Possibili sequele di trombosi polmonare

La trombosi polmonare è una malattia che viene frequentemente osservata nei servizi di emergenza di qualsiasi ospedale, è causata da un coagulo che blocca i vasi sanguigni polmonari. Non è un'entità di diagnosi facile, quindi è importante sospettarlo conoscendo: fattori di rischio, come malattie precedenti, interventi chirurgici recenti, gravidanza, parto o viaggi prolungati, tra gli altri, test di laboratorio come D-dimero e tecniche imaging, come la tomografia computerizzata angiografia dei polmoni.

Nel seguente articolo di ONsalus, spiegheremo in dettaglio quali potrebbero essere le possibili conseguenze della trombosi polmonare.

Trombosi polmonare: sintomi

La trombosi polmonare può verificarsi in varie forme, sebbene il segno principale sia la difficoltà respiratoria. Alcuni pazienti possono manifestare altri sintomi come:

  • Il dolore pleuritico, questo è il dolore al petto dovuto all'irritazione della pleura, che è lo strato che circonda i polmoni, appare fino al 50% dei pazienti.
  • Dolore al centro del torace, che potrebbe essere confuso con il dolore causato da un infarto.
  • Tosse, di solito senza catarro, anche se se ci sono catarro, hanno sangue.
  • La sincope dovuta a insufficienza circolatoria, appare nel 10% dei pazienti.
  • Tachicardia (battito cardiaco molto veloce) e tachipnea (respirazione molto veloce).

Ogni volta che si trovano questi segni ed è noto che la scatola della trombosi polmonare è stata installata improvvisamente, le estremità inferiori vengono esplorate alla ricerca della causa del coagulo, si può trovare la trombosi venosa profonda, che è la formazione di un coagulo o di diversi coaguli molto grande che blocca la circolazione venosa in una delle gambe.

Trattamento di trombosi polmonare

Il trattamento della trombosi polmonare si concentra sulla prevenzione dell'eventuale intasamento di qualsiasi altro coagulo di una nave e sull'evitare le conseguenze dell'attuale trombosi polmonare. Il trattamento preventivo della trombosi polmonare viene eseguito con anticoagulanti, inizialmente indicati con eparina somministrata per via endovenosa, quindi altri possibili trattamenti da seguire come:

  • Trattamento trombolitico : questo trattamento della trombosi polmonare cerca di annullare il coagulo formato in modo che i vasi sanguigni non vengano staccati e coperti.
  • Embolectomia percutanea o chirurgica : questo trattamento della trombosi polmonare rimuove l'intero coagulo dalla vena in cui si è formata, può essere percutaneo, cioè attraverso una piccola incisione nella zona del coagulo, o chirurgico, in cui un chirurgia a cielo aperto

Possibili sequele di trombosi polmonare

Tra le sequele che possono verificarsi dopo avere una trombosi polmonare ci sono le seguenti:

  • Complicanze del trattamento: la principale complicazione del trattamento della trombosi polmonare è il sanguinamento, poiché il trattamento viene eseguito con anticoagulanti, in modo che qualsiasi ferita possa impiegare molto tempo a guarire e i lividi (contusioni) possano verificarsi con piccoli colpi.
  • Trombosi polmonare ricorrente, circa il 30% dei pazienti che hanno sofferto di trombosi polmonare ne soffre nuovamente in qualche momento della vita, soprattutto perché è possibile che la malattia di base che ha causato la trombosi polmonare non possa essere curata. Un nuovo evento di trombosi polmonare ha un rischio di vita maggiore rispetto al precedente.
  • Sindrome posttrombotica: si verifica fino al 30% dei pazienti fino a 5 anni dopo aver avuto trombosi polmonare. Questa sindrome si manifesta in più fasi, all'inizio, l'infiammazione può essere osservata dall'accumulo di liquido in una caviglia e arrossamento della pelle di quell'area, quindi l'infiammazione diventa dura e può essere colorata in un tono rossastro o più scuro rispetto al resto della pelle, le depressioni bianche sono fatte con piccole macchie rosse e, infine, compaiono in quelle aree depresse ulcere che sono parti della caviglia o della gamba che non hanno pelle e possono espandersi o infettarsi se non trattate.
  • Ipertensione polmonare tromboembolica cronica : questo è il sequel della trombosi polmonare che può comparire in seguito. In questo sequel, i coaguli che inizialmente hanno bloccato i vasi sanguigni e che non sono stati rimossi con il trattamento, induriscono e bloccano permanentemente quel vaso sanguigno.

È molto importante che un paziente che abbia già sofferto di trombosi polmonare visiti regolarmente il proprio medico per rimanere il più sano possibile ed evitare l'insorgenza di un sequel o, se è già apparso un sequel, può essere trattato in un modo presto per evitare ulteriori complicazioni.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Possibili sequele di una trombosi polmonare, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di polmoni e vie respiratorie.

Raccomandato

Le tre maschere che nascondono la tua vera personalità
2019
Mind Psychologists Sevilla
2019
Definizione di rischio per la salute
2019