Organizzazioni come sistema sociale e aperto

L' organizzazione è concettualizzata come un sistema sociale aperto. Scott sottolinea che la considerazione dell'organizzazione come un sistema aperto e complesso che consente una concettualizzazione integrativa di questo fenomeno e può includere dottrine classiche, interessate all'autonomia dell'organizzazione o alla sua struttura normativa e teorie neoclassiche, interessato all'operazione e agli aspetti informali che erano stati dimenticati da quelli.

Introduzione all'organizzazione come sistema

La teoria dei sistemi generali cerca di creare una scienza degli universali dell'organizzazione, una scienza universale che utilizza come punto di partenza gli elementi organizzativi comuni presenti in tutti i sistemi. Un approccio che concettualizza l'organizzazione come un sistema di variabili e parti reciprocamente interdipendenti. Lo studio delle parti strategiche o centrali del sistema, la natura della loro reciproca interdipendenza, i principali processi che le collegano e consentono l'adattamento reciproco e le finalità centrali di tali sistemi.

Negli sviluppi sperimentati dalla teoria delle organizzazioni della seconda guerra mondiale, il concetto di sistemi fu incorporato nel suo studio. Le organizzazioni sono definite come sistemi sociotecnici, come sistemi in cui intervengono le risorse umane e come sistemi coordinati per il processo decisionale in modo razionale con più livelli decisionali. Dobbiamo sistematizzare questi contributi e presentare una visione integrativa del concetto di organizzazione che descriva la sua natura complessa e multidimensionale.

Alcuni problemi teorici dimenticati

La concettualizzazione delle organizzazioni come sistema aperto focalizza l'attenzione su organizzazioni "mature" per adulti. Si trattava di comprendere il suo funzionamento e migliorare la sua manutenzione. Tuttavia, il problema dell'origine, della genesi e dello sviluppo è stato poco studiato. Sono state sviluppate 2 posizioni alternative:

  • Kimberley (1976) sottolinea che quando una persona lascia un'organizzazione per fondarne un'altra, porta con sé una serie di regole organizzative che troveranno espressione nella nuova organizzazione. Ciò spiegherebbe il processo generativo delle organizzazioni dagli altri attraverso la trasmissione di un "codice genetico" costituito da queste regole ed esperienze;
  • Pettigrew (1976), dall'analisi del comportamento di diversi imprenditori che hanno fondato nuove società, insiste sulla dimensione creativa al momento della loro creazione, piuttosto che sulla riproduzione di vecchie esperienze.

Il contributo della teoria dei sistemi generali allo studio delle organizzazioni

Miller (1978) nel suo lavoro "Sistemi viventi" definisce un sistema come un insieme (insieme) di unità che interagiscono mantenendo relazioni tra loro. Il set di parole implica che le unità hanno proprietà comuni. Proprietà essenziali se le unità interagiranno o interagiranno. Lo stato di ogni unità è limitato da, condizionato da o dipende dallo stato di altre unità. Le unità sono collegate. C'è almeno una misura della somma delle sue unità che è maggiore della somma di ogni misura delle sue unità. La struttura del sistema è definita come l'ordinamento dei suoi sottosistemi e componenti nello spazio tridimensionale in un determinato momento nel tempo, e il suo processo come qualsiasi cambiamento di materia, energia e informazione.

La teoria dei sistemi è interessata ai problemi di relazione, struttura e interdipendenza piuttosto che agli attributi costanti degli oggetti.

Boulding (1956) nella sua "teoria dei sistemi generali" afferma che lo scheletro della scienza distingue 9 diversi livelli di sistemi che salirebbero dalle strutture statiche, i più semplici, ai sistemi sociali e umani, i più complessi, attraverso Strutture informatiche come il termostato. I livelli sono ordinati in modo che a un livello superiore, più complessità. Più difficile è la sua concettualizzazione e più probabile che il sistema sia influenzato da eventi e fenomeni esterni. La gerarchia è:

  • Struttura statica, come la disposizione dei pianeti nel sistema sociale.
  • Semplici sistemi dinamici, come la maggior parte delle macchine e dei modelli della fisica newtoniana.
  • Sistemi aperti, che hanno strutture che si perpetuano da sole.
  • Il sistema genetico-sociale, con una certa suddivisione delle funzioni, include sottosistemi differenziati
  • Sistema animale, comprende l'autosensibilità e la mobilità e sottosistemi specializzati per ricevere ed elaborare informazioni che provengono dal mondo o dall'ambiente esterno.
  • Sistema umano, include la capacità di essere autocoscienti, auto-sensibili e di usare la simbolizzazione per comunicare idee.
  • Le organizzazioni sociali considerano gli esseri umani come sottosistemi all'interno di una grande organizzazione o sistema.
  • Sistemi trascendentali, che includono le alternative e le realtà che possono essere conosciute ma che devono ancora essere scoperte.

Per Boulding questa gerarchia è utile per esporre le lacune nella nostra conoscenza, che è inadeguata per sviluppare modelli matematici o di altro tipo che vadano oltre il 2 ° livello, cioè il livello di semplici strutture dinamiche. Le opinioni di Boulding sono particolarmente suggestive per una teoria della scienza, ma è interessante il luogo in cui le organizzazioni sociali umane sarebbero basate sulla loro tipologia, complessità e apertura.

Organizzazioni come sistemi aperti

Le organizzazioni sono caratterizzate come sistemi sociali aperti. Di fronte ai sistemi chiusi delle scienze fisiche, che consentono alle strutture autonome di essere considerate indipendenti dalle forze esterne, i sistemi aperti, come gli organismi biologici e sociali viventi, sono mantenuti grazie al flusso e riflusso di energia che attraversa i loro limiti. permeabile. Katz e Kahn sottolineano che la differenza essenziale tra un sistema aperto e un sistema chiuso può essere stabilita in termini di concetto di entropia e seconda legge della termodinamica. Un sistema si muove verso il suo equilibrio, l'entropia diventa massima e il sistema fisico raggiunge il suo equilibrio quando raggiunge lo stato di distribuzione più probabile dei suoi elementi. Nei sistemi sociali, la struttura tende più a una maggiore elaborazione che a una minore differenziazione, il che è dovuto al fatto che l'operazione di entropia è contrastata dall'importazione di energia, i sistemi viventi sono caratterizzati da un'entropia negativa piuttosto che positiva.

Limitazioni e problemi del sistema chiuso:

  • il disprezzo dell'ambiente come fonte di input per il sistema.
  • eccessiva preoccupazione per i principi di funzionamento interno.

Da queste inadeguatezze derivano gli approcci errati quando si tratta di spiegare i sistemi viventi e sociali:

  • Il sistema chiuso nega la possibilità del principio di equifinalità . Nei sistemi chiusi esiste un solo modo per raggiungere un determinato risultato. Le stesse condizioni iniziali devono portare allo stesso risultato finale, se nulla è cambiato, nulla cambierà. Un fatto che può essere vero in condizioni pienamente conosciute e determinate, ma che non si realizzano nei sistemi viventi o in quelli più complessi, come le organizzazioni;
  • Il sistema chiuso considera gli eventi ambientali dirompenti come un errore di varianza. Tuttavia, la teoria dei sistemi aperti sostiene che le influenze ambientali non sono una fonte di errore, ma sono integrate nel funzionamento del sistema e questo non può essere adeguatamente compreso senza uno studio costante delle forze che lo influenzano.

Gli organismi umani e le formazioni sociali che formano (gruppi, organizzazioni, istituzioni, ecc.) Sono sistemi aperti e tutti hanno caratteristiche distintive.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Organizzazioni come sistema sociale e aperto, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di psicologia sociale e delle organizzazioni.

Raccomandato

Rimedi domestici per la psoriasi sul cuoio capelluto
2019
Disuria: definizione, cause e trattamento
2019
Tipi di motivazione in psicologia: definizione ed esempi
2019