Le donne incinte possono mangiare il formaggio?

L'alimentazione svolge un ruolo molto importante durante la gravidanza, poiché attraverso gli alimenti che la madre consuma il feto viene nutrito e riceve tutte le vitamine necessarie in modo che cresca in modo sano. Per questo motivo, per la maggior parte delle donne in gravidanza, l'alimentazione è una delle maggiori preoccupazioni, poiché temono di mangiare cibi vietati durante la gravidanza e che possono causare danni allo sviluppo del bambino.

Tra i dubbi più comuni delle future mamme riguardo al cibo, evidenziano se possono prendere infusioni o meno, mangiare pesce, salsicce, conserve e latticini. Parleremo di quest'ultimo in questo articolo di ONsalus, poiché ci sono molte persone che si chiedono spesso: le donne incinte possono mangiare il formaggio? Scoprilo di seguito!

Le donne incinte possono mangiare il formaggio?

Il consumo di formaggio durante la gravidanza non è vietato, tuttavia ci sono alcune limitazioni che si consiglia di rispettare per prevenire la contrazione di batteri e malattie che possono complicare lo sviluppo del feto. La patologia che si cerca di evitare limitando il consumo di formaggio è la listeriosi, una malattia che si verifica quando una persona è stata infettata dai batteri di listeria monocytogenes e può causare aborti. Pertanto, per prevenire la diffusione della listeriosi è necessario tenere conto delle seguenti raccomandazioni relative al consumo di latticini nelle donne in gravidanza:

  • Non consumare latte o formaggi non pastorizzati: i latticini contenenti i batteri listeria monocytogenes sono precisamente quelli che non sono stati pastorizzati. Il latte crudo è la fonte principale di questo batterio, quindi tutti i formaggi che ne fanno possono contenere listeria. Puoi trovare questo batterio anche nelle carni o nelle verdure che sono state a contatto con la terra.
  • Non bere latte crudo: il latte crudo è preferibile bollire prima di essere consumato o trasformato, poiché il calore è l'unica cosa in grado di uccidere i batteri della listeria monocytogenes, motivo per cui la pastorizzazione dei prodotti lattiero-caseari viene effettuata attraverso di alte temperature durante la cottura.
  • Formaggi da evitare: i formaggi che hanno maggiori probabilità di contenere batteri della listeriosi sono feta, formaggio di capra, formaggio fresco, formaggio bianco, crema di formaggio, formaggio panela, formaggio a foglia e formaggio camembert, poiché di solito La sua preparazione è fatta con latte crudo anziché con latte pastorizzato.
  • Leggi le etichette: controlla le etichette di tutti i prodotti lattiero-caseari per vedere se sono stati fatti con latte crudo o latte pastorizzato. Se il prodotto non è pastorizzato non dovresti consumarlo.

In conclusione, le donne incinte possono mangiare il formaggio? Sì, purché il formaggio sia fatto con latte pastorizzato . Infatti, durante la gravidanza, il consumo di latticini è molto importante per lo sviluppo del feto e la salute della madre, quindi non è consigliabile eliminare completamente il suo consumo ma sceglierli correttamente. Nel seguente articolo troverai tutti quegli alimenti che non dovresti mangiare durante la gravidanza.

Che cos'è la listeriosi?

Limitare il consumo di formaggi non pastorizzati durante la gravidanza aiuta a prevenire la listeriosi, una malattia causata dai batteri della listeria monocytogenes, che si trova spesso nel latte crudo, ma può anche essere trovata in carni e verdure o frutta che hanno stato in contatto con la terra. Il centro di controllo e prevenzione delle malattie assicura che ogni anno vengano infettate 1600 persone con questa malattia, ma sottolinea anche che le donne in gravidanza, come nel caso della rosolia, sono più sensibili alla diffusione di questa infezione che può causare la morte del bambino

La malattia di solito inizia con un'infezione gastrointestinale, ma può anche diffondersi ad altre parti del corpo e, a seconda dell'area che influenza le sue manifestazioni, dipenderà. Può comportare un'infezione cardiaca, congiuntivite, infezione cerebrale o meningite, polmonite, setticemia, gastroenterite, lesioni cutanee. I sintomi della listeriosi sono:

  • Mancanza di appetito
  • Debolezza.
  • Ittero.
  • Eruzioni cutanee.
  • Stato di shock
  • Vomita.
  • Mancanza di respiro

Il trattamento per la listeriosi, come nella maggior parte delle infezioni, si concentra sul consumo di antibiotici che eliminano i batteri dal corpo e bloccano le loro lesioni e l'espansione.

Listeriosi e gravidanza

Quando una donna viene infettata da listeriosi all'inizio della gravidanza, può verificarsi un aborto spontaneo, poiché la madre può trasmettere la malattia al feto attraverso la placenta che può influenzare direttamente il liquido amniotico. La listeriosi può anche far nascere il bambino senza vita (bambino nato morto), che è più comune quando l'infezione si verifica nella tarda gravidanza.

Quando il trattamento viene applicato immediatamente e il bambino sopravvive all'infezione senza complicazioni, è probabile che il bambino sia prematuro, si ammali o si ammali dopo alcuni giorni dalla nascita. I problemi più comuni dei bambini con listeriosi sono: meningite, febbre, respiro corto, infezione del sangue, lesioni in vari organi e ulcere della pelle.

Altri consigli per prevenire la listeriosi

Identificare questa malattia nel tempo è la chiave per evitare il suo trasferimento al feto, tuttavia, sarà ancora meglio prevenire completamente la sua diffusione, quindi ti offriamo questi suggerimenti per prevenire la listeriosi:

  • Il batterio della listeriosi è molto difficile da eliminare, quindi a volte può anche essere vivo dopo essere stato cotto. Pertanto, qualsiasi cibo o avanzi che si intende consumare deve essere riscaldato a una temperatura molto elevata fino a quando non fuma.
  • Evita di mangiare cibi freschi o crudi, specialmente nei ristoranti o nei franchising di fast food.
  • Non mangiare formaggi o latticini non pastorizzati .
  • Salsicce come patè, creme spalmabili, prodotti refrigerati o in salamoia, devono essere cotte prima di mangiarle.
  • Lavare accuratamente e sbucciare tutta la frutta e la verdura prima di consumarle.
  • Non mangiare niente meno di due ore dopo aver lasciato il frigorifero, poiché i batteri proliferano al freddo.
  • Evitare tutti i prodotti germogliati come i germogli di soia.
  • Non conservare il cibo per lungo tempo, dopo due giorni non è bene consumarlo.

Nel seguente articolo di ONsalus rispondiamo ad altre domande che potresti avere, quanto spesso dovrei mangiare durante la gravidanza?

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Le donne incinte possono mangiare il formaggio? Ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

Raccomandato

Antidepressivi triciclici: a cosa servono, nomi ed effetti collaterali
2019
Dr. Andreu Nubiola Calonge
2019
Come superare l'ossessione per la pulizia
2019