I sensi dell'essere umano e le sue funzioni

I 5 sensi dell'essere umano sono tatto, vista, olfatto, visione, udito e gusto. In questo articolo ci concentreremo su come conoscerli meglio e, quindi, conoscere meglio come sono i media con cui interagiamo con il mondo. In questo articolo scoprirai quali sono i sensi dell'essere umano e le sue funzioni .

Il gusto

Ci sono circa 10.000 papille gustative nella lingua, raggruppate in papille (quei pulsanti su tutta la lingua). Le papille gustative sono gruppi di corpi neuronali che tracciano solchi sottili nelle papille e sembrano mazzi microscopici di banane.

Le molecole del cibo che mangiamo si mescolano con la saliva e si fanno strada tra le scanalature e le superfici dei neuroni. Come una chiave che si inserisce in una serratura, queste molecole aprono piccoli pori nelle membrane cellulari e iniziano il processo di cottura nel neurone più o meno allo stesso modo dei neurotrasmettitori tra i neuroni.

Ci sono solo quattro sapori di base - cioè solo quattro molecole particolari a cui molti altri neuroni nella lingua rispondono:

  • Salato (la maggior parte alla fine della lingua)
  • Dolce (principalmente sulla punta della lingua)
  • Salato (principalmente sui lati anteriori della lingua)
  • Acido (principalmente sui lati posteriori della lingua)

E noi diciamo "la maggioranza" perché non ci sono limiti chiari qui, e tutti i sapori possono essere trovati in una certa misura in qualsiasi parte della lingua e persino in alcune parti dell'interno della bocca e delle labbra.

Potrebbe esserci un quinto assaggio: "Umami" (ad esempio, glutammato monosodico).

Nota anche che la tua lingua è sensibile al tatto (quindi all'idea della consistenza nel cibo), alla temperatura e, naturalmente, al dolore. I peperoni di Jalapeño, ad esempio, hanno un certo sapore nel senso comune, ma ci forniscono anche una deliziosa (¡) sensazione di dolore. Potresti trovare utile sapere che, se la tua bocca brucia dal consumo di peperoni, aiuta a bere latte, perché i grassi del latte dissolvono i prodotti chimici attivi (capsaicina) mentre l'acqua li diffonde semplicemente intorno.

Forse la maggior parte del nostro senso del gusto è, curiosamente, odore ...

odore

L'odore funziona come il gusto: è anche un senso di "chiave e lucchetto". Questa volta, è una questione di aria umida che passa attraverso una membrana mucosa specializzata delle dimensioni di una moneta nella parte superiore della cavità nasale. Con l'olfatto, sembra che rispondiamo alla presenza di una certa combinazione di sette molecole di base:

  • floreale
  • mentolato
  • muschiato
  • Acro (come spezie)
  • Alcanforado (come le falene)
  • Etereo (come fluidi per lavaggio a secco)
  • Putrido (come le uova marce)
  • Ma siamo lungi dal sapere che questi sono gli aromi fondamentali - alcuni ricercatori pensano che ce ne siano molti altri.

I sensi chimici sono estremamente sensibili, e questo è particolarmente vero con l'olfatto. Siamo in grado di rilevare l'acido acetico (l'odore dell'aceto) in una concentrazione di 500.000.000.000 di molecole per litro di aria. Ma i cani ci battono su questo: possono rilevarlo in una concentrazione di 200.000 molecole per litro di aria!

C'è stato un considerevole dibattito per molti anni sull'esistenza di un senso simile all'olfatto che può rilevare la presenza di molecole chiamate feromoni. Molti animali avvertono chiaramente la presenza di un potenziale partner su lunghe distanze. Le persone possono sicuramente annusare le altre persone - ma c'è un odore speciale che non è davvero un profumo particolare, ma che ci porta a sentire, beh, quei sentimenti speciali di "Ti amo"? . Penso di no, ma ci sono molti che non sono d'accordo con me.

tatto

La pelle ha davvero tre tipi di sensazioni : pressione, temperatura e dolore.

La pressione è una questione di distorsione meccanica, la torsione di un "capello" di una cellula capillare. Non è proprio un capello, ovviamente, ma una versione estesa di un dendrite. Quando si piega, la sua tensione provoca l'apertura dei pori, lo scambio di ioni e, naturalmente, il fuoco del neurone. Esistono, tuttavia, tre diversi tipi di recettori di pressione: tocco leggero, pressione e vibrazione.

La temperatura sembra avere un'influenza diretta del caldo o del freddo che apre determinati canali ionici. Ne abbiamo trovati tre: uno per il freddo, un altro per il caldo e un altro per il caldo estremo. Forse c'è anche freddo estremo o persino temperanza.

È interessante notare che il mentolo può anche attivare i recettori del freddo e ci fa pensare che ci sentiamo freddi quando non è così. È anche singolare che, quando tocchiamo una "griglia termica" - una superficie che alterna linee di freddo e caldo - non sentiamo né freddo né caldo, ma dolore!

Parleremo del dolore separatamente, ma fondamentalmente, il dolore è una questione di rilevare determinati prodotti chimici che indicano danni ai tessuti. Il dolore classifica anche prurito e formicolio. È interessante che esista una sostanza chiamata capsaicina che agisce sui recettori del dolore nello stesso modo in cui provoca il danno reale. È stato trovato in cose come i peperoni jalapeno, come menzionato sopra.

Orecchio (udito)

Anche l'orecchio è una questione di cellule ciliate. Sicuramente ti ricordi la struttura di base dell'orecchio: il condotto uditivo esterno conduce al timpano, un tessuto sottile allungato dall'apertura. Sotto il timpano, c'è una sequenza di tre piccoli ossicini che amplificano le vibrazioni del timpano. Questi terminano in un altro tessuto sottile che racchiude il vero organo dell'orecchio, chiamato coclea. È davvero un tubo, prima piegato a metà, quindi girato a spirale e riempito di liquido.

Lungo questo tubo, c'è una membrana che si muove secondo i modelli di onde fluide . Ha cellule ciliate che crescono sotto di essa, e quelle cellule ciliate inviano messaggi al cervello delle onde e dei cambiamenti che rileva. Questo può sembrare abbastanza complicato, ma la descrizione è davvero molto semplificata.

vista

La visione è diversa da tutti gli altri sensi . Coinvolge neuroni recettori sensibili alla luce. La luce penetra attraverso la pupilla e la lente dell'occhio e viene proiettata sulla superficie scura dell'occhio chiamata retina. La retina è composta, tra l'altro, da neuroni recettori chiamati coni e bastoncelli.

Le aste sono sensibili a una vasta gamma di luce, ad es. Ad esempio informaci di "bianco". Contengono rodopsina, una sostanza sensibile alla luce. Si noti che una parte cruciale di questa sostanza deriva dalla vitamina A. Le sostanze si degradano quando esposte alla luce e rilasciano una proteina (opsina) che alla fine rilascia un neurotrasmettitore per inviare messaggi al cervello ("c'è luce"). Quindi i prodotti rilasciati vengono ricostruiti in rodopsina.

I coni sono simili, ma includono una sostanza chiamata iodopsina, che è sensibile a lunghezze d'onda più specifiche, a seconda dei pigmenti associati a queste sostanze. Un tipo di cono risponde al rosso, un altro al verde e un altro al blu. Ancora una volta, una proteina (retinina) porta al rilascio di neurotrasmettitori, ecc.

Le canne sono molto più sensibili dei coni. Ecco perché vedi bianco e nero quando non c'è molta luce. Gli animali notturni tendono ad essere daltonici, cioè non hanno coni, per loro il colore è di scarsa utilità mentre l'alta sensibilità lo è. Inoltre, gli animali notturni di solito hanno uno sfondo luminoso nella loro retina che riflette la luce sulle canne chiamate tapetum. Di solito è fatto di piccoli cristalli. Ecco perché i gatti e gli altri animali riflettono la luce dei loro occhi!

Come per tutti i sensi, la visione è molto più complicata, ma per ora può aiutarci a conoscerlo.

Altri sensi umani: senso cinestetico e vestibolare

Il senso cinestetico si basa sui neuroni recettori dei muscoli e delle articolazioni che fondamentalmente lavorano sul principio meccanico della distorsione. Alcuni di questi recettori sono cellule ciliate; altri sono mandrini che iniziano a sparare quando allungati.

Il senso vestibolare ti dice dov'è "sopra", come è il tuo corpo in relazione a "sopra" e come si muove il tuo corpo nello spazio. Le sensazioni si basano sulle cellule ciliate. Nell'orecchio interno è presente una configurazione speciale di tre canali semicircolari attorno a un'area centrale. Nei canali semicircolari, il movimento del fluido quando si gira fa sì che grumi di gelatina chiamati cupole si uniscano l'uno all'altro, causando anche l'unione delle cellule ciliate. I tre canali sono orientati all'incirca di 90 ° uno degli altri, e questo ti fa avere informazioni sulla rotazione nelle tre dimensioni.

Il senso vestibolare è anche collegato a parti del cervello che ti dicono quando è il momento di vomitare. Questa è la causa della cinetosi.

Se giri molto e poi ti fermi all'improvviso, la sensazione rimane per un po ', e ti sembra che stai ancora girando, ma nella direzione opposta. Il tuo cervello può cercare di compensare questo e farti cadere o almeno avere le vertigini.

Puoi anche confondere questi canali quando fai la doccia e l'acqua fredda o calda entra nell'orecchio. I cambiamenti di temperatura possono far muovere i liquidi e sentirli girare, quindi potresti avere le vertigini.

Le due aree centrali di questo organo hanno anche cellule ciliate. Le cellule ciliate sono incorporate in grumi di gelatina chiamati macule, che le porteranno in una direzione o nell'altra, a seconda che tu sia sulla schiena, inclinato da una parte o dall'altra, o producendo il pino. L'inclinazione delle cellule ciliate invia nuovamente segnali al cervello che le interpreta di conseguenza.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili ai sensi umani e alle loro funzioni, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia cognitiva.

Raccomandato

È male bere molta acqua al giorno?
2019
È normale avere crampi alle mani durante la gravidanza?
2019
Cancro della pelle: sintomi e trattamento
2019