Le donne incinte possono mangiare patè?

Il patè ha ottenuto riconoscimenti in tutto il mondo, ma il suo consumo in Europa è più frequente, sia che lo includa come spuntino, spuntino o come compagno del corso principale. Tuttavia, essere ricchi di alcuni componenti può essere dannoso in eccesso, causando lo sviluppo di determinate condizioni.

Questi effetti possono verificarsi in chiunque indipendentemente dal sesso o dall'età, anche se alcuni sono più predisposti rispetto ad altri, quindi potresti chiederti " Le donne incinte possono mangiare patè? " In questo articolo di ONsalus ti forniremo alcuni dettagli sull'argomento e perché è meglio evitare di mangiare patè durante la gravidanza.

Di cosa è fatto il patè e perché dovrei stare attento quando lo mangio?

Il patè è un alimento preparato a base di fegato, principalmente o altri visceri dell'animale, che di solito è maiale, pollo, anatra, manzo, coniglio o pesce. Questa carne macinata viene mescolata con latte, farina, alcune verdure, erbe, spezie e vino, anche se questi ingredienti possono variare, risultando in una pasta che puoi mangiare affettata o spalmare su biscotti o toast. D'altra parte, esiste già una versione vegetariana, in cui il patè può essere preparato usando la combinazione di verdure che ti piace di più.

Il suo consumo è molto comune in alcune regioni del mondo, soprattutto per i suoi molti modi di ingerirlo e che ha un sapore che molti amano. Se lo integri di tanto in tanto nella tua dieta non genera alcun problema; Tuttavia, il suo consumo eccessivo può causare effetti negativi poiché ha un elevato valore energetico, circa 300 calorie per 100 grammi di patè di fegato, quindi dovresti trovare un modo per spenderli o puoi sviluppare l'obesità. Inoltre, dovresti tenere presente che un elevato consumo di questo cibo ti dà grandi quantità di sodio, colesterolo e vitamina A, D ed E, con la possibilità che ci sia uno squilibrio della sua concentrazione nel tuo corpo.

Inoltre, c'è anche la possibilità che sia un trasportatore di agenti dannosi per il tuo corpo, quindi non è altamente raccomandato che mangi patè che non è stato sottoposto a un processo di pastorizzazione, che non è esposto a temperature molto elevate o che non è stato cotto . Sebbene la condizione sia generalmente lieve, un gruppo della popolazione è più vulnerabile, in cui le donne in gravidanza possono mangiare patè in piccole porzioni, raramente e che provengono da conserve o sterilizzate, ma preferibilmente dovrebbero evitarlo.

Maggiori possibilità di ottenere la listeriosi

La listeriosi è un'infezione causata dal batterio Listeria monocytogenes che riesce ad entrare nel tuo corpo se mangi cibi contaminati, come verdure o carni che sono state a contatto con acqua o suoli che hanno questo batterio.

Il patè, indipendentemente dal fatto che si tratti di carne o verdure, rappresenta un rischio maggiore di contrarre questo batterio in quantità elevate rispetto ad altri alimenti che possono anche contenerlo. Questo perché in molti casi, spesso nel patè fatto in casa o in casa, il patè non è sottoposto al processo di pastorizzazione o trattamenti simili in cui è esposto a temperature estreme, quindi i batteri non vengono eliminati nonostante il cibo refrigerato o ben cotto, poiché ha la capacità di resistere a queste condizioni e sopravvivere.

Che i batteri di Listeria ti colpiscano di più se sei incinta è perché il tuo sistema immunitario è generalmente più basso del normale e non hai le difese necessarie per combatterlo. Quindi, se dubiti che le donne in gravidanza possano mangiare patè, la risposta è che preferibilmente NO .

L'effetto dell'infezione sul tuo corpo di solito non è grave ma fastidioso, molte volte può essere confuso con i sintomi dell'influenza. Al contrario, l'azione nel feto tende a causare gravi complicazioni, poiché il batterio ha la capacità di attraversare la placenta, entrare in contatto con il liquido amniotico, infettandolo e, a sua volta, al feto, causando un aborto. Quando l'infezione si verifica nelle ultime settimane di gravidanza, è possibile che il feto muoia all'interno dell'utero e nasca senza vita, oppure nasca vivo ma molto malato e muoia entro le ore successive.

Sebbene sia una condizione delicata, non è molto comune e colpisce 1 su ogni 30 mila donne in gravidanza. Tuttavia, è essenziale tenere traccia della gravidanza e andare dal medico se si notano sintomi che non corrispondono alle proprie condizioni.

In questo altro articolo su ONsalus scopriamo quanto spesso dovresti mangiare durante la gravidanza.

L'eccesso di vitamina A colpisce durante la gravidanza

Poiché l'ingrediente principale del patè tradizionale è il fegato, contiene un'alta quantità di vitamina A sotto forma di retinolo, quindi, se lo consumi in grandi porzioni, può essere dannoso per te e in misura maggiore per il feto poiché il La vitamina tende ad accumularsi e questo eccesso non viene eliminato attraverso le urine, motivo per cui le donne in gravidanza non possono mangiare patè.

L'eccessiva vitamina A nel tuo corpo può causare malformazioni congenite nel feto, tra cui un cattivo sviluppo delle estremità, alterazioni del sistema nervoso centrale, malformazioni nel tratto o palato genito-urinario, anomalie cardiache, disturbi fisici o funzionali del timo, tra gli altri

Mentre la possibilità di sviluppare l'ipervitaminosi non è altrettanto potenziale se non ingerisci in modo consistente grandi quantità di patè e costantemente, è importante prendere le tue precauzioni e andare dal medico per il controllo e la revisione pertinenti. Puoi anche scegliere di mangiare patè che non è fatto dal fegato.

Possibili sintomi di complicanze dovute al mangiare patè durante la gravidanza

Se hai mangiato patè durante la gravidanza, ciò non significa necessariamente che avrai delle complicazioni, poiché di solito succede quando ingerisci più di 10 volte la quantità raccomandata ; Tuttavia, dovresti sempre stare attento e far sapere al medico cosa mangi.

D'altra parte, se ti colpisce, è possibile che tu osservi una certa sintomatologia in te stesso, anche se non è raro essere asintomatico e realizzare fino a quando non è tardi. Alcuni dei sintomi che potresti avere sono:

  • Mal di testa.
  • Febbre e brividi.
  • Vomito.
  • Diarrea e mal di stomaco.
  • Doppia visione.
  • Secchezza delle mucose.
  • Dolori muscolari
  • Rigidità del collo
  • Perdita di equilibrio
  • Convulsioni.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Le donne incinte possono mangiare il patè? Ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Crema Laurimic: a cosa serve e come applicarla
2019
5 ricette per fegato grasso
2019
Mal di gola e tosse: cosa prendere
2019