Modello comportamentale e condizionamento classico

Tentano di spiegare il comportamento attraverso argomenti di apprendimento delle teorie in modo che a volte sia difficile separare i concetti di apprendimento e motivazione. La psicologia anormale è lo studio dei problemi psicologici e il modo migliore per trattarli. Il modello comportamentale di anomalia afferma che i problemi psicologici sono comportamenti appresi. I comportamenti vengono appresi in un processo chiamato condizionamento, attraverso il quale una persona associa una cosa all'altra.

Modello comportamentale

Concetti come lo slancio, la motivazione agli incentivi e i motivi appresi sono fattori centrali in questo tipo di approccio.

L'impulso

È un'energia esistente nel corpo che la spinge ad agire.

Bisogno - Energia - Potenziamento - Comportamento - Soddisfazione - Riduzione dell'impulso

Secondo Hull (1943), l'esecuzione del comportamento (E) dipende dall'intensità della risposta o abitudine appresa (H) e dall'intensità dell'impulso (D); Se uno dei fattori è "zero", il comportamento non si verifica. La motivazione è interna al corpo che lo attiva per svolgere un comportamento:

E = H x P

In lavori successivi (1951-2), Hull tiene anche conto della motivazione dell'incentivo (K), le caratteristiche dell'oggetto bersaglio influenzano anche la motivazione. La motivazione è vista come il risultato di fattori interni ed esterni.

E = H x P x K

I meccanismi fisiologici del regolamento

Le teorie che hanno tentato di spiegare questa regolamentazione omeostatica hanno sottolineato l'importanza di:

  • meccanismi locali (teorie locali) : l'omeostasi si ottiene attraverso meccanismi specifici situati al di fuori della SNC, Canon (1929),
  • Bene dei meccanismi centrali (teorie centrali) : ci sono aree cerebrali specializzate che rilevano i cambiamenti che si verificano nel corpo e producono l'attivazione di alcuni circuiti per eliminare questi cambiamenti e ripristinare l'equilibrio, Morgan (1943) .

Condizionamento classico

Come sono stati acquisiti questi motivi? Questo è l'argomento fondamentale nelle teorie della motivazione basate sull'apprendimento.

Paulov (1960), ha cercato di dimostrare come alcuni riflessi incondizionati e quindi innati possano essere sostituiti da stimoli condizionati, vale a dire che un impulso incondizionato può essere considerato come un rafforzamento dell'associazione tra uno stimolo inizialmente neutro e una risposta particolare. Questa idea è separata dagli approcci mentali, considerando le risposte osservabili come il nucleo di base della sua ricerca (sostenuto da Watson ).

Contributi di Razran (1961) : incentrato sul condizionamento interocettivo:

  • Condizionamento interesterno: lo stimolo condizionato viene applicato internamente; lo stimolo esternamente incondizionato.
  • Condizionamento inter-interocettivo: gli stimoli condizionati e incondizionati sono applicati internamente.
  • Condizionamento esterno-interocettivo: lo stimolo condizionato viene applicato esternamente e l'incondizionato internamente.

Caratteristiche del condizionamento interocettivo:

  • 1. Il soggetto non è consapevole che si verifica questo tipo di condizionamento.
  • 2. Di solito, non può essere evitato.
  • 3. Più durevole del condizionamento classico tipicamente esterno.
  • 4. Importanti implicazioni nella medicina psicosomatica.

2. Il condizionamento operante:

Skinner rifiuta qualsiasi approccio che vada oltre le specifiche relazioni "sì-allora" tra stimoli e risposte. Evita persino le denominazioni motivazionali per fare riferimento a situazioni che si concentrano chiaramente su aspetti della motivazione.

Il rinforzo funge da motivatore di comportamenti futuri:

  • Secondo Bindra (1969), il rafforzamento e la motivazione incentivante sono due denominazioni per lo stesso fenomeno.
  • Secondo Bolles (1978), l'edonismo e la motivazione possono essere eliminati e il rinforzo deve essere completamente studiato, il comportamento deve essere studiato dal punto di vista di ciò che lo rinforza e non dal punto di vista di ciò che lo motiva .

"Effetto della quantità di rinforzo" e "effetto della qualità del rinforzo" : la motivazione è maggiore quanto maggiore è il rinforzo e / o migliore è il rinforzo adattato alle esigenze del soggetto.

3. Apprendimento osservazionale:

Bandura (1969): Gran parte del comportamento motivato viene appreso osservando i comportamenti degli altri. Il funzionamento di un soggetto non è il risultato solo di forze interne, né di forze ambientali, ma di un'interazione tra comportamenti particolari e le condizioni che controllano tali comportamenti.

In questa forma di apprendimento dei comportamenti motivati, i processi di attenzione, conservazione e recupero sono importanti e va notato che, per apprendere un comportamento, non è necessario riprodurlo.

Bandura distingue tra:

  • apprendimento osservazionale, apprendimento di un comportamento semplicemente osservando un modello, indipendentemente dalle conseguenze che riceve per il suo comportamento
  • rinforzo vicario, include l'apprendimento osservazionale più le conseguenze del comportamento del modello; queste conseguenze alterano la probabilità che si verifichi la risposta osservata nel soggetto osservatore.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili al Modello comportamentale e al condizionamento classico, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Psicologia di base.

Raccomandato

È male bere molta acqua al giorno?
2019
È normale avere crampi alle mani durante la gravidanza?
2019
Cancro della pelle: sintomi e trattamento
2019