Posso fumare dopo un'endoscopia?

L'endoscopia è una procedura che consente di guardare all'interno del corpo e per questo viene utilizzato un endoscopio, che è un tubo flessibile, lungo e sottile che viene infine attaccato a una luce molto piccola e una fotocamera per dirigere correttamente questo strumento. attraverso le cavità e il tessuto fino a raggiungere l'area di interesse. È una procedura molto semplice che di solito non dura più di 30 minuti, a seconda dell'area da esplorare.

Esistono anche diversi tipi di endoscopia e, a seconda di quale si è sottoposti, le istruzioni del medico sulla cura che dovresti avere prima e dopo saranno diverse. In alcuni è severo che la persona digiuni o segua una dieta speciale, mentre altri non hanno bisogno di una misura particolare. Tuttavia, un requisito molto comune è che i fumatori si astengano da questa abitudine prima di sottoporsi alla procedura, ma sorge la domanda: posso fumare dopo un'endoscopia ? Per conoscere questa risposta puoi continuare a leggere questo articolo di ONsalus.

A cosa serve l'endoscopia?

L'endoscopio è uno strumento medico attraverso il quale è possibile osservare in dettaglio alcune parti interne del corpo, mentre allo stesso tempo attraverso il tubo o la sonda è possibile introdurre piccoli strumenti che aiutano lo specialista a prelevare un campione di tessuto, estrarre del materiale che Non dovrebbe essere in quel posto, eliminare i tumori, fermare qualsiasi sanguinamento, curare le malattie, tra gli altri.

È particolarmente indicato perché è una procedura minimamente invasiva ed è l'opzione preferita se il risultato è uguale o migliore della chirurgia a cielo aperto. Questo perché, a differenza dell'intervento chirurgico che di solito viene eseguito con tagli di notevoli dimensioni per raggiungere l'area da trattare e che il recupero può essere lento, per l'endoscopia la sonda viene inserita attraverso le aperture naturali come la bocca, il viene eseguita l'uretra e l'ano o una piccola incisione, che guarisce rapidamente.

Esistono anche diversi tipi di endoscopia in base all'area da esaminare e ciascuno di essi serve a rilevare o trattare numerose alterazioni. I più comuni sono:

  • Broncoscopia per il sistema respiratorio.
  • Endoscopia del tratto digestivo superiore o EGD che include l'esofago, lo stomaco e la prima parte dell'intestino tenue
  • Laparoscopia per osservare gli organi addominali come l'appendice o le ovaie.
  • Colonscopia nel caso del colon e del retto.
  • anoscopia per esaminare il rivestimento dell'ano.

Preparazione dell'endoscopia

A seconda del tipo di endoscopia, le istruzioni del medico varieranno prima di sottoporsi alla procedura. Tuttavia, se questi non vengono eseguiti come indicato, il risultato può essere modificato, quindi è possibile che l'esplorazione debba essere ripetuta in un'altra data. In generale, la preparazione per l'endoscopia può includere:

  • Il digiuno da 4 a 12 ore prima della procedura. Questa volta può variare a seconda del tipo di endoscopia.
  • Non fumare o bere alcolici dal giorno prima dell'endoscopia.
  • Smetti di usare il giorno della procedura o un giorno prima di alcuni farmaci, come acido acetilsalicilico, ibuprofene, naprossene, fluidificanti del sangue, antidepressivi, farmaci per la pressione alta e diabete.
  • Non masticare la gomma.
  • Nell'esame dell'intestino può essere indicato di svuotare l'intestino con un lassativo o un clistere e bere molti liquidi limpidi da 1 a 3 giorni prima dell'endoscopia.

Puoi fumare dopo l'endoscopia?

In alcuni tipi di endoscopia si richiede rigorosamente che il paziente non fumi per almeno 12 ore prima di eseguire la procedura, in particolare nella broncoscopia e nell'endoscopia del tratto digestivo superiore. Questo perché tale abitudine, come l'alcol e altri stimolanti, può interagire con la somministrazione di anestetici e sedativi, sia generali che locali, e influenzare le funzioni del fegato, del cuore o dei polmoni.

L'applicazione di anestetici serve a prevenire il disagio del paziente durante la procedura, quindi il suo effetto è di rilassare i riflessi e le difese del corpo. Pertanto, se hai fumato un paio d'ore prima dell'endoscopia, le sostanze nocive che accompagnano la sigaretta possono reagire con il rilassamento del corpo e corri il rischio di complicanze durante o dopo l'endoscopia, soprattutto se oltre a esplorare L'interno esegue una procedura come l'eliminazione o il trattamento di qualsiasi alterazione nell'area di interesse.

Mentre questa è una regola molto severa nella preparazione del paziente, alcune persone potrebbero chiedersi, posso fumare dopo un'endoscopia ? Questo, come altre cure post-procedura, dipenderà dal tipo di endoscopia e dal motivo per cui è stata eseguita.

In generale, è consigliabile non fumare dopo un'endoscopia, almeno non immediatamente perché l'effetto dei sedativi può richiedere diverse ore per scomparire completamente. Inoltre, dopo la procedura il paziente viene solitamente trasferito in un'area di recupero per monitorare la pressione sanguigna e il polso, l'attesa può essere di un'ora in cui la sedazione diminuisce e poiché si tratta di una procedura ambulatoriale non è necessario passare la notte in il centro medico, ma durante la permanenza in questo il paziente non sarà in grado di fumare.

Tuttavia, anche se sei dimesso, ciò non significa che non dovresti prenderti cura di te, poiché l'effetto del sedativo può impedire che le attività quotidiane vengano svolte correttamente. È importante non fumare prima di ripristinare il cibo, che di solito è lento nelle prime ore dopo la procedura, questo per evitare effetti collaterali dopo l'endoscopia come nausea e vomito.

Un altro motivo per cui non è possibile fumare dopo l'endoscopia è che se il catetere veniva inserito attraverso la bocca, è probabile che la gola si infiammasse e si avvertisse dolore, i cui sintomi possono scomparire entro 1 o 2 giorni. Questi disagi possono essere intensificati o prolungati dall'effetto delle sostanze irritanti della sigaretta, è meglio aspettare di essere completamente recuperati.

È opportuno che dopo aver subito un'endoscopia il paziente non fumi durante le prime 24 ore, tuttavia, se sei un fumatore, dovresti consultare direttamente lo specialista su questo dubbio, poiché i tempi di recupero possono dipendere da diversi fattori come Hai menzionato sopra o in questi casi potrebbe indicare il fumo in una piccola quantità dopo un certo tempo.

Cura dopo l'endoscopia

Altre cure necessarie che il paziente dovrebbe considerare una volta dimesso sono:

  • Attendere almeno un'ora dopo la procedura prima di bere liquidi e mangiare, è opportuno iniziare a bere piccoli sorsi e quando è più facile da masticare includere piccole quantità di cibo.
  • Monitorare il sito in cui è stata posizionata la linea endovenosa sedativa, che non è arrossata o infiammata.
  • Chiedi allo specialista quando riprendere l'assunzione di farmaci se fosse sotto altri trattamenti.
  • Non guidare un'auto o utilizzare macchinari pesanti per le successive 24 ore.
  • Non andare al lavoro per il resto della giornata, perché per sedazione non sarai in grado di svolgere le funzioni o prendere decisioni correttamente.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Posso fumare dopo un'endoscopia? Ti consigliamo di inserire la nostra categoria di farmaci e test medici.

Raccomandato

I diversi tipi di invidia
2019
Malattia viola: cause, sintomi e trattamento - con foto
2019
Rimedi domestici per cute secca
2019