Elettrocardiogramma: cos'è e a cosa serve

L'elettrocardiogramma è uno studio efficace per conoscere le condizioni del cuore e diagnosticare determinate patologie. Inoltre, questo test non produce dolore, viene eseguito in non più di 15 minuti ed è molto semplice, quindi può essere applicato in pazienti di qualsiasi età.

Mentre viene eseguito l'elettrocardiogramma, la persona dovrebbe essere sdraiata e rilassata, senza indumenti dalla cintura in su, o avere oggetti metallici o altri accessori, poiché questi o un semplice movimento potrebbero interferire con la lettura degli impulsi cardiaci . È importante che questo test venga eseguito se si soffre di dolori al petto o palpitazioni, quando vi è una storia di problemi cardiaci, soffi cardiaci o qualsiasi altra situazione in cui il medico lo considera prudente.

A causa della rilevanza di questo studio cardiaco, in ONsalus spiegheremo cosa è necessario sapere sull'elettrocardiogramma: che cos'è e a cosa serve .

Che cos'è un elettrocardiogramma?

L'elettrocardiogramma è uno studio in cui le variazioni dell'attività elettrica generate dagli atri e dai ventricoli sono registrate graficamente in funzione del tempo.

Per questo, 10 elettrodi sono generalmente posizionati in vari punti sulla superficie corporea del paziente, sono collegati a un dispositivo di registrazione. Questi punti ci daranno uno schema del funzionamento del cuore attraverso la traccia di una sequenza di onde, in cui possiamo interpretare il ritmo e la regolarità dei battiti, l'attività, le dimensioni del cuore e le sue cavità.

Per la sua interpretazione, esiste un modello del potenziale elettrico cardiaco per una persona in condizioni normali, quindi quando si verifica un cambiamento o un'anomalia nel percorso, il medico valuterà la condizione e indicherà se si tratta di un problema.

A cosa serve l'elettrocardiogramma?

Questo studio aiuta nella diagnosi delle malattie cardiovascolari ed è un fattore primario nei processi di screening, nonché nell'area che è responsabile dell'analisi di tutto ciò che riguarda i potenziali elettrici del cuore. L'elettrocardiogramma viene utilizzato principalmente per:

  • Identificare possibili disordini metabolici che colpiscono il muscolo cardiaco, in particolare quelli coinvolti con l'alterazione di sodio, magnesio, potassio e calcio.
  • Scopri se il paziente è predisposto a soffrire di morte cardiaca improvvisa.
  • Determina in quale condizione fisica si trova una persona. Viene generalmente utilizzato durante gli stress test che si applicano per un lavoro, a scuola o per svolgere alcune attività a rischio.
  • Trova possibili effetti sul cuore mediante l'uso di dispositivi impiantati in questo organo o da determinati farmaci.
  • Rileva e valuta la presenza di aritmie cardiache.
  • Sapere se la posizione e le dimensioni dei ventricoli e degli atri sono normali o, al contrario, c'è un'anomalia come lo sviluppo dell'ipertrofia ventricolare sinistra.
  • Aiuta a stabilire se soffri di malattie cardiache.
  • Indicare possibili blocchi o anomalie nelle arterie coronarie o conduzione atrioventricolare.
  • Diagnosticare lo sviluppo di episodi di patologie coronariche acute, come la sindrome coronarica, angina instabile o infarto del miocardio. L'identificazione tempestiva di queste malattie è essenziale per contrastarle.

Ogni volta che questo test è raccomandato da un cardiologo, è essenziale eseguirlo per rilevare tempestivamente qualsiasi condizione cardiaca e garantire il proprio benessere.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili all'elettrocardiogramma: cos'è e a cosa serve, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di farmaci e test medici.

Raccomandato

Eosinopenia: di cosa si tratta, cause, sintomi e trattamento
2019
Tecnica di inoculazione di stress
2019
Come guarire le ferite dell'anima e del cuore
2019