Il paracetamolo può essere assunto in gravidanza?

Il paracetamolo è un farmaco usato come analgesico e antipiretico, cioè agisce calmando il dolore e la febbre. È raccomandato per qualsiasi momento della gravidanza. Alle dosi raccomandate, non sono stati trovati effetti tossici nello sviluppo del bambino. È di vitale importanza tenere presente che il paracetamolo viene comunemente miscelato con altri farmaci, è necessario valutare la composizione dei farmaci consumati al fine di evitare l'assunzione di alcuni farmaci controindicati durante la gravidanza.

In ONsalus rispondiamo alla domanda " puoi prendere il paracetamolo in gravidanza? ", Ti diciamo di più su questo farmaco, sulla dose raccomandata e alcuni consigli.

A cosa serve il paracetamolo?

Il paracetamolo è un farmaco appartenente alla famiglia del paraaminofenolo, il cui nome deriva dalla tradizionale nomenclatura chimica para-acetil-aminofenolo. Agisce inibendo la sintesi delle prostaglandine, una molecola sintetizzata nel processo di infiammazione cellulare, che è responsabile della produzione di dolore e febbre.

Può essere ottenuto in più presentazioni: capsule, compresse, supposte o gocce di somministrazione orale. Questo farmaco può essere ottenuto da solo o in combinazione con altri farmaci, è principalmente usato per trattare sintomi influenzali, raffreddori o mal di testa.

Puoi espandere queste informazioni consultando l'articolo A cosa serve il paracetamolo.

Dose raccomandata di paracetamolo

La dose raccomandata di paracetamolo è di 1 g (1000 mg) / die, si considera il limite di dose normale 4 g (4000 mg) / die. La dose tossica è considerata in un intervallo da 7, 5 ga 10 g.

È importante tenere conto della dose consumata poiché le dosi normali sono molto vicine alle dosi tossiche, in alcune persone, le dosi che rientrano nell'intervallo normale possono essere tossiche. L'uso quotidiano di paracetamolo, anche a dosi normali, è associato a danno epatico o renale. Pertanto, è importante che le madri in gravidanza:

  • Prendi la quantità minima giornaliera di paracetamolo.
  • Interrompere il consumo nel minor numero di giorni possibile.

Consumo di paracetamolo durante la gravidanza

Il consumo di paracetamolo può essere associato ad un aumentato rischio di aborti spontanei?

No, ci sono stati studi multipli in cui è stato valutato il rischio di aborti spontanei in donne in gravidanza che assumono paracetamolo e quelli che non lo fanno e non sono state riscontrate differenze significative. Questo rende il paracetamolo l'antidolorifico di scelta per la gestione del dolore durante la gravidanza.

Il paracetamolo può raggiungere il bambino?

Sì, in quantità superiori alla dose raccomandata può raggiungere il feto ed essere patogeno.

Quali effetti può avere il paracetamolo?

Le persone che assumono paracetamolo in eccesso possono subire danni ai reni o al fegato, oltre ad aumentare il rischio di anemia. Nelle madri in gravidanza che assumono quantità tossiche (al di sopra della dose raccomandata), queste malattie possono verificarsi nel bambino.

Il paracetamolo può essere associato a difetti cognitivi nel bambino?

No, ci sono stati studi di follow-up su bambini di 4 anni che durante la gravidanza la madre ha assunto il paracetamolo e non sono state riscontrate differenze nello sviluppo cognitivo o nel QI con quelli in cui la madre non ha assunto il paracetamolo.

È sicuro allattare al seno e assumere paracetamolo allo stesso tempo?

Sì, nelle dosi consigliate. La quantità di paracetamolo nel latte materno delle madri che consumano paracetamolo entro la dose raccomandata è molto bassa, il che non presenta rischi per il neonato.

Tuttavia, è fondamentale tenere presente che dosi elevate sono correlate all'aumento della quantità di farmaco nel latte materno, che può essere dannoso per il bambino.

Altri antidolorifici ammessi in gravidanza

Ora che sappiamo che il paracetamolo può essere assunto in gravidanza ma sempre con cautela e rispettando al massimo le dosi raccomandate, è importante sapere, inoltre, quali altri tipi di farmaci analgesici possono essere assunti durante la gravidanza per trattare vari disturbi e quali Al contrario, sono totalmente scoraggiati a causa degli effetti negativi che possono avere sul feto. Spieghiamo tutto in dettaglio nell'articolo Gli antidolorifici consentiti in gravidanza.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Puoi prendere il paracetamolo in gravidanza? Ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di gravidanza e salute del bambino.

suggerimenti
  • Il paracetamolo si trova di solito in combinazione con altri farmaci, è molto importante che prima di consumare un farmaco, chieda se ci sono farmaci nella tua composizione che sono controindicati per la gravidanza.
  • È importante tenere sempre presente la dose indicata e non superarla per nessun motivo. Il paracetamolo nelle dosi indicate non presenta controindicazioni durante la gravidanza.
  • Se la donna incinta soffre di problemi al fegato o ai reni, è necessaria una valutazione medica per determinare la dose necessaria.
  • L'uso di altri farmaci deve essere prescritto da un ostetrico.

Raccomandato

Erich Fromm: biografia, teoria e libri
2019
Glicerina: usi, applicazioni e proprietà
2019
Esercizi per il trattamento della fascite plantare
2019