Le vene varicose vulvari: sintomi e trattamento

Le vene vulvare, tipiche delle donne, sono comunicanti tra loro e si trovano tra il settore degli organi interni ed esterni che si trovano nella parte pelvica, più specificamente, nelle cosce e nell'area genitale. Le vene varicose vulvari possono verificarsi in qualsiasi area della vasta area indicata, che di solito compaiono durante la gravidanza e generalmente non presentano trombosi o problemi di sanguinamento. Tuttavia, possono causare vari disturbi a causa di problemi di circolazione.

Sebbene non sia normale iniziare un trattamento per le vene varicose vulvari durante la gravidanza, è importante iniziare con questo dopo il parto. In molti casi, questo disturbo scompare con il passare del tempo, ma è essenziale che un medico esegua correttamente il controllo. Se vuoi saperne di più su questa alterazione, nel seguente articolo ONsalus ti forniamo tutte le informazioni sulle vene varicose vulvari: sintomi e trattamento .

Cause delle vene varicose vulvari

È molto comune che le vene varicose vulvari compaiano nelle donne in gravidanza perché il loro corpo inizia a produrre più ormoni, che aumentano il peso del bambino e creano questo tipo di vene varicose. Inoltre, le vene in quest'area diventano più grandi a causa della scarsa mobilità che possono avere le donne in gravidanza.

Un'altra causa delle vene varicose vulvari è quando il bambino è grande e il suo peso è eccessivo per il corpo della donna, quindi fa apparire le vene varicose sulla parte della vulva che deve essere controllata da uno specialista, specialmente quelli donne in gravidanza con tendenza alle emorroidi.

D'altra parte, poiché il flusso sanguigno aumenta significativamente nelle donne che si aspettano un bambino, le vene varicose vulvare che compaiono possono aumentare con il progredire della gravidanza.

Nelle donne che stanno attraversando la loro seconda gravidanza, le vene varicose di solito diventano presenti dal quinto mese. Spesso rovinano l'aspetto e fanno sì che molte donne in gravidanza abbiano una bassa autostima, tuttavia, questo disturbo può essere migliorato con un trattamento adeguato.

Vene varicose vulvari: sintomi

Tra i sintomi più frequenti delle vene varicose vulvari, spiccano il dolore e il disagio da loro causati, che appare quando il paziente rimane senza molto movimento per lungo tempo . Questa alterazione di solito si attenua con le alte temperature, ad esempio durante i mesi estivi e diventa più forte alla fine della giornata.

Generalmente, le vene varicose vulvari hanno l'aspetto di un cordone di colore bluastro e possono essere viste ad occhio nudo, soprattutto quando il paziente è in piedi. Inoltre, questo disturbo può causare bruciore alle gambe e sensazione di pesantezza .

Un'altra sintomatologia molto comune in coloro che soffrono di vene varicose vulvari sono i crampi improvvisi, più frequentemente durante la notte, quindi la sensazione di formicolio alle gambe può influenzare considerevolmente senza lasciare riposare correttamente.

D'altra parte, durante il riposo possono verificarsi gonfiore alla caviglia o edema. La stanchezza e vari disturbi della pelle possono anche essere sintomi di varici vulvari; Tuttavia, la loro intensità non è proporzionale alla dimensione delle vene varicose.

Le vene varicose vulvari: trattamento naturale

È essenziale che, se una persona presenta uno o più sintomi di quelli sopra menzionati, rivolgersi a un medico per chiedergli di offrire il trattamento più appropriato per ciascun caso. Ciò è dovuto al fatto che la procedura utilizzata dipenderà dalla gravità del disturbo, cioè dal grado di insufficienza venosa e dalla sintomatologia che la donna presenta. Principalmente, i trattamenti sono limitati a misure preventive e l'uso di varie compressioni significa che lo specialista valuterà per ogni caso particolare.

I mezzi di compressione sono molto efficaci nel trattamento e nella prevenzione delle vene varicose vulvari, tra i più importanti sono collant, calze, bende e mutandine . Questi sono responsabili di esercitare una pressione sulle gambe, principalmente dove si trovano le vene superficiali, impedendo l'accumulo di sangue in esse e migliorando vari sintomi come il dolore.

Inoltre, l'uso dei mezzi di compressione indicati dal medico aiuta a prevenire la comparsa di diverse complicanze che possono peggiorare il quadro clinico, ad esempio le ulcere varicose.

Vene varicose vulvari: trattamento farmacologico

Il medico può raccomandare vari farmaci per migliorare i sintomi delle vene varicose vulvari. I farmaci venotonici sono altamente raccomandati per rafforzare le pareti delle vene, evitando al contempo la dilatazione delle vene.

Puoi anche optare per anticoagulanti ideali per prevenire la formazione di coaguli di sangue all'interno delle arterie e delle vene, aggravando la condizione e, se ne esiste già uno, questi farmaci ne impediranno la diffusione. Secondo i farmaci raccomandati dallo specialista, possono alleviare la sensazione di pesantezza, calmare l'affaticamento, ridurre l'edema o migliorare il disagio generale causato dalle vene varicose vulvari, tuttavia è essenziale consumarli solo su indicazione medica .

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili alle vene varicose vulvare: sintomi e trattamento, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Come lo stress colpisce gli occhi
2019
Lombociática acuta: cause e trattamento
2019
Definizione di rischio per la salute
2019