Enalapril: a cosa serve, dosaggio ed effetti collaterali

Diversi tipi di farmaci sono usati per trattare la pressione alta. Tra questi, ci sono alcuni noti come ACEI o inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina. Questi, come suggerisce il nome, impediscono all'enzima di fare il suo lavoro, che è quello di trasformare l'angiotensina I in angiontensina II. Da parte sua, l'angiotensina II svolge una funzione vasopressore e aumenta anche il volume del sangue, stimolando la produzione di aldosterone nelle ghiandole surrenali. Pertanto, inibendo la produzione di angiotensina II, gli ACEI impediscono a questa molecola di adempiere alle sue funzioni e quindi aiutano a ridurre la pressione.

Il primo enzima di conversione dell'angiotensina è stato scoperto da un gruppo di scienziati brasiliani nel veleno di serpente Bothrops jararaca, nel 1939. Altri studi, insieme a un team inglese, hanno dato più luce alle molecole e infine una società americana Ha progettato captopril, il nome commerciale del primo ACEI, negli anni 1970. Ha prodotto forti effetti collaterali, quindi sono stati creati enalapril, ramipril, lisinopril, con effetti più lievi.

In ONsalus ti raccontiamo di Enalapril: a cosa serve, dosaggio ed effetti collaterali.

A cosa serve Enalapril?

Attualmente, gli ACEI sono farmaci ampiamente usati in tutto il mondo. In Spagna, enalapril è il farmaco più comunemente usato per trattare l'ipertensione ed è nella posizione numero dieci nell'elenco dei Principi attivi; È l'antipertensivo per eccellenza. Enalapril può essere un'ottima opzione terapeutica in circa il 75% delle persone con ipertensione, poiché questa percentuale corrisponde a pazienti con alti livelli di angiotensina II.

Il meccanismo d'azione di enalapril e delle altre molecole della famiglia ACEI è di prevenire la formazione di questo enzima che agisce aumentando la pressione sanguigna, agendo contraendo i vasi sanguigni e favorendo il passaggio del sodio ai reni . Il restante 25% è costituito, in parte, da afro-discendenti e anziani che soffrono di ipertensione ma con bassi livelli di angiotensina II. Questo gruppo non beneficerà di un trattamento esclusivo con enalapril o altri ACEI. Se viene utilizzato questo trattamento, sarà probabilmente prescritto contemporaneamente a un diuretico.

Inoltre, l'enalapril è indicato come parte del trattamento dell'insufficienza cardiaca e del trattamento del deficit funzionale asintomatico del ventricolo sinistro, poiché rallenta il processo del ventricolo allargato. La ricerca al riguardo mostra che la medicina in questi casi aiuta a migliorare e prolungare la vita dei pazienti. Come succede anche quando usato dopo un infarto del miocardio.

D'altra parte, l'enalapril svolge una funzione protettiva dei reni nelle persone con diabete, evitando lo spreco di proteine ​​o proteinuria. Pertanto, viene utilizzato in casi di nefropatia diabetica e insufficienza renale cronica.

Enalapril: dose

Enalapril è commercializzato in diverse presentazioni la cui composizione cambia da un paese all'altro. Il suo principio attivo è l'enalapril maleato e di solito è combinato con bicarbonato di sodio, lattosio, amido di mais, ossido di ferro rosso e giallo e magnesio stearato in diverse proporzioni. Si può trovare in compresse da 5 mg, 10 mg e 20 mg. Per prescrivere la dose appropriata, il medico deve rivedere i sintomi del paziente e i farmaci che assume.

A seconda delle condizioni da trattare, vengono utilizzate dosi diverse e in ogni caso si raccomanda di non superare i 40 mg / giorno :

  • Per i pazienti ipertesi, vengono utilizzati da 5 a 20 mg una volta al giorno. Sebbene alcuni pazienti potrebbero dover iniziare il trattamento con meno.
  • Per il trattamento dell'insufficienza cardiaca si consiglia di iniziare con 2, 5 mg e aggiustare fino a raggiungere la quantità appropriata, che di solito è 20 mg al giorno presa in una o due parti.
  • Per proteggere il rene nei pazienti diabetici, verrà presa in considerazione la concentrazione di creatinina presentata dal paziente e saranno raccomandate dosi comprese tra 2, 5 e 10 mg, a seconda anche se si tratta di un paziente dializzato.

Questo trattamento richiede un po 'di tempo per abituarsi, motivo per cui inizia con basse dosi che vengono adattate. Possono comparire effetti collaterali che impediscono alla persona di svolgere determinate attività in sicurezza, quindi è necessario essere consapevoli e sapere quali sono gli effetti collaterali e le controindicazioni di questo medicinale.

Quali effetti collaterali ha Enalapril?

L'uso di captopril, il primo ACEI, ha mostrato effetti collaterali molto forti, quindi i ricercatori hanno concentrato i loro sforzi per ridurli. Pertanto, sono stati creati gli altri ACEI, che sebbene continuino a generare effetti negativi, questi sono più lievi. Enalapril è considerato un farmaco ben tollerato, sebbene produca frequentemente i seguenti effetti collaterali :

  • Tosse e bruciore alla gola: colpisce dal 5 al 10% delle persone trattate. Questo effetto si manifesta da 1 a 2 settimane dopo l'inizio dell'uso di enalapril e può durare fino a 6 mesi. Può anche causare difficoltà respiratorie.
  • Ipotensione : circa il 2% dei pazienti sarà influenzato dalla diminuzione della tensione, che si rifletterà in vertigini, debolezza, affaticamento, visione offuscata e malessere. Questo effetto indesiderato è più frequente quando si inizia con una dose molto elevata o se le persone hanno: Più di 60 anni, hanno disidratazione, usano entrambi i diuretici o soffrono di insufficienza cardiaca.
  • Potassio nel sangue alto o iperkaliemia: questo effetto indesiderato provoca gravi aritmie e colpisce dal 3 al 4% dei pazienti. In alcune occasioni, regolando la dieta, riducendo il consumo di cibi ricchi di potassio, è possibile minimizzare questo effetto. Ma il trattamento è generalmente sospeso perché è una condizione pericolosa.
  • Eruzione cutanea e orticaria: entrambe sono reazioni cutanee che possono verificarsi come effetto avverso. L'eruzione cutanea si verifica nello 0, 1-1% dei casi e l'orticaria può interessare fino al 10%. Sebbene le condizioni della pelle di solito non invecchino, può accadere che il paziente sviluppi altre reazioni allergiche come gonfiore di viso, arti, labbra, lingua, glottide o laringe.
  • Altri effetti collaterali frequenti: mal di testa, depressione, nausea, diarrea, dolore addominale e disturbi del gusto.

È della massima importanza quando si prende qualsiasi trattamento medico per essere attento ai cambiamenti che appaiono nell'organismo, per quanto lievi possano sembrare. Nel caso specifico di enalapril , non esitare a chiamare il tuo specialista se subisci un effetto come importante reazione allergica con:

  • Gonfiore che rende impossibile respirare o deglutire.
  • Prurito.
  • Pelle arrossata
  • È anche un segnale di allarme da gonfiare.

Se sei afro-discendente, stai ancora più attento perché questi effetti potrebbero essere maggiori.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Enalapril: a cosa servono, dosaggio ed effetti collaterali, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di farmaci e test medici.

Raccomandato

Aloe Vera per combattere la costipazione
2019
Rimedi domestici per l'herpes zoster
2019
Puntura di scorpione: sintomi e trattamenti
2019