Malattia viola: cause, sintomi e trattamento - con foto

La malattia viola, chiamata porpora trombocitopenica idiopatica (ITP), è una malattia autoimmune in cui la persona affetta ha bassi livelli di piastrine perché gli anticorpi prodotti nella milza attaccano e distruggono erroneamente le cellule del sangue. proprio corpo. Questo fa sì che le ferite impieghino molto tempo a smettere di sanguinare, a diventare più inclini alle infezioni, i lividi appaiono più facilmente e persino ad avere sanguinamento nell'intestino o nel cervello con un lieve colpo. Il trattamento può includere l'assunzione di alcuni farmaci che aiutano ad aumentare la conta piastrinica, le trasfusioni di sangue o la chirurgia, tutto dipenderà dall'origine del disturbo e dallo stato di salute in cui si trova il paziente .

In ONsalus ti informeremo dettagliatamente su questo disturbo emorragico mostrandoti quali sono le cause, i sintomi e il trattamento della malattia viola.

Cause della malattia viola

Nella maggior parte dei casi, le cause della malattia viola sono sconosciute. Le persone che soffrono di questa patologia autoimmune generano anticorpi che attaccano e distruggono le piastrine del corpo, quindi non possono svolgere la loro funzione nel processo di coagulazione del sangue e, quindi, non possono fermare l'emorragia. né creare una barriera protettiva contro i germi.

Alcune delle cause della porpora trombocitopenica idiopatica segnalate sono le seguenti:

  • Nel caso dei bambini, a volte sembra che questo disturbo emorragico possa essere sofferto dopo un'infezione virale.
  • Negli adulti, può verificarsi dopo un'infezione virale, dal consumo di alcuni farmaci, durante la gravidanza o come parte di un qualche tipo di malattia autoimmune.

Tipi di malattia viola

Sono previsti due tipi di malattia viola, uno che colpisce i bambini e uno che colpisce gli adulti:

  • ITP acuto: si chiama acuto perché la sua durata è generalmente inferiore a sei mesi. Di solito si verifica nei bambini di età compresa tra 2 e 4 anni e in questo caso tende a rimettere spontaneamente.
  • ITP cronico: si chiama cronico perché la sua durata dura più di sei mesi e di solito diventa un disturbo permanente. Questo è più comune negli adulti.

Inoltre, è importante notare che è una malattia più frequente nei bambini rispetto agli adulti e che sebbene chiunque possa presentarlo, è più comune nelle giovani donne sotto i 40 anni che negli uomini.

Sintomi della malattia viola

I sintomi della malattia viola possono includere le seguenti condizioni sia nei bambini che negli adulti:

  • Lividi molto facilmente.
  • Presenza di petecchie, che sono molto piccole macchie viola rossastre sul corpo, che appaiono a causa di sanguinamento sotto lo strato superficiale della pelle. Possono apparire in gruppi e dare l'apparenza di un'eruzione cutanea.
  • Ferite e tagli che impiegano molto tempo per fermare l'emorragia o in cui il sangue impiega molto tempo a coagulare.
  • Presenza di sangue nelle urine o nelle feci.
  • Mestruazioni con un flusso molto abbondante. Questo è un segno molto comune tra le donne con questo disturbo emorragico.
  • Sanguinamento di causa sconosciuta nel naso o nelle gengive.
  • Solo in rari casi: sanguinamento all'interno del tratto intestinale o del cervello.

Immagine: Pixelrz

Diagnosi della malattia viola

La porpora trombocitopenica idiopatica (ITP) può essere diagnosticata mediante una serie di test medici ed esami.

Per iniziare, lo specialista studierà la storia medica del paziente ed eseguirà un esame fisico. Successivamente, richiederà un esame del sangue completo o emocromo per raccontare le cellule del sangue e le piastrine e verificare se i loro livelli sono inferiori al normale.

Oltre a quanto sopra, in altri casi, lo specialista può anche richiedere un test del midollo osseo per escludere che i sintomi presentati siano causati da altri disturbi.

Solo in casi atipici, la tomografia computerizzata (CT) può essere eseguita se si considera che potrebbe esserci sanguinamento nel cervello.

Trattamento della malattia viola negli adulti

È molto probabile che i casi di ITP lieve non richiedano un trattamento specifico, ma solo un monitoraggio dei loro livelli piastrinici.

Il trattamento della malattia viola viene effettuato quando i pazienti hanno livelli piastrinici inferiori a 20.000 / mm3 e può consistere in ciò che mostriamo di seguito.

farmaci

  • Corticosteroidi (come il prednisone): medicinali che aiutano ad aumentare i livelli piastrinici
  • Immunosoppressori: farmaci somministrati quando i livelli piastrinici continuano ad essere bassi dopo il trattamento con corticosteroidi.
  • Gammaglobulina: infusioni (endovenose) di questa proteina del plasma sanguigno che contiene anticorpi che prevengono la distruzione delle piastrine.
  • Terapia anti-RhD: somministrazione di una o più iniezioni per ridurre gli anticorpi presenti nel flusso sanguigno.

chirurgia

Quando i farmaci non rispondono e non sono sufficienti per trattare la malattia viola, lo specialista medico può raccomandare al paziente di sottoporsi a un intervento chirurgico per la rimozione della milza (splenectomia). Questo organo è responsabile della produzione della maggior parte degli anticorpi che causano la distruzione delle piastrine e dei vecchi globuli.

La rimozione della milza rende il corpo molto meno capace di combattere le infezioni e, quindi, questa è un'opzione che è contemplata solo quando non sono stati ottenuti tutti gli altri trattamenti medici.

Immagine: suggerimenti di parole chiave

Trattamento della malattia viola nei neonati e nei bambini

Quando questo disturbo colpisce i bambini, nella maggior parte dei casi non è necessario alcun trattamento medico specifico e può essere sufficiente eseguire un trattamento dei sintomi emorragici.

Nei casi in cui è richiesto un trattamento medico specifico, può essere raccomandato l' uso di prednisone o infusioni endovenose di gammaglobulina in modo che la conta piastrinica aumenti più rapidamente.

È importante notare che sia gli adulti che i bambini che soffrono di questa malattia non dovrebbero consumare aspirina, ibuprofene o warfarin, poiché questi farmaci interferiscono con la funzione delle piastrine nel processo di coagulazione del sangue e, pertanto, può essere causare sanguinamento

La malattia viola è contagiosa?

Prima della domanda se la malattia viola sia contagiosa, dobbiamo dire di no, poiché si tratta di un disturbo autoimmune che non viene trasmesso da una persona all'altra.

È stato sottolineato che non si può confermare che si tratti di una malattia ereditaria, poiché non è stata trovata una relazione che stabilisca che viene trasmessa dai genitori ai figli.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alla malattia viola: cause, sintomi e trattamento - con le foto, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria del sistema immunitario.

Raccomandato

I migliori chirurghi plastici a Barcellona
2019
Come sapere se mi piace il mio amico
2019
Leucociti del sangue alto: cause e come abbassarli
2019