Quanto tempo ci vuole per curare una dorsalgia

Il mal di schiena è una condizione frequente tra i motivi della consultazione nell'area dell'emergenza medica. Questo dolore copre tra la parte bassa della schiena e la parte cervicale e quindi si verifica dipende da alcuni fattori predisponenti, come l'età e il tipo di lavoro.

Questa parte ha specificamente una convessità posteriore chiamata cifosi, cioè una curvatura all'indietro convessa e concava, questa è la continuazione delle costole ai lati che insieme allo sterno formano la gabbia toracica. In ONsalus, spiegheremo quali sono le manifestazioni più comuni di mal di schiena e, inoltre, quanto tempo ci vuole per curare specificamente una dorsalgia .

Cos'è la dorsalgia e quali sono i suoi sintomi

La terminologia medica definisce la dorsalgia come dolore presentato nella parte posteriore del torace, cioè nell'area dorsale della schiena all'altezza delle scapole. Solo 12 vertebre della colonna vertebrale sono correlate all'area in cui si verifica la dorsalgia.

All'interno della parte muscolare, quelli che sono collegati a questa immagine dolorosa della dorsalgia sono i muscoli romboidi (minori e maggiori), che si trovano sotto il muscolo trapezio.

Il sintomo caratteristico del mal di schiena è che il dolore si verifica solo su un lato della schiena (destra o sinistra), sebbene a volte sia bilaterale. In altre occasioni, può verificarsi anche dolore tra le scapole caratterizzate dalla presenza di tensione costante o lancinante.

Inoltre, puoi osservare:

  • Sintomi meccanici: il dolore aumenta con il movimento e migliora in presenza di riposo.
  • Sintomi infiammatori : l' infiammazione peggiora a riposo e migliora con il movimento.

Dorsalgia: cause e diagnosi

Al fine di identificare le cause della dorsalgia, è importante distinguere tra le aree in cui possono manifestarsi i sintomi del mal di schiena. Tra le cause più rilevanti, spiccano le seguenti:

  1. Posture sbagliate, in particolare, prese nell'area di lavoro, dal momento che molte persone ottengono circa 8 ore di lavoro nella stessa posizione.
  2. Movimenti improvvisi che innescano un processo infiammatorio nell'area.
  3. Lo stress come fattore ricorrente e associato alla somatizzazione delle emozioni

D'altra parte, troviamo altre condizioni che possono favorire la dorsalgia:

  • Tosse ripetitiva
  • Movimenti improvvisi.
  • Deformità della colonna.
  • Malattie autoimmuni come l'artrite reumatoide.
  • Dischi erniati
  • Processi degenerativi delle vertebre, come l'artrosi.
  • Fratture spontanee innescate da un processo di osteoporosi.
  • Lesioni, come cadute, colpi diretti o fratture.
  • Decalcificazione ossea
  • Sovrappeso.
  • Stile di vita sedentario.

La diagnosi, senza dubbio, è completamente medica attraverso l'esame fisico e la richiesta di esami paraclinici a seconda della gravità del dolore. Test semplici, come una radiografia della colonna vertebrale, possono essere eseguiti fino a test più complessi come la risonanza magnetica o la tomografia computerizzata.

Quanto tempo ci vuole per curare una dorsalgia

La visita medica sarà necessaria per determinare la durata della dorsalgia, a seconda della gravità di essa. Lo specialista tiene conto di aspetti quali il comportamento dei sintomi, l'età del paziente e le caratteristiche di base del dolore.

  • Nel caso si tratti di dolore acuto, prodotto di movimenti improvvisi o cattiva postura, da 2 a 10 giorni di riposo a breve termine in associazione con la somministrazione di analgesici orali come il paracetamolo e alcuni farmaci del gruppo FANS con rilassante muscolo, migliorerà i sintomi fino alla completa scomparsa dei sintomi circa 6 settimane, circa.
  • D'altra parte, la dorsalgia subacuta dura tra 6 settimane e 3 mesi e la cronica può rimanere dopo 3 mesi. Tuttavia, questo periodo di tempo può diminuire a seconda del trattamento indicato dallo specialista. Tale trattamento può variare dal riposo all'indicazione di alcuni trattamenti complementari, come la pratica del massaggio, l'allungamento dei punti trigger e le terapie miofasciali.

Per conoscere specificamente la durata di una dorsalgia, devono essere presi in considerazione sia l'origine del dolore che l'età del paziente, oltre al rispetto del trattamento farmacologico e fisico indicato dagli specialisti.

Come prevenire la dorsalgia

Per evitare complicazioni, è importante adottare le seguenti misure, che possono aiutare a prevenire, in larga misura, la dorsalgia:

  1. Usa un materasso rigido per riposare.
  2. Evitare di indossare scarpe con tacchi alti.
  3. Mantieni una buona postura quando sei seduto. Nel seguente articolo, spieghiamo alcuni trucchi per migliorare la postura.
  4. Evitare di spostare oggetti pesanti.
  5. Evita la vita sedentaria.
  6. Pratica attività sportive a bassa intensità, come il nuoto e lo yoga.

I sintomi e le cause del mal di schiena saranno decisivi per conoscere la durata di una dorsalgia. La maggior parte di essi viene risolta durante le prime 6 settimane, ma è importante considerare la visita dal medico al momento giusto per evitare complicazioni in relazione a questa parte del corpo.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a quanto tempo ci vuole per curare una dorsalgia, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ossa, articolazioni e muscoli.

Raccomandato

Iperidrosi palmare: trattamento e operazione
2019
Cosa fare quando sei depresso
2019
Emottisi: definizione, cause e sintomi associati
2019