Quanto dura un'erezione?

Tutto ciò che ha a che fare con la sessualità provoca molti tabù, paure e traumi, troppo spesso infondati. È molto difficile sapere cos'è la normalità e se ciò che accade nei nostri corpi è qualcosa di solito o sfugge alla norma, tutto ciò che sappiamo è perché ci hanno detto ed è già noto che, in questi aspetti, le persone di solito mentono apparire

Se sei un uomo e non sei sicuro che le tue erezioni siano troppo corte o lunghe o se sei una donna e non sai se le erezioni del tuo partner sono normali, ti risponderemo.

In ONsalus abbiamo proposto di risolvere alcuni di questi dubbi che possono sorgere e un esempio di questo è questo articolo in modo da sapere quanto dura un'erezione .

Come si verifica un'erezione

Prima di tutto è necessario capire come si verifica un'erezione e quali sono i cambiamenti che si verificano nel corpo per renderlo possibile. L'indurimento e l'ingrossamento del pene sono il risultato di un lavoro congiunto tra ormoni, vasi sanguigni, muscoli e nervi dopo una stimolazione sessuale, sia a livello uditivo, visivo, tattile o semplicemente mediante stimolazione mentale.

Quando il tuo cervello elabora questo stimolo, invia segnali attraverso i nervi in ​​cui ordina ai muscoli del pene di rilassarsi e in modo che il sangue possa fluire attraverso di loro, quindi viene chiamato il tessuto spugnoso del pene o del muscolo cavernoso. Quando il sangue entra, le vene si chiudono in modo che non fuoriesca più, quindi, per accumulo, viene ingrandito e diventa più duro, in un processo simile a quando un palloncino viene riempito con acqua.

Quando la stimolazione termina, se il sesso è stato praticato sarà dopo l'eiaculazione, le vene del pene si riaprono per lasciare il posto al sangue, che ritorna al corpo, lasciando nuovamente i muscoli del pene in uno stato di rilassamento. Ma quanto dura questo processo? Quanto dovrebbe durare? Allora te lo spieghiamo.

Quanto dura un'erezione?

In materia sessuale non abbiamo un significato molto ben definito, quindi non possiamo sapere cosa è comune e cosa è strano, in questo modo è normale pensare che le nostre erezioni durino un po '- o troppo - o che il tuo partner finisca troppo rapidamente a letto .

Prima di tutto devi chiarire una cosa, l'erezione termina quando si verifica l'eyraculation e il pene entra nel periodo refrattario, questo è un periodo di riposo prima che possa riemergere. Molte persone credono che le loro erezioni durino poco quando il problema è che eiaculano troppo rapidamente. L'eiaculazione precoce riduce i tempi di erezione, ma non presuppone alcuna disfunzione erettile.

Quanto dura un'erezione?

La durata media di un'erezione durante il rapporto sessuale è di circa 14 minuti, entro questi 14 minuti sono inclusi anche quelli preliminari, la penetrazione di solito dura tra 8 e 10 minuti. Ma come abbiamo detto prima, questa durata ha poco o nulla a che fare con l'erezione, ma con l'eiaculazione. Un uomo può mantenere un'erezione per 30 a 45 minuti se non eiacula prima, qualcosa che si verifica ogni notte in quella che viene chiamata tumescenza notturna del pene, popolarmente conosciuta come erezione mattutina.

Possiamo parlare della disfunzione erettile solo quando le erezioni non durano abbastanza a lungo per mantenere una relazione sessuale soddisfacente o quando l'erezione non si verifica. Cioè, quando il tuo pene decade prima che sia stato in grado di eiaculare o non riesca a erigersi da solo nonostante sia stato stimolato sessualmente.

Quanto tempo è poco e quanto è troppo

Quanto tempo è breve

Come hai appena visto, sarà necessario distinguere se l'erezione termina a causa dell'eiaculazione o se lo fa per un altro motivo. Circa il 30% degli uomini ritiene di soffrire di eiaculazione precoce, ma la causa è che non sono sicuri di quanto dovrebbe durare. Per poter considerare che l'eiaculazione è prematura, l'uomo deve raggiungere l'apice prima di 2 minuti dopo aver iniziato la penetrazione e molti lo fanno anche prima di consumarlo.

D'altra parte, l'erezione dura poco quando scompare prima di raggiungere l'orgasmo . In questo caso parleremo di un problema di disfunzione erettile che, se prolungato nel tempo, richiederebbe un trattamento medico per chiarire se ha una causa fisica o psicologica. Queste perdite di erezione, che sono popolarmente conosciute come trigger, di solito hanno un'origine psicologica, causata da stress, desiderio di piacere e nervosismo.

Nei seguenti articoli di ONsalus ti forniamo alcuni suggerimenti per l'alimentazione e rimedi casalinghi per il trattamento della disfunzione erettile.

Quanto tempo è troppo

Quando un'erezione supera le 4 ore e anche prima, l'uomo inizia a provare un po 'di dolore. Sebbene la maggior parte di questi casi si verifichi quando vengono assunte pillole per stimolare l'erezione, esiste una malattia chiamata priapismo, a causa della quale il pene non è in grado di tornare al suo stato flaccido. Se non trattato nel tempo, il priapismo può causare disfunzione erettile cronica, totale o parziale.

Tuttavia, in una questione di sesso è meglio mettere da parte le medie e le medie, quindi, fintanto che l'erezione non produce dolore ed entrambi i membri della coppia si sentono a proprio agio e a proprio agio, che è più o meno durevole non dovrebbe essere motivo di preoccupazione

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a quanto dura un'erezione, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Sistema riproduttivo maschile.

Raccomandato

Palla al seno: cause e soluzioni
2019
5 ricette per fegato grasso
2019
L'amore ti sceglie
2019