Nevralgia del trigemino: cause, sintomi e trattamento

Le estensioni del sistema nervoso conosciute come nervi viaggiano attraverso il nostro corpo, che hanno la funzione di inviare segnali da e verso il cervello, al fine di dare sensibilità e movimento alle diverse parti del corpo. Alcuni di questi nervi hanno la loro origine all'interno del cranio, motivo per cui sono chiamati "nervi cranici" e sono elencati da uno a dodici.

Il quinto di questi nervi cranici, noto come nervo trigemino, ha la funzione di apportare sensibilità al nostro viso e movimento ai muscoli della masticazione. Il nome del trigemino è dovuto al fatto che è diviso in tre rami: uno che porta sensibilità al terzo superiore del viso, un altro al terzo medio e il terzo al terzo inferiore e i muscoli della masticazione.

In alcune persone, il nervo trigemino soffre di un'alterazione nota come nevralgia del trigemino, che è caratterizzata dalla produzione di dolore facciale insopportabile nella persona interessata, anche dal più piccolo stimolo, come lavarsi i denti. Nel seguente articolo di ONsalus spiegheremo tutto sulla nevralgia del trigemino: cause, sintomi e trattamento .

Sintomi della nevralgia del trigemino

La nevralgia del trigemino è caratterizzata da un forte dolore che colpisce uno, due o tre terzi del viso che corrispondono ai tre rami del nervo trigemino, nella stragrande maggioranza dei casi colpisce solo la metà destra o sinistra del viso, e il dolore può essere così importante da rendere inabile la persona che lo soffre mentre è presente, che di solito dura da pochi secondi a due minuti.

Questo dolore è lancinante ed è generalmente descritto come una scossa elettrica . In generale, il dolore inizia quando la persona interessata stimola un'area specifica del viso nota come "zona trigger" o " zona trigger " con alcune azioni comuni, come lavarsi i denti, mangiare o l'effetto del freddo. Di solito, questo dolore non è notturno a causa dell'assenza di stimoli che scatenano il dolore mentre dormiamo.

La nevralgia del trigemino è anche caratterizzata da un dolore di insorgenza e fine improvvise, e questo non è alleviato dall'uso di analgesici comunemente usati.

Nevralgia del trigemino: cause

Inizialmente, la nevralgia del trigemino aveva un'origine sconosciuta. Furono formulate teorie infinite per cercare di dare un senso al loro aspetto. Sebbene l'origine di questa condizione non sia ancora completamente chiara, diversi studi promuovono la teoria che spiega che la causa più probabile è una compressione delle radici del nervo trigemino all'uscita del cranio causata da un'arteria, che produce un degrado nella struttura del nervo e lo rende molto più sensibile.

Un'altra possibile causa di questa compressione nervosa è la presenza di tumori benigni come i meningiomi o le cisti come le cisti aracnoidi. La sclerosi multipla è stata anche correlata come fattore di rischio per lo sviluppo della nevralgia del trigemino, così come la possibile presenza di cause emotive derivate dallo stress.

Trattamento della nevralgia del trigemino

Normalmente quando un paziente soffre di nevralgia del trigemino, il medico suggerirà innanzitutto di provare a controllare il dolore usando farmaci. Il farmaco che viene più frequentemente usato e che si è dimostrato più efficace è la carbamazepina, un farmaco anticonvulsivante che provoca una riduzione del rilascio di impulsi nervosi. Per i pazienti in cui la carbamazepina non produce miglioramenti o che producono una reazione allergica a questo farmaco, la lamotrigina, il baclofene o il gabapentin sono generalmente scelti come farmaci di seconda scelta.

Nei casi in cui il farmaco non dimostra di migliorare i sintomi della nevralgia del trigemino, vengono utilizzate procedure chirurgiche . Il numero di procedure che sono state elaborate per anni è ampio, attualmente ridotto ad alcune tra le più accettate:

  • La microdecompressione vascolare è una procedura mediante la quale si accede alla regione in cui i vasi sanguigni producono la compressione del nervo trigemino e separati con un materiale inerte, come ad esempio il Teflon, riducendo così i sintomi.
  • Il congelamento termico percutaneo consiste nell'introdurre un elettrodo attraverso la pelle fino a individuare la regione interessata e in questo modo distruggere le fibre nervose che hanno aumentato la loro sensibilità a causa della degradazione che hanno subito.
  • L'iniezione di glicerolo consiste nell'introdurre detto composto nella regione interessata attraverso la pelle mediante un ago, modificando così la stabilità delle fibre nervose e diventando così meno sensibile agli stimoli.
  • Infine, la microcompressione percutanea consiste nell'introdurre un catetere in una regione del tronco nervoso chiamata ganglio di Gasser e nel gonfiarlo per produrre compressione per 3-10 minuti, con conseguente riduzione del dolore.

Ognuna di queste procedure ha la sua indicazione preferita in base a quale dei rami del nervo trigemino è quello che produce la nevralgia, e spetta al medico scegliere quale è appropriato per ciascun caso.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Nevralgia del trigemino: cause, sintomi e trattamento, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di cervello e nervi.

Raccomandato

Come lo stress colpisce gli occhi
2019
Lombociática acuta: cause e trattamento
2019
Definizione di rischio per la salute
2019