Profilo psicologico di una persona suicida

Il suicidio è una delle principali cause di morte a causa di fattori esterni in tutto il mondo, questo fenomeno è strettamente legato a gravi problemi psicologici e disturbi della personalità che devono essere identificati in tempo per evitare esiti fatali. Una volta determinati questi problemi, possiamo cercare di evitare comportamenti futuri e tentativi di suicidio.

Una persona con tendenze suicide di solito segue un certo modello di comportamenti e pensieri, anche se è vero che ci sono differenze individuali e diversi fattori scatenanti, possiamo imparare a identificare una persona con caratteristiche suicide prima di compiere qualsiasi pericoloso tentativo autolitico. Se vuoi sapere qual è il profilo psicologico di una persona suicida, ti invitiamo a continuare a leggere questo articolo.

Tratti suicidari della personalità

C'è qualche personalità con più tendenza al suicidio?

La risposta è SÌ. Il comportamento suicidario è un fenomeno che è stato studiato in modo approfondito, con queste ricerche sono state in grado di stabilire modelli di personalità tipici negli individui suicidi. Tra questi modelli, evidenziamo quanto segue:

  • Impulsività: uno dei principali fattori che scatenano comportamenti autolesionistici è l'impulsività. Non pensando due volte al pericolo di tali atti, molte persone finiscono per ferire e persino pentirsi in seguito.
  • Bassa autostima: sentirsi meno degli altri può innescare tendenze e pensieri legati alla scomparsa e all'elusione del mondo in generale.
  • Poche abilità sociali: un fattore nella prevenzione del comportamento suicidario è il fatto di essere circondati da persone che ci sostengono e si prendono cura di noi, la mancanza di abilità sociali comporta una rete di supporto più debole e meno aiuto dai propri cari.
  • Sentimenti di solitudine: legati al punto precedente, quando non abbiamo molte persone che possono prendersi cura di noi o sostenerci, i pensieri suicidi possono arrivare con maggiore intensità. Sentirsi soli quando stiamo attraversando momenti difficili può farci pensare che siamo sacrificabili e che non sarebbe successo nulla di brutto se morissimo.
  • Mancanza di strategie di coping: attraversiamo tutti momenti difficili della nostra vita. Tuttavia, siamo in grado di cavarcela grazie a diversi strumenti personali, resilienza e forza interiore. La mancanza di tali strategie può far apparire molti comportamenti legati al suicidio poiché è stato stabilito come soluzione a tutti i problemi.

Cosa pensa una mente suicida

È molto difficile capire perché una persona si suicida, che tipo di pensieri può avere qualcuno contro il proprio istinto di sopravvivenza?

Come abbiamo detto prima, si osservano modelli e tratti psicologici molto caratteristici nelle persone che hanno pensato di suicidarsi o hanno tentato. Queste caratteristiche possono formare pensieri molto specifici che alimentano sentimenti e impulsi suicidi, alcune delle cose che una mente suicida può pensare sono:

  • Nessuno mi ama
  • Sono una persona superflua per gli altri
  • Faccio tutto sbagliato, non vale la pena fare nulla con la mia vita
  • Se sparissi, nessuno se ne accorgerebbe
  • Solo la morte può far svanire il mio dolore interno

Se conosci qualcuno che ha espresso questi pensieri o sei stato in grado di pensarci, è di vitale importanza che tu vada da uno specialista per affrontare efficacemente questo problema.

Disturbo della personalità e suicidio

Esiste un altro fattore di rischio elevato di suicidio: BPD o disturbo borderline di personalità. Questo disturbo è caratterizzato da un modello di comportamenti impulsivi, difficoltà a entrare in empatia con altre persone, sentimenti di solitudine e relazioni personali turbolente e instabili.

I tentativi di suicidio nei pazienti con diagnosi di questo disturbo sono la prima causa di ricovero in ospedale per questi individui. Inoltre, la percentuale di suicidi commessi in questi pazienti sale al 10%. Cioè, una persona su dieci con un disturbo borderline di personalità pone fine alla propria vita. Questi dati allarmanti possono servire da segnale per iniziare a trattare correttamente le persone con BPD.

Rapporto tra suicidio e depressione

La depressione è stata la malattia più associata al comportamento suicidario. In Messico, la prevalenza nazionale della depressione nella popolazione adulta nel 2004 era del 4, 5% 1

Le caratteristiche di un episodio depressivo coincidono fortemente con il profilo psicologico di una persona suicida : pensieri negativi verso se stessi, frustrazione per la vita, sentimenti di solitudine ... tutto ciò sembra favorire un individuo che vuole porre fine alla propria vita.

Sebbene la depressione sia fortemente correlata al suicidio, ci sono molte altre patologie mentali che guidano e alimentano i pensieri suicidi, ad esempio il disturbo bipolare, la schizofrenia o il già menzionato TLP.

È importante indicare che la maggior parte delle condizioni di malattia non sono "pure". Cioè, una persona di solito presenta diversi problemi caratteristici di una psicopatologia o dell'altra e interagiscono tra loro. Ecco perché è difficile stabilire con precisione e cifre esatte una relazione tra suicidio e specifiche malattie mentali.

Trattamento dopo un tentativo di suicidio

Può darsi che qualcuno abbia tentato il suicidio e che ciò ci sorprenda. Potremmo non aver prestato sufficiente attenzione ai segnali di allarme, tuttavia, abbiamo ancora tempo per aiutare quella persona.

Qual è il protocollo da seguire dopo un tentativo di suicidio?

In questo caso, ci sono linee guida abbastanza specifiche per impedire a una persona di riprovare a togliersi la vita. Il primo passo si basa sulla ricezione di cure cliniche e cure mediche per stabilire una certa stabilità fisiologica.

In secondo luogo, un team di esperti è responsabile della valutazione psichiatrica della persona e della sua segnalazione ai servizi più appropriati per il tipo di aiuto di cui ha bisogno. In questi casi, quando qualcuno ha già tentato il suicidio, di solito viene prescritto un tipo di farmaco per contenere e controllare pensieri o idee suicidari.

Se conosciamo qualcuno del nostro ambiente che sta attraversando una situazione simile e vogliamo aiutarti, possiamo fare quanto segue:

  1. Suggerire di visitare uno specialista per ricevere assistenza professionale
  2. Fornirti linee guida e strategie per migliorare le tue abilità sociali
  3. Aiutarti a costruire i tuoi punti di forza personali
  4. Ti mostra che non sei solo e che, con un piccolo sforzo, puoi vivere una vita piena e felice

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili al profilo psicologico di una persona suicida, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

riferimenti
  1. Espinosa, JJ, Grynberg, BB e Mendoza, MPR (2009). Rischio e mortalità suicida in pazienti con disturbo borderline di personalità (BPD), in un ospedale psichiatrico. Salute mentale, 32 (4), 317-325.

Raccomandato

Benefici dell'allungamento al mattino
2019
Suggerimenti per prevenire l'affaticamento degli occhi
2019
Non ho amici e mi sento solo: cosa devo fare?
2019