Disturbo della personalità paranoica

La caratteristica essenziale del disturbo paranoico della personalità è un modello di sfiducia e sospetto generale verso gli altri, in modo che le loro intenzioni siano interpretate come maligne. Questo modello inizia all'inizio dell'età adulta e appare in vari contesti.

Gli individui con questo disturbo presumono che gli altri ne trarranno vantaggio, li danneggeranno o li inganneranno, anche se non hanno prove a sostegno di queste previsioni (Criterio A1). Con poche o nessuna prova, hanno una base sufficiente per sospettare che altri stiano tramando una trama contro di loro e che possano essere attaccati in qualsiasi momento, all'improvviso e senza motivo. Spesso, senza alcuna prova oggettiva di ciò, sentono di essere stati profondamente e irreversibilmente offesi da un'altra o più persone. Sono preoccupati per dubbi ingiustificati sulla lealtà o lealtà dei loro amici e partner, i cui atti vengono esaminati alla ricerca di prove di intenzioni ostili (Criterio A2). Qualsiasi deviazione che percepiscono nella fedeltà o nella lealtà serve come prova dei loro presupposti.

Disturbo paranoico

Quando un amico o un partner è fedele a loro, sono così sorpresi che non possono fidarsi o credere in lui. Se incontrano problemi, pensano che ciò che i loro amici o partner faranno è attaccarli o ignorarli.

I soggetti con questo disturbo sono riluttanti a fidarsi o essere intimi con gli altri, perché temono che le informazioni che condividono saranno utilizzate contro di loro (Criterio A3).

Possono rifiutare di rispondere a domande personali dicendo che queste informazioni non sono affari di altri. Nelle osservazioni o fatti più innocenti, intravvedono significati nascosti che stanno degradando o minacciando (Criterio A4). Ad esempio, un soggetto con questo disturbo può interpretare erroneamente un errore legittimo di un commesso come un tentativo deliberato di non apportare modifiche, oppure può vedere un'osservazione umoristica di un collega come se si trattasse di un attacco a tutti gli effetti. L'adulazione è spesso fraintesa (ad esempio, un complimento per qualcosa che hanno appena acquistato può essere frainteso come una critica per essere egoista; un complimento per alcuni risultati viene frainteso come un tentativo di ridurre una prestazione migliore). Possono vedere un'offerta di aiuto come una critica nel senso che non stanno facendo abbastanza bene da soli. Gli individui con questo disturbo spesso nutrono rancore e non sono in grado di dimenticare gli insulti, gli insulti o il disprezzo che credono di essere stati sottoposti (Criterio A5). Il minimo disprezzo provoca grande ostilità, che persiste a lungo. Dato che sono sempre consapevoli delle cattive intenzioni degli altri, spesso sentono che la loro persona o reputazione sono state attaccate o che sono state ignorate in qualche altro modo. Contrastano la conrapidità e reagiscono con rabbia agli oltraggi che percepiscono (criterio A6). I soggetti con questo disturbo possono essere patologicamente gelosi, spesso sospettando che il loro coniuge o partner sia infedele senza un'adeguata giustificazione (Criterio A7).

Possono raccogliere prove banali e circostanziali per confermare i loro sospetti, vogliono mantenere il pieno controllo sulle persone con cui hanno relazioni intime per evitare di essere traditi e possono costantemente porre domande e mettere in discussione i movimenti, gli atti, le intenzioni e la fedeltà del coniuge o del partner.

Il disturbo paranoico di personalità non deve essere diagnosticato se il modello di comportamento appare esclusivamente nel corso della schizofrenia, un disturbo dell'umore con sintomi psicotici o un altro disturbo psicotico, o se è dovuto agli effetti fisiologici diretti di una malattia neurologica. (ad es. epilessia del lobo temporale) o altro (criterio B).

Diagnosi differenziale

Il disturbo paranoico di personalità può essere distinto dal disturbo delirante, dal tipo di chirurgia, dalla schizofrenia, dal tipo paranoico e dal disturbo dell'umore con sintomi psicotici, poiché tutti questi disturbi sono caratterizzati da un periodo di sintomi psicotici persistenti (ad es. delusioni e allucinazioni).

Per fare un'ulteriore diagnosi del disturbo paranoico della personalità, il disturbo della personalità deve essersi manifestato prima dell'inizio dei sintomi psicotici e deve persistere quando i sintomi psicotici sono in remissione. Quando un individuo ha un disturbo psicotico cronico nell'asse I (ad esempio, la schizofrenia) che è stato preceduto da un disturbo paranoico della personalità, il disturbo paranoico della personalità dovrebbe essere notato nell'asse II, seguito tra parentesi dal premorbido. Il disturbo paranoico di personalità deve essere distinto dal cambiamento di personalità dovuto a una malattia medica, in cui i tratti compaiono a causa degli effetti diretti di una malattia del sistema nervoso centrale. Deve anche essere differenziato dai sintomi che possono apparire associati all'uso cronico di sostanze (p. Es., Disturbo correlato alla cocaina non specificato). Infine, deve anche essere distinto dalle caratteristiche paranoiche associate alla comparsa di handicap fisici (ad esempio, compromissione dell'udito).

Il disturbo paranoico della personalità può essere confuso con altri disturbi della personalità che hanno alcune caratteristiche in comune. Pertanto, è importante differenziare questi disturbi in base alle differenze nei loro sintomi caratteristici.

Tuttavia, se un individuo ha caratteristiche di personalità che soddisfano i criteri per uno o più disturbi della personalità, oltre al disturbo paranoico della personalità, tutti questi disturbi possono essere diagnosticati. Il disturbo paranoico di personalità e il disturbo schizotipico di personalità condividono tratti di sospetto, distanziamento interpersonale o idea paranoica, ma il disturbo schizotipico di personalità comprende anche sintomi come il pensiero magico, esperienze percettive insolite e stranezze di pensiero e linguaggio . I soggetti il ​​cui comportamento soddisfa i criteri per un disturbo schizoide della personalità sono generalmente percepiti come strani, eccentrici, freddi e distanti, ma di solito non presentano un'importante idea paranoica. La tendenza dei soggetti con un disturbo paranoico della personalità a reagire con rabbia a piccoli stimoli si osserva anche nel disturbo borderline di personalità e nel disturbo istrionico di personalità. Tuttavia, questi disturbi non sono necessariamente associati a un sospetto generalizzato. Le persone con disturbo di evitamento della personalità possono anche essere riluttanti a fidarsi degli altri, sebbene più per paura di essere sopraffatti o per non sapere cosa fare che per paura delle cattive intenzioni degli altri.

Sebbene il comportamento antisociale sia osservato in alcuni individui con disturbo paranoico della personalità, di solito non è motivato dal desiderio di guadagno personale o sfruttamento di altri, come nel disturbo antisociale della personalità, ma piuttosto è dovuto a un desiderio di vendetta A volte i soggetti con un disturbo narcisistico della personalità mostrano sospetto, isolamento sociale o alienazione, ma questa è una conseguenza delle loro paure di scoprire le loro imperfezioni o difetti.

I tratti paranoici possono essere adattivi, specialmente in un ambiente minaccioso.

Il disturbo paranoico di personalità deve essere diagnosticato solo quando questi tratti sono inflessibili, disadattivi e persistenti e quando causano un danno funzionale significativo o un disagio soggettivo.

Criteri per la diagnosi del disturbo paranoico di personalità

Diffidenza generale e sospetto dall'inizio dell'età adulta, in modo che le intenzioni degli altri siano interpretate come dannose, che compaiono in vari contesti, come indicato da quattro (o più) dei seguenti punti: sospetto, senza base sufficiente, che altri ne trarranno vantaggio, li danneggeranno o li inganneranno preoccupati per dubbi ingiustificati sulla lealtà o lealtà di amici e partner riluttanza a fidarsi degli altri per la paura ingiustificata che l'informazione che condividono saranno usati contro di loro nelle osservazioni o fatti più innocenti che intravvedono significati nascosti che stanno degradando o minacciando i rancori dei porti per lungo tempo, ad esempio, non dimenticare gli insulti, gli insulti o il disprezzo degli attacchi percepiti sulla loro persona o sulla loro reputazione che non sono evidenti agli altri e sono predisposti a reagire con rabbia o contrastare il sospetto ripetutamente e irragionevolmente che il coniuge o Il tuo partner è infedele.

Queste caratteristiche non compaiono esclusivamente nel corso della schizofrenia, di un disturbo dell'umore con sintomi psicotici o di un altro disturbo psicotico e non sono dovuti agli effetti fisiologici diretti di una malattia medica.

Sintomi e disturbi associati

I soggetti con disturbo paranoico della personalità sono persone con le quali è generalmente difficile andare d'accordo e spesso hanno problemi nelle relazioni personali. Il loro eccessivo sospetto e l'ostilità possono essere espressi attraverso proteste dirette, lamentele ricorrenti o un allontanamento silenzioso chiaramente ostile. Dal momento che sono eccessivamente attenti alle possibili minacce, possono comportarsi in modo cauto, riservato o tortuoso e apparire freddi e senza sentimenti di compassione. Sebbene a volte sembrino obiettivi, razionali e non emotivi, mostrano più spesso una gamma affettiva labile in cui predominano le espressioni di ostilità, testardaggine e sarcasmo. La sua natura combattiva e sospettosa può provocare in altri una risposta ostile, che a sua volta serve a confermare le aspettative iniziali del soggetto.

Poiché gli individui con disturbo paranoico della personalità non si fidano degli altri, hanno un bisogno eccessivo di essere autosufficienti e un forte senso di autonomia. Devono anche avere un alto grado di controllo su coloro che li circondano. Sono spesso rigidi, critici nei confronti degli altri e incapaci di collaborare, sebbene abbiano molte difficoltà ad accettare le critiche. Sono in grado di incolpare gli altri per i propri errori. A causa della loro rapidità di contrattacco in risposta alle minacce che percepiscono intorno a loro, possono essere parti in causa e sono spesso coinvolti in azioni legali. I soggetti con questo disturbo cercano di confermare le loro concezioni negative preconcette riguardo alle persone o alle situazioni che le circondano attribuendo cattive intenzioni ad altri che sono proiezioni delle proprie paure. Possono mostrare fantasie di grandiosità irrealistiche e appena nascoste, tendono ad essere consapevoli delle questioni di potere e gerarchia e tendono a sviluppare stereotipi negativi di altri, specialmente gruppi di popolazione diversi dai propri. Sono attratti dalle formulazioni semplicistiche del mondo e spesso diffidano di situazioni ambigue. Possono essere visti come fanatici e far parte di gruppi di culto fortemente coesi, insieme ad altri che condividono il loro sistema di credenze paranoico.

Gli individui con questo disturbo possono sperimentare episodi psicotici molto brevi (minuti o ore della durata), specialmente in risposta allo stress. In alcuni casi, il disturbo paranoico di personalità appare come una storia premorbida di un disturbo delirante o schizofrenia. I soggetti con questo disturbo possono presentare un disturbo depressivo maggiore e un rischio maggiore di avere agorafobia e disturbo ossessivo-compulsivo. L'abuso o la dipendenza da alcol o altre sostanze è comune. I disturbi della personalità che si verificano più frequentemente in combinazione con il disturbo paranoico della personalità sembrano essere schizotipici, schizoidi, narcisistici, di evitamento e borderline.

Sintomi dipendenti da cultura, età e sesso

Alcuni comportamenti che sono influenzati da contesti socioculturali o da determinate circostanze della vita possono essere erroneamente descritti come paranoici e possono persino essere rafforzati dal processo di valutazione clinica. I membri di gruppi minoritari, immigrati, rifugiati politici ed economici o soggetti di diversa origine etnica possono mostrare comportamenti sospetti o difensivi a causa dell'ignoranza (ad es. A causa di barriere linguistiche o ignoranza di norme o leggi ) o la percezione del disprezzo o dell'indifferenza da parte della società maggioritaria. A loro volta, questi comportamenti possono generare rabbia e frustrazione nelle persone che li affrontano, creando così un circolo vizioso di sfiducia reciproca, che non deve essere confuso con un disturbo paranoico della personalità. Alcuni gruppi etnici mostrano anche comportamenti legati alla loro cultura che possono essere fraintesi come paranoici.

Il disturbo paranoico della personalità può manifestarsi per la prima volta durante l'infanzia o l'adolescenza attraverso atteggiamenti e comportamenti solitari, scarse relazioni con i compagni di classe, ansia sociale, scarse prestazioni scolastiche, ipersensibilità, pensiero peculiare e linguaggio e fantasie idiosincratiche. Questi bambini possono sembrare strani o eccentrici e prendere in giro gli altri. Nella popolazione clinica sembra che venga diagnosticato più frequentemente negli uomini.

prevalenza

È stato sottolineato che la prevalenza del disturbo paranoico di personalità è dello 0, 5-2, 5% nella popolazione generale, del 10-20% negli ospedali psichiatrici e del 2-10% nei pazienti psichiatrici ambulatoriali.

Modello familiare

Ci sono alcuni dati che indicano un aumento della prevalenza del disturbo paranoico di personalità nei parenti di quelli con schizofrenia cronica e una relazione familiare più specifica con disturbo delirante, tipo persecutorio.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Disturbo paranoico della personalità, ti consigliamo di accedere alla nostra categoria di Psicologia clinica e della salute.

Raccomandato

Distorsione intercostale: sintomi, trattamento e durata
2019
Sindrome da affaticamento cronico: che cos'è, sintomi, gradi e trattamento
2019
Perché ho basso contenuto di vitamina B12
2019