Qual è lo stress test in cardiologia?

Il cuore è il principale pacemaker del funzionamento dell'intero organismo, essendo il suo buon funzionamento fondamentale per la nostra sopravvivenza e qualità della vita. Il monitoraggio e la cura della propria salute sono importanti per chiunque desideri coltivare una vita di lunga durata e godere della piena attività di qualsiasi attività.

Uno dei test più completi per determinare il funzionamento di questo organo è lo stress test, con il quale è possibile trovare o prevedere danni e una grande varietà di malattie. Se continui a leggere il seguente articolo ONsalus sarai in grado di sapere in cosa consiste lo stress test in cardiologia, quali sono i suoi scopi e la procedura per eseguirlo.

Che cos'è uno stress test cardiaco?

Lo stress test cardiaco o ergometria è una valutazione medica che mira a valutare le prestazioni del cuore, sia a riposo che durante un'attività che richiede uno sforzo fisico, contrastando entrambe le situazioni e riuscendo a misurare il massimo grado di sforzo che il paziente dovrebbe fare se si desidera evitare incidenti cardiovascolari o altri sintomi o sintomi cardiaci e / o cardiorespiratori.

Cosa può essere diagnosticato in uno stress test cardiaco?

Poiché si tratta di un esame molto completo (richiede fino a un'ora), attraverso di esso è possibile valutare un'ampia varietà di caratteristiche di funzionamento cardiaco e rilevare anomalie o malattie dell'arteria coronarica, nonché la loro gravità. Le principali diagnosi possibili sono:

  1. Stenosi aortica
  2. Aritmie impercettibili a riposo.
  3. Cardiopatia ischemica: angina pectoris e rischi di infarto del miocardio.
  4. Insufficienza cardiaca
  5. Alta pressione sanguigna
  6. Cardiopatia congenita e sua gravità.

Inoltre, lo stress cardiaco è frequentato da atleti ad alte prestazioni, che desiderano valutare la loro massima assicurazione potenziale di sforzo, o da coloro che hanno già avuto un incidente cardiaco o cardiorespiratorio e devono monitorare l'avanzamento del recupero dopo tale evento. È usato per osservare l'effetto dei farmaci sul cuore.

Come è la procedura di uno stress test cardiaco

Questo test, anche se dura almeno un'ora, è notevolmente semplice per il paziente . In preparazione a ciò, chi sarà valutato dovrebbe seguire le seguenti linee guida di base:

  • Non consumare prodotti contenenti caffeina almeno 4 ore prima del test. Cioè, ritirare caffè, tè, derivati ​​del cacao e bevande analcoliche.
  • Non fumare o consumare alcolici per lo stesso periodo di tempo.
  • Non aver mangiato o bevuto per almeno 3 ore ed evitare i dolci, poiché lo zucchero nel sangue può alterare le prestazioni.
  • Se bevi acqua almeno 45 minuti prima del test.
  • Evitare il digiuno prolungato, a meno che il medico non lo dica.
  • Non esercitare un impatto elevato o inappropriato dall'ultima notte.
  • Evitare di assumere antidolorifici, tranquillanti o altri farmaci a meno che il medico non lo permetta.
  • Indossa scarpe comode e abbigliamento sportivo che può essere facilmente rimosso.

All'inizio, il medico valuterà la funzione cardiaca anche a riposo, sia sdraiato che seduto o in piedi. Tra le attrezzature da utilizzare da questo stadio è l'elettrocardiografo, che consiste nel posizionare diversi elettrodi attorno alla cassa toracica . Il monitoraggio elettrocardiografico verrà mantenuto per tutta la durata del test, sia durante l'esercizio fisico che a riposo e verrà inoltre eseguito periodicamente o costantemente (anche in base alla tecnologia disponibile) valutazioni della pressione arteriosa .

Per lo stress test, è possibile seguire diversi protocolli di esercizio e difficoltà, mettendo il paziente a correre su un tapis roulant (tapis roulant) o cyclette. È normale aumentare la difficoltà (resistenza) ogni 3 minuti, con questa fase del test di esercizio che ha una durata media massima di 12-15 minuti di esercizio o fino a quando nel paziente non sono evidenti segni che meritano di interrompere o sospendere la valutazione. A seconda del protocollo programmato, verranno aggiunte o meno 1 o più interruzioni.

Tra i principali indicatori che meritano la sospensione dell'esercizio prima del completamento del protocollo sono:

  • Dolore o sensazione di oppressione al petto.
  • Aritmie cardiache e / o respiratorie.
  • Cambiamenti improvvisi o indesiderati della pressione sanguigna.
  • Capogiri, nausea
  • Disagio intestinale
  • Stanchezza.
  • Anemia o pallore.
  • Sudore freddo
  • Mancanza di sufficiente apporto di ossigeno al cuore rilevato dall'elettrocardiogramma.
  • Intervallo di frequenza cardiaca massimo desiderato.

Una volta completato lo stress test, viene eseguito il monitoraggio finale (in attesa di alcuni minuti di riposo) e nella maggior parte dei casi si consiglia al paziente di non eseguire un intenso esercizio fisico per il resto della giornata.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Qual è lo stress test in cardiologia?, ti consigliamo di inserire la nostra categoria Sangue, cuore e circolazione.

Raccomandato

Infusioni consentite durante la gravidanza
2019
Paura della folla o enoclofobia: sintomi, cause e trattamento
2019
Cos'è la setticemia e come viene curata
2019