Perché le verruche genitali escono in gravidanza

Durante la gravidanza, il nostro corpo subisce molti cambiamenti per garantire lo sviluppo del bambino. Uno di questi è la diminuzione delle difese o del sistema immunitario, che può causare malattie. La presenza di condilomi è una di queste varianti. Tuttavia, se già ci preoccupiamo della presenza di lesioni nell'area intima, tutti gli allarmi possono essere attivati ​​durante la gravidanza.

Ecco perché in questo articolo di ONsalus, spieghiamo perché le verruche genitali escono durante la gravidanza e cosa fare prima di loro.

Verruche genitali in gravidanza

Verruche o condilomi genitali in gravidanza sono associati a papillomavirus umano o HPV. Sebbene questo nome possa allarmarti, è importante sapere che è un virus molto comune. Circa l'80% delle donne soffre di HPV e potrebbe non aver notato o diagnosticato.

L'HPV è principalmente una malattia a trasmissione sessuale, che può essere diffusa dalla prima relazione. Ci sono anche casi di contagio dopo il contatto con aree interessate come genitali, ano, retto o persino la bocca. Nel caso delle donne, una semplice citologia può dare la diagnosi.

La prima cosa da sapere è che ci sono molti ceppi di HPV e che la maggior parte non ha sintomi . Tuttavia, i ceppi più comuni si manifestano con la presenza di verruche genitali . Nella maggior parte dei casi, queste lesioni non sono visibili, quindi è importante attenersi al controllo di routine del ginecologo.

I condilomi o le verruche genitali hanno un aspetto che pone la forma di carne e cavolfiore. Alcuni possono essere piccoli, mentre altri possono svilupparsi e raggiungere dimensioni importanti. Di solito si trovano all'interno e all'esterno della vagina, della vulva, dell'ano e del retto.

Le verruche non causano prurito, prurito o dolore. Né irritazione o arrossamento della pelle. In molti casi possono passare inosservati al tocco o all'occhio del paziente, a causa della sua posizione o della consistenza morbida.

Nel caso delle future madri, non sfuggono all'uscita delle verruche genitali durante la gravidanza. I condilomi non rappresentano un rischio diretto per la formazione del bambino ; Tuttavia, la madre può infettare il bambino durante il parto naturale.

Perché le verruche genitali escono in gravidanza

Quando le verruche genitali compaiono nella donna incinta, normalmente, è perché la donna era già portatrice del virus e forse non lo sapeva. Ecco perché è spesso una sorpresa la presenza di verruche, che vengono osservate durante uno dei controlli prenatali.

Le ragioni per cui le verruche genitali escono in gravidanza in seguito hanno a che fare con i cambiamenti subiti dal corpo della donna per garantire lo sviluppo del bambino. Per esempio:

  • La naturale soppressione del sistema immunitario in modo che il corpo accetti il ​​feto.
  • Anche l'aumento delle perdite vaginali e degli ormoni contribuisce alla formazione di verruche.
  • Un altro fattore importante da considerare è lo stress e il cibo.

È importante che la madre abbia l'opportunità di avere una gravidanza tranquilla. I disturbi psicologici influenzano direttamente le difese della madre, così come una dieta squilibrata. Farina d'avena, yogurt e verdure sono alimenti che minimizzano gli effetti dello stress.

Come vengono rilevate le verruche genitali

A causa della sua posizione e caratteristiche, in molti casi è difficile notare le verruche a colpo d'occhio. Soprattutto durante la gravidanza, quando si perde la possibilità di visualizzare i genitali. Ecco perché è importante partecipare a tutti i controlli prenatali.

Di solito, gli specialisti eseguono diverse citologie durante la gravidanza, anticipando qualsiasi tipo di infezione nella cervice. Il modo più comune per identificare l'HPV è attraverso la citologia .

Nel caso in cui il risultato sia positivo, sarà necessario un esame specializzato per identificare il tipo di deformazione. Solo il 5-10% dei ceppi di HPV diagnosticati è associato al cancro cervicale. Il resto ha un trattamento comune o normale.

In che modo l'HPV influisce sul bambino

Sia il virus HPV che le verruche genitali non hanno alcun effetto sulla formazione del bambino . Tuttavia, c'è un avvertimento che una nascita naturale potrebbe infettare il bambino, dopo il contatto con le verruche.

In questi casi, gli specialisti assicurano che il virus non sia attivo al momento della consegna. In questo modo, il bambino può passare attraverso il canale vaginale senza rischio di infezione. Se, al contrario, il virus è attivo, il più indicato sarà quello di eseguire un taglio cesareo . Questo evita i rischi sia nel bambino che nella madre.

Cosa devo fare in presenza di verruche genitali in gravidanza

In caso di sospetto di HPV o presenza di verruche genitali, la prima cosa da fare è consultare un medico. Sebbene ci siano molti farmaci sul mercato per il trattamento delle verruche genitali, è importante che vengano applicati sotto controllo medico . Soprattutto nel caso di donne in gravidanza.

In generale, i trattamenti non sono invasivi, ma di applicazione topica. Solo alcuni casi, in cui le lesioni sono gravi o profonde, è necessario cauterizzare le verruche . Il trattamento corretto verrà determinato dal medico, pertanto da ONsalus ti consigliamo di consultare il medico il prima possibile in caso di dubbi o sospetti di HPV.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Perché le verruche genitali escono in gravidanza, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Punti positivi di solitudine
2019
Come stimolare il nervo vago naturalmente
2019
Depressione postpartum: sintomi, durata e trattamento
2019