Puoi mangiare i crostacei durante la gravidanza?

Il pesce è uno degli alimenti più squisiti che esista, ma anche uno dei peggiori conosciuti nella dieta di una donna incinta. È possibile o meno consumare frutti di mare e pesce durante la gravidanza? La verità è che ha molti benefici per la futura mamma e il feto, ma finché vengono scelte le varietà giuste, vengono cucinate bene e in modo sano e non consumano eccessivamente. Soprattutto, durante questa fase, è essenziale evitare il consumo di pesce crudo o crostacei e optare per quelle varietà con una minore quantità di mercurio per non mettere in pericolo la salute del bambino o della donna incinta. Continua a leggere questo articolo di ONsalus per conoscere tutti i dettagli sul problema: puoi mangiare i crostacei durante la gravidanza?

Posso mangiare frutti di mare in gravidanza?

I grassi che hanno i molluschi sono per lo più sani, oltre ad avere anche l'omega-3, un elemento che rende il colesterolo più basso, specialmente se assunto regolarmente, che aiuta anche a ridurre il rischio di malattie cardiache. Pertanto, i frutti di mare hanno benefici molto significativi e, inoltre, è stato sottolineato che, consumati nelle quantità appropriate e prendendo le corrispondenti precauzioni, può essere molto utile per lo sviluppo neurale del feto, contribuendo a migliorare la capacità motoria futura e la memoria.

Tuttavia, durante la gravidanza, frutti di mare e pesce costituiscono uno degli alimenti con cui è necessario prestare particolare attenzione per vari motivi. Pertanto, prima della domanda di poter mangiare frutti di mare in gravidanza, possiamo rispondere di sì, ma fintanto che vengono prese in considerazione le indicazioni mediche e le seguenti raccomandazioni per evitare di danneggiare la salute del feto e della futura madre:

  • Non dovresti mangiare crostacei o pesce crudo, poiché ciò aumenta notevolmente il rischio di contrarre qualche tipo di infezione o intossicazione alimentare, come toxoplasmosi, anisakis o salmonellosi. Carpacci, ostriche, sushi ..., questi tipi di preparati crudi possono contenere microrganismi o agenti patogeni pericolosi che possono influire sulla salute della futura madre o del feto.
  • Si consiglia inoltre di moderare il consumo di quei molluschi o pesci che sono più ricchi di mercurio, poiché questo minerale in grandi quantità può causare problemi nello sviluppo del feto.
  • Nonostante quanto sopra, si consiglia di mangiare una quantità di 340 grammi di pesce e crostacei durante la gravidanza per ottenere tutti i benefici dei suoi nutrienti. Naturalmente, prestando sempre attenzione alle indicazioni mediche e conoscendo quale varietà di frutti di mare e pesce è meglio consumare, così come il modo di preparazione o cottura.

Quali frutti di mare e pesce mangiare in gravidanza

Tra i molti frutti di mare e pesce che possono essere consumati durante la gravidanza, ci sono quelli che dettagliamo di seguito:

  • salmone
  • scampi
  • Tonno in scatola
  • merluzzo
  • camarones
  • pesce gatto
  • sardine
  • aringhe
  • acciuga
  • triglie
  • Sugarello
  • merlango
  • calamaro
  • nasello
  • tamponare

Idealmente, preparare alla griglia o cotto, in quanto sono i modi più sani per consumarli. Sì, è importante evitare di combinarli con le salse o qualsiasi altro compagno che abbia un alto contenuto di grassi e calorie, puoi prepararli con insalata o con una zuppa e, inoltre, sarà molto salutare.

Se sei una persona che di solito ha una digestione lenta e pesante, non è altamente raccomandato mangiare frutti di mare durante la gravidanza, poiché la sua composizione ricca di proteine ​​fibrose rende un po 'più difficile da digerire rispetto a qualsiasi altro cibo. Tuttavia, non dimenticare di consultare sempre il tuo medico nel caso in cui ci sia un pesce specifico nel tuo caso che non potresti mangiare.

Quali frutti di mare e pesce evitare durante la gravidanza

  • Pesce molto ricco di mercurio: imperatore, pesce spada, squalo, tonno fresco, aghi, blanquillo.
  • Tutte le varietà affumicate, salate o marinate comportano il rischio di essere contaminate dal parassita dell'anisakis, quindi è meglio optare per le varietà cotte.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Puoi mangiare i crostacei durante la gravidanza? Ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Punti positivi di solitudine
2019
Come stimolare il nervo vago naturalmente
2019
Depressione postpartum: sintomi, durata e trattamento
2019