Fiale per piedi per chemioterapia: gradi, trattamento e prevenzione

Il cancro in diverse parti del corpo è una patologia sempre più comune correlata alle cellule. In un normale processo, le cellule dell'organismo umano crescono e si dividono a seconda di quando il corpo ne ha bisogno per sostituire quelle cellule che invecchiano, muoiono o sono danneggiate. Nei pazienti oncologici questo processo è incontrollato, poiché nuove cellule nascono quando non sono necessarie, mentre quelle vecchie o danneggiate non muoiono come dovrebbero e diventano un processo totalmente anormale.

Il trattamento del cancro è ciò che molti conoscono come chemioterapia e sebbene possa aiutare notevolmente a salvare o prolungare la vita del paziente, ci sono molti effetti collaterali che molte persone non conoscono. L'esempio più chiaro di ciò è la cosiddetta sindrome mano-piede o eritrodisestesia palmoplantare, che provoca alcune verruche alle estremità, intorpidimento delle mani e dei piedi e altri sintomi. Se vuoi saperne di più sulle vesciche sui piedi con la chemioterapia, nel seguente articolo di ONsalus troverai molte informazioni.

Intorpidimento di mani e piedi mediante chemioterapia

Come spiegato sopra, la nota sindrome mano-piede è un effetto collaterale del trattamento del cancro chiamato chemioterapia. Questo processo si basa su farmaci il cui obiettivo principale è quello di uccidere le cellule tumorali del corpo e impedire loro di dividersi e crescere più velocemente delle cellule sane.

Sebbene ci siano diversi tipi di chemioterapia, la maggior parte ha grandi effetti collaterali e questa sindrome mano-piede è uno di questi. Provoca gonfiore, arrossamento e forte o moderato disagio nella pianta dei piedi e / o delle mani. Ci sono anche occasioni in cui questa sindrome provoca vesciche su queste estremità e sebbene sia di solito meno frequente dei sintomi descritti sopra, molti pazienti ne soffrono. In casi di frequenza inferiore, la sintomatologia di questa sindrome può essere presente in altre aree come gomiti e ginocchia.

I malati di cancro hanno la priorità di controllare questa patologia, tuttavia, è importante che vengano sottoposti anche a vari trattamenti per migliorare alcuni degli effetti collaterali che potrebbero essere generati, quindi è essenziale mantenere un contatto costante con il medico e dare Conoscere eventuali nuovi sintomi riscontrati.

Successivamente ti parleremo più approfonditamente delle vesciche sui piedi tramite la chemioterapia, nota dal punto di vista medico come eritrodisestesia palmoplantare .

Eritrodisestesia palmoplantare: gradi e sintomi

La sindrome mano-pelle può causare vari sintomi a seconda che abbia un'alta gravità o se sia lieve o moderata. Per conoscere il grado di sindrome degli arti, è essenziale che il paziente si consulti con uno specialista in modo che possa valutarlo e offrire il trattamento corretto.

Quando il disturbo è lieve o moderato, i sintomi più caratteristici dell'eritrodisestesia palmoplantare sono:

  • La presenza di infiammazione e gonfiore degli arti colpiti.
  • Rossore molto simile a quelli che si verificano con scottature solari.
  • Sensazione di bruciore o formicolio
  • Soffrire la sensibilità al tocco.
  • Hai la pelle tesa.
  • Che spessi semi e vesciche si verificano sulla pianta dei piedi o sui palmi delle mani.

In caso di sofferenza da una grave sindrome mano-piede, sintomi come:

  • Dolore intenso nella zona interessata.
  • Peeling del derma o screpolature.
  • Difficoltà a usare le mani o camminare.
  • Presenza di ulcere, piaghe o vesciche cutanee.

Fiale per i piedi per la chemioterapia: trattamento

Quando appare la sindrome mano-piede, gli specialisti possono raccomandare vari modi per trattarla e quindi ridurre i sintomi che produce. Tra i fattori più frequenti vi è l'uso di antinfiammatori topici, ad esempio creme corticosteroidi. D'altra parte, il medico può ridurre le dosi nella chemioterapia o generare un cambiamento nel programma della stessa per alleviare la sindrome e, in alcuni casi, potrebbe essere necessario sospendere il trattamento del cancro fino a quando questi effetti collaterali non saranno alleviati.

Allo stesso modo, il paziente può anche sottoporsi a un trattamento analgesico orale e all'applicazione di impacchi di ghiaccio nell'area interessata durante la chemioterapia. Oltre a quanto sopra, lo specialista può raccomandare varie creme idratanti topiche per migliorare il derma.

Nel caso in cui una persona sia sottoposta a chemioterapia e non abbia subito l'insorgenza della sindrome che causa vesciche ai piedi, ci sono diversi consigli che possono aiutare molto a prevenirla . Tra questi spicca:

  • Fare il bagno con acqua fredda e, alla fine, asciugare la pelle senza piccoli tocchi senza sfregare.
  • Raffredda gli arti più volte al giorno con acqua di rubinetto o un asciugamano umido.
  • Usa scarpe larghe e non camminare a piedi nudi per casa.
  • Evitare di usare acqua calda sugli arti quando il paziente sta facendo il bagno.
  • Non svolgere attività o sport che richiedono forza o sfregamento.
  • Evitare di subire grandi calori come una sauna o l'esposizione alla luce solare.
  • Non essere in contatto con prodotti chimici o utilizzare guanti in vinile o gomma.
  • Evitare l'uso di elettrodomestici o utensili domestici che richiedono pressione o forza con le mani.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Fiale sui piedi per la chemioterapia: gradi, trattamento e prevenzione, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Pelle, capelli e unghie.

Raccomandato

Ghiandole salivari gonfie: trattamento
2019
Denti sensibili: cause e trattamento
2019
Perché ho il prepuzio attaccato al glande?
2019