza dei muscoli pelvici, impedendo loro di indebolirsi ulteriormente e peggiorando il rettocele. Questi farmaci possono essere somministrati tramite pillole, ovuli o creme vaginali.

D'altra parte, il trattamento chirurgico del rettocele è l'opzione raccomandata quando detta alterazione e sintomi non migliorano con i metodi precedenti, se l'ernia rectovaginale è maggiore di 3 cm, se la sintomatologia determina la salute della donna o se il La soluzione prolasso può essere raggiunta solo attraverso la riparazione chirurgica del setto del retto vaginale. Con la chirurgia, l'obiettivo è quello di rimuovere il tessuto dal prolasso vaginale e rafforzare i muscoli pelvici, sia con un innesto di tessuto o patch di maglie.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Rectocele: sintomi, gradi e trattamento, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di sistema digestivo.

Raccomandato

I migliori sessuologi a Madrid
2019
Posso prendere l'ibuprofene se sto assumendo Lorazepam?
2019
Piante medicinali per aumentare il desiderio sessuale
2019