I 5 tipi di autostima e le loro caratteristiche

L'autostima è uno dei fattori più rilevanti della nostra personalità, perché ci consente di valorizzare noi stessi e amarci, accettando e scoprendo i nostri difetti e le nostre virtù. L'autostima è direttamente correlata al benessere personale e quindi è molto importante essere in grado di condurre una vita sana, piena e felice, permettendoci anche di relazionarci con l'ambiente in modo sano e positivo.

Esistono cinque tipi di autostima che oscillano tra le polarità dell'autostima alta o bassa, con quale ti identifichi? Continua a leggere questo articolo se vuoi conoscere i cinque tipi di autostima e le loro caratteristiche .

Che cos'è l'autostima?

L'autostima si riferisce alla valutazione, sia positiva che negativa, che si fa di se stessi. Nell'autostima entrano in gioco la fiducia e il rispetto che abbiamo di noi, così come il sentimento per la competizione stessa. Questo è considerato uno degli aspetti più importanti della nostra personalità, poiché la nostra autostima influenzerà i nostri comportamenti, le decisioni, la scelta dei nostri obiettivi e la loro pianificazione, nonché l'intero nostro modo di essere e di fare.

Autostima: definizione

È la somma della fiducia, del rispetto per se stessi e del valore che attribuiamo alla nostra competenza, che finisce per condurre al giudizio di valore che facciamo sulla nostra persona . In breve, è l'amore che ognuno prova per se stesso.

Autostima: test

Per sapere se la tua autostima è alta o bassa, se è adeguata o no, puoi fare il test di autostima Rosenberg. Ti aiuterà a riflettere e conoscerti meglio.

Autostima e concetto di sé

Autostima e concetto di sé sono gli stessi? No. Il concetto di sé si riferisce alle caratteristiche che vediamo di noi stessi mentre l'autostima si riferisce a come valutiamo tali caratteristiche. In questo articolo puoi trovare la differenza tra autostima e concetto di sé.

Alta autostima: definizione

Le persone che hanno una grande autostima, si sentono soddisfatte con se stesse, accettandosi come sono, nelle loro virtù e difetti. I loro difetti o limitazioni non li fanno sminuire, perché si sentono amati così come sono, sapendo come identificare ciò che sono meglio e cosa dovrebbero migliorare, senza sentirsi a disagio quando parlano dei loro fallimenti o dei loro risultati e hanno un Un atteggiamento più aperto nei confronti delle critiche, con una maggiore flessibilità nell'accettare i propri errori, che li porta a imparare da questi errori, li mantiene in un atteggiamento più aperto nei confronti di nuove esperienze e si trovano più facilmente di fronte a nuove situazioni o sfide.

Inoltre, a livello relazionale, non sentono il bisogno di superare gli altri e si sentono a proprio agio nel ricevere e fare complimenti. Difenderanno sempre la loro posizione di fronte agli altri, esprimendo la loro opinione, mostrandoli più sinceri di fronte ai loro pensieri e sentimenti, perché non hanno paura di essere e mostrano chi sono. Pertanto, l'alta autostima aiuta a stabilire relazioni sane, perché il rispetto e l'autostima sono molto importanti in relazione alle relazioni sociali.

L'autostima stimola l' autonomia, l'indipendenza, perché la fiducia in se stessi consente alla persona di trovare e sentirsi a proprio agio nella propria identità, cercando di raggiungere gli obiettivi prefissati e assumendosi la responsabilità di se stessa.

Di fronte all'apparizione di sentimenti di insicurezza, la persona ha meno probabilità di sentirsi sopraffatta da loro e se lo fa, avrà una maggiore capacità di superarli.

Bassa autostima: definizione

Che cos'è la bassa autostima? Le persone con scarsa autostima provano un costante sentimento di insoddisfazione per se stesse e mancanza di fiducia o valore, creando così un'autocritica eccessiva che mantiene lo stato di insoddisfazione. A differenza delle persone con alta autostima, tendono a dare grande importanza ai loro difetti, sovrapponendoli alle loro virtù e amplificando la loro presenza. Inoltre, la loro attenzione ai loro difetti li induce a non riconoscere chi sono e quali sono le loro virtù, il che li porta a valutare se stessi. Al contrario, tendono a presentarsi con un atteggiamento più triste, disfattista, perfezionista e mancanza di spontaneità.

Di fronte all'autocritica costante, tendono a reagire eccessivamente agli errori, con una grande intolleranza alla frustrazione, quindi tendono ad agire sul noto e non corrono rischi, poiché un errore in un dato fatto è generalizzato in una critica a tutto la sua persona

Proprio come l'indipendenza prevale nell'alta autostima, nella dipendenza c'è una predominanza della dipendenza, in cui la persona teme di sentirsi rifiutata e quindi nasconde i suoi pensieri e sentimenti quando pensa che non saranno gli stessi di quelli del resto. La persona è costantemente indecisa per paura di sbagliare e ha molta paura di prendersi in giro. Tutto ciò porta all'instaurazione di relazioni di dipendenza, evitando così l'esposizione a errori o critiche.

Tipi di autostima secondo gli autori

Quando parliamo di autostima tendiamo ad affrontare i due poli opposti o livelli di autostima: basso e alto. Tuttavia, come tutto nella vita, ci sono coloranti diversi, non tutto è bianco e nero. Pertanto, diversi autori hanno sviluppato una classificazione che include 5 tipi di autostima, che coprono più facilmente la posizione in cui una persona può essere. All'interno di questi 5 tipi di autostima troviamo:

  1. Autostima elevata e stabile
  2. Alta autostima instabile
  3. Stabile bassa autostima
  4. Bassa autostima instabile
  5. Autostima gonfiata

1. Alta autostima stabile

La persona che mantiene alta l'autostima e anche stabile, mantiene tutte le caratteristiche precedentemente menzionate di alta autostima. Si mostra come una persona sicura di sé, che confida nelle sue capacità. Il termine stabile implica che fattori esterni, come l'opinione degli altri o le circostanze negative che possono incontrare, non condizioneranno il valore che si danno. Pertanto, non hanno bisogno di difendere la propria persona e possono esprimere la propria opinione senza destabilizzare se stessi.

2. Alta autostima instabile

In questa categoria, la persona manterrà le caratteristiche di alta autostima, ma a differenza di un'alta autostima stabile, in questo caso i fattori esterni condizionano la propria autostima, cioè se il loro intero ambiente va bene, si sentono bene con se stessi, Di fronte a un fallimento, collassano e smettono di fidarsi di loro. Per questo motivo, è molto difficile per loro accettare le critiche. Di fronte a questo, rispondono con poca tolleranza al fallimento, percependolo come una minaccia e per questo motivo, tendono a reagire con comportamenti più aggressivi e con una certa superiorità. L'importanza che attribuiscono agli errori e alle critiche, li fa sentire insicuri e invalidi, causando fluttuazioni di autostima e quindi la loro instabilità.

3. Autostima bassa e stabile

Le persone con questo tipo di autostima mantengono le caratteristiche di una bassa autostima in modo stabile e i fattori esterni che possono apparire non condizionano questa percezione negativa che hanno di se stessi. Le persone con questo tipo di autostima tendono sempre ad essere indecise e non sono in grado di difendere la propria opinione, perché hanno paura di non essere abbastanza per gli altri e di essere respinte. Pensano costantemente che non saranno in grado di raggiungere ciò che hanno stabilito, perché si fidano molto poco delle loro capacità . In questo tipo di autostima, i sentimenti pessimistici e negativi tendono a predominare.

Questo tipo di autostima tende a manifestarsi in diversi disturbi psichiatrici, come depressione, ansia o livelli molto elevati di stress.

4. Bassa autostima instabile

A differenza della bassa autostima stabile, questo tipo di autostima è condizionata da fattori esterni . La persona di solito mantiene bassi livelli di autostima, ma a fronte di successi o successi, la sua autostima aumenta. Tuttavia, quando finisce l'emozione che questo risultato ha portato a termine, la tua autostima scende di nuovo.

Quindi questo tipo di autostima è caratterizzato dalla sua fluttuazione e instabilità, che porta la persona ad essere altamente vulnerabile agli eventi in cui si trova, anche se possono sembrare irrilevanti dall'esterno. Quindi, quando la persona sente che le cose funzionano bene, la loro autostima migliora, senza essere considerata alta autostima, essendo molto sensibile a fattori esterni.

5. Autostima gonfiata

Questo tipo di autostima può inizialmente essere confuso con un'alta autostima. Tuttavia, la persona non si mostra al resto come una persona sicura che ama e rispetta se stessa, ma mostra un atteggiamento di arroganza, persino sentendosi superiore agli altri. Le persone con un'autostima gonfia devono evidenziare i loro risultati e le loro virtù, al fine di ottenere il riconoscimento e cercare di essere giusti in tutto ciò che fanno e dicono, considerando sempre l'opinione degli altri come sbagliata. Tendono ad essere considerati migliori degli altri in tutto ciò che fanno ed è difficile per loro riconoscere errori e critiche, quindi scelgono di incolpare il resto di essi. Tuttavia, sebbene si mostrino di fronte agli altri con un complesso di superiorità, questi atteggiamenti cercano di nascondere le loro insicurezze e scarsa autostima .

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a I 5 tipi di autostima e le loro caratteristiche, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Personalità.

Raccomandato

Abuso di minori: tipi, cause, conseguenze e prevenzione
2019
Rimedi per la combustione con olio bollente
2019
La tesi della mente di gruppo e dell'individualismo
2019