I passaggi per ottenere un autoesame del seno

L'autoesame del seno è un controllo a casa che la donna esegue per verificare che non ci siano stati urti o cambiamenti nel tessuto mammario. Si raccomanda che ogni donna inizi a esaminare il seno una volta al mese dopo la sua prima mestruazione, in questo modo può familiarizzare con l'aspetto normale del seno e notare più facilmente e identificare immediatamente eventuali cambiamenti che questi possono presentare.

Sebbene l'autoesame del seno non possa diagnosticare il cancro al seno, è considerato efficace nel determinare i dossi che potrebbero essere maligni e scoperti e trattati in tempo non può più essere un rischio per la salute delle donne. Data l'importanza suggerita dalla pratica di questo controllo, in questo articolo di ONsalus ti informiamo sui passaggi per un esame del seno.

Autoesame del seno: quando farlo?

Il momento migliore per eseguire un autoesame del seno è quando il periodo mestruale è finito o una settimana dopo il suo completamento. Perché? Perché in questa fase il seno è meno sensibile. In caso di donne in menopausa, si consiglia di eseguire il controllo lo stesso giorno ogni mese.

L'autoesame del seno comprende due tipi di controllo:

  • Visivo: consente di identificare i cambiamenti nelle dimensioni e nella forma del seno, nonché le modifiche della pelle e del capezzolo.
  • Palpazione: aiuta a identificare indurimento, protuberanze, secrezioni, grumi o palline.

I passaggi per ottenere un autoesame visivo del seno

Questa parte dell'autoesame del seno prevede la ricerca di cambiamenti nell'aspetto del seno. Per fare ciò, attenersi alla seguente procedura :

  1. Mettiti di fronte a uno specchio senza camicia o reggiseno.
  2. Appoggia le mani sui fianchi e premi forte per contrarre i muscoli.
  3. In questa posizione, presta attenzione all'aspetto del tuo seno e vedi se la pelle e i capezzoli mostrano arrossamenti, desquamazione o schisi.
  4. Quindi, guarda la forma del tuo seno, le dimensioni, il contorno o se c'è qualche tipo di affondamento o rughe.
  5. Solleva il seno per controllare sotto di essi e su entrambi i lati.
  6. Solleva una delle braccia all'altezza della testa e controlla l'aspetto dell'ascella. Quindi ripetere con l'altro braccio.

Passaggi per l'autoesame del seno: palpazione

La parte dell'autoesame del seno che suggerisce la palpazione dovrebbe essere eseguita come segue:

  1. La posizione migliore per esaminare il seno è sdraiata a letto senza cuscini, poiché questi rendono difficile l'appiattimento del tessuto mammario sul petto.
  2. Sdraiati sul letto senza camicetta o reggiseno e posiziona il braccio destro dietro la testa.
  3. Con il medio della mano sinistra, inizia a premere delicatamente, ma con fermezza, tutto il tessuto mammario del seno destro. Quindi, esamina l'intera area dell'ascella.
  4. Con la punta delle dita, inizia a fare movimenti circolari su e giù fino a quando non hai esaminato tutto il seno e il tessuto ascellare.
  5. Ripeti il ​​passaggio precedente ma esercitando un po 'più di forza per esaminare la parte più profonda del tuo seno. Non allarmarti se senti le costole durante il tocco.
  6. Quando si tocca il seno, si consiglia di farlo in diverse direzioni: verso l'alto, verso il basso, verso il centro e verso i lati.
  7. Una volta che hai finito di esaminare il seno e le ascelle, dovresti controllare il capezzolo. Per fare ciò, premi il capezzolo con attenzione e con fermezza con l'aiuto dell'indice e del pollice.
  8. Controlla se premendo il capezzolo senti che si verifica un nodulo o qualsiasi tipo di secrezione.
  9. Una volta che hai finito di esplorare il seno destro, dovresti ripetere l'intera procedura con il seno sinistro.

Quando andare dal dottore?

Se riscontri qualche tipo di anomalia quando esegui l'autoesame del seno, è importante analizzarne la forma, le dimensioni e la consistenza. Quando una massa è maligna, di solito è ferma, irregolare e grumosa al tatto, dà la sensazione di essere attaccata al petto.

Allo stesso modo, qualsiasi tipo di cambiamento importante che hai notato nel tuo seno dovrebbe essere analizzato dal tuo medico, poiché molte donne spesso confondono qualsiasi tipo di cambiamento nel tessuto con noduli al seno, oltre a differenziare i soliti noduli con noduli nuovi e allarmanti. Pertanto, prima di qualsiasi segno di allarme è sempre conveniente andare dallo specialista.

Inoltre, se l'autoesame del seno è sempre normale, non dimenticare di controllare il seno almeno una volta all'anno. Pertanto, se non sei stato a lungo dal medico per esplorare il tuo seno, è importante programmare presto una consultazione, ricorda che il cancro al seno può essere diagnosticato solo attraverso la mammografia e l'eco mammaria e, se hai già 35 anni, hai l'età per farlo.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se si desidera leggere altri articoli simili a Passaggi per eseguire l'autoesame del seno, si consiglia di accedere alla nostra categoria di Sistema riproduttivo femminile.

Raccomandato

Rimedi domestici per la psoriasi sul cuoio capelluto
2019
Disuria: definizione, cause e trattamento
2019
Tipi di motivazione in psicologia: definizione ed esempi
2019