Quanto spesso viene assunto il paracetamolo?

Il paracetamolo è un medicinale noto a quasi tutti. È un analgesico e antipiretico che serve ad alleviare il dolore lieve o moderato e aiuta a ridurre la febbre. Tuttavia, nella maggior parte dei casi lo usiamo male. Abbiamo fatto del paracetamolo la nostra medicina primaria ed è la soluzione più fattibile per tutti i nostri dolori. Non dovremmo assumere alcun farmaco alla leggera e devi sempre tener conto del dosaggio e delle indicazioni del foglio illustrativo o del medico anche quando conosciamo gli effetti che ha. E, soprattutto, non dovremmo abusarne. Tuttavia, poiché è un medicinale presente in quasi tutte le case che viene acquistato senza prescrizione medica e che continueremo a utilizzare, in questo articolo di ONsalus ti diciamo quanto spesso viene assunto il paracetamolo .

Indicazioni di paracetamolo

Sebbene il paracetamolo sia presente in quasi tutte le case non è il rimedio per tutti i nostri disturbi e molte volte lo usiamo male.

È un analgesico, cioè allevia il dolore e l' antipiretico, abbassa la febbre e queste sono le sue azioni. Il paracetamolo non è un antinfiammatorio e quindi non funziona a questo scopo. In questo caso, forse il più noto e presente anche in molte case è l'ibuprofene, un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) che, oltre ad avere proprietà analgesiche, ha anche proprietà antinfiammatorie. Nei casi più gravi, il paracetamolo e l'ibuprofene possono essere combinati di volta in volta combinandoli, ma purché le condizioni mediche lo richiedano o come indicato dal medico.

Tieni presente che il paracetamolo non cura alcuna malattia e aiuta semplicemente ad alleviare i sintomi . Con questo in mente possiamo prendere il paracetamolo per i seguenti sintomi:

  • Mal di testa.
  • Dolore muscolare
  • Mal di schiena
  • Febbre.

Il mal di testa è il disturbo più comune per il quale viene assunto il paracetamolo. Questo medicinale allevia il dolore perché agisce sui nervi e sui recettori del cervello.

Quanto spesso viene assunto il paracetamolo: dose giornaliera

Il dosaggio di paracetamolo dipende dal fatto che si tratti di un adulto o di un bambino e dal tipo di presentazione. Tra i diversi modi di assumere il paracetamolo, possiamo trovare:

  • Paracetamolo in compresse da 650 mg
  • Paracetamolo in compresse da 1 g
  • Paracetamolo granulato (in bustine) da 1 g

Negli adulti, la dose raccomandata di paracetamolo non può superare i 4 g al giorno (in 24 ore). Per fare ciò, a seconda della presentazione in cui è stato acquistato, è necessario prenderlo come segue:

Compresse da 1 g

Una compressa intera deve essere assunta senza masticare e con l'aiuto di acqua in tre o quattro dosi giornaliere con una separazione di 4-6 ore tra una presa e l'altra . È normale ingerirlo dopo ogni pasto (colazione, pranzo e cena). Se il tablet è troppo grande, puoi dividerlo a metà, anche prendere solo la metà del tablet se il dolore non è molto grave e assumere l'altra metà in seguito. Anche se in tal caso, forse sarebbe meglio acquistare compresse da 650 mg. Poiché la quantità di 4 g al giorno non deve essere superata, la dose massima consentita sarà di quattro compresse al giorno, in questo caso è possibile prenderle ogni 4 ore.

1 g di buste granulate

Come per le compresse da 1 g, la dose è la stessa e pertanto è possibile prenderne tre al giorno con una separazione di 6 ore tra l'assunzione e l'assunzione o quattro a intervalli di 4 ore. Né dovresti superare la dose giornaliera di 4 g, a meno che il medico non lo dica. Le buste vengono prese con un po 'd'acqua e sono effervescenti, quindi dovresti prenderle immediatamente in modo che non perdano la loro azione.

Compresse da 650 mg

Sebbene le compresse da 650 mg abbiano meno farmaci, vengono assunte con la stessa frequenza delle altre, essendo da tre a quattro compresse a intervalli di 4-6 ore. Tuttavia, puoi prenderne un po 'di più ma senza superare la dose giornaliera, quindi non prenderai più di 6 compresse al giorno.

Paracetamolo: dose giornaliera per età e condizioni

Bambini di età inferiore ai 15 anni

Non devono assumere paracetamolo da 1 g, tuttavia quelli di età superiore ai 12 anni il cui peso supera i 43 kg possono assumere mezza compressa (500 mg) ad intervalli di 4 ore con un massimo di 5 colpi, cioè non verranno somministrati più di 2 compresse e mezzo (prendendo metà ogni volta) in 24 ore. Oppure possono assumere una compressa di paracetamolo da 650 mg ogni 4 o 6 ore in qualsiasi momento senza superare le cinque dosi giornaliere.

Bambini dai 6 agli 11 anni

nel frattempo, possono assumere due compresse e mezzo al giorno con un massimo di 650 mg di paracetamolo. Pertanto, prenderanno mezza compressa da 650 mg in ciascuna dose ad intervalli di 4-6 ore.

Neonati e bambini sotto i 6 anni

Non prenderanno il paracetamolo se non indicato dal pediatra. Esistono alcuni farmaci simili al paracetamolo con una composizione inferiore stabilita per questi casi.

Come prendere il paracetamolo

La dose indicata non deve mai essere superata e nei bambini di età inferiore ai 15 anni è meglio consultare un medico prima di somministrare loro il paracetamolo. Se hai assunto più paracetamolo di quanto dovrebbe (sia adulti che bambini), devi consultare immediatamente un medico o andare al pronto soccorso, anche se non noti alcun sintomo, poiché questi possono comparire dopo 3 giorni. I sintomi di un sovradosaggio di paracetamolo possono includere:

  • vertigini
  • vomita
  • Perdita di appetito
  • Ingiallimento della pelle e degli occhi (ittero)
  • Dolore addominale

Se si dimentica una dose , non si deve raddoppiare la dose per compensare, se si ha dolore o febbre, prendere Paracetamol quando è stato concordato e distanziare il successivo tenendo conto di quest'ultima dose o attendere la dose successiva.

Precauzioni e possibili effetti avversi

Il paracetamolo, come qualsiasi medicinale, può causare effetti indesiderati, sebbene siano rari, come ipotensione (bassa pressione sanguigna) o disagio. Inoltre, può causare allergie . Se durante l'assunzione di Paracetamolo hai sintomi di allergia come arrossamento degli occhi e prurito agli occhi, orecchio o gola, starnuti o persino gonfiore alla gola vai immediatamente dal medico, specialmente se si verifica quest'ultimo.

Durante la gravidanza e l'allattamento, consultare un medico o un ginecologo in caso di assunzione di paracetamolo. Qualsiasi farmaco assunto durante la gravidanza può influire su questo o sul feto, quindi è necessario consultare il proprio medico prima. Lo stesso vale per l'allattamento poiché il paracetamolo passerà nel latte materno.

Le persone che consumano regolarmente alcolici (tre o più bevande al giorno, che si tratti di birra, vino, alcolici ...) devono stare attenti al paracetamolo e ciò potrebbe causare danni al fegato. Tieni presente che i pazienti con malattie epatiche devono consultare il proprio medico prima di assumere Paracetamol e il loro intervallo tra l'assunzione e l'assunzione dovrebbe essere maggiore di 8 ore. In ogni caso non devono superare i 2 g al giorno (una compressa da 1 gr alla volta). Lo stesso vale per gli alcolisti cronici che dovrebbero assumere solo due bustine da 1 g, due compresse da 1 g o tre compresse da 650 mg al giorno.

Anche i pazienti con malattia renale non devono assumere più di 2 g al giorno, se necessario divisi in dosi di 500 mg (1 g di compressa) e il medico indicherà in ogni caso l'intervallo di assunzione.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a quanto spesso viene assunto il paracetamolo, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di farmaci e test medici.

Raccomandato

I migliori psicologi a Santander
2019
Psicologia generale: il neurone
2019
Rimedi domestici all'odore ascellare
2019