Depressione maggiore: criteri, sintomi, cause e trattamento del DSM-V

Durante il corso della nostra vita è normale soffrire periodi in cui ci sentiamo più tristi del solito e sebbene molte volte consideriamo che essere tristi non è positivo, la verità è che questi sentimenti possono aiutarci molto a crescere e svilupparci come persone.

Tuttavia, quando questi sentimenti di tristezza vengono mantenuti nel tempo e invadono notevolmente le diverse aree della nostra vita, potremmo parlare di un disturbo patologico, la depressione.

Possiamo affrontare diversi tipi di depressione, in questo articolo esporremo la depressione maggiore: criteri, sintomi, cause e trattamento del DSM-V .

Che cos'è la depressione maggiore?

La depressione maggiore fa parte dei cosiddetti disturbi dell'umore, in cui si riflette una costante sensazione di tristezza, di umore decaduto, di mancanza di motivazione per svolgere quelle attività in cui ti è piaciuto in precedenza. Questi sentimenti influenzano l'intero insieme dei nostri sentimenti, pensieri e comportamenti, che produce interferenze in tutte le aree della nostra vita, come personale, lavorativa e / o relazionale.

La depressione maggiore non è semplicemente considerata una tristezza temporanea, che può essere migliorata in una notte, nella stragrande maggioranza dei casi richiede un trattamento a lungo termine, tuttavia, non preoccuparti, nella maggior parte dei casi è reversibile.

Depressione maggiore: criteri DSM-V

Al fine di classificare un disturbo depressivo, come un disturbo depressivo maggiore, il DSM-V propone i criteri che devono essere presi in considerazione per la sua diagnosi. I criteri del DSM-V per la depressione maggiore sono:

  1. Al fine di determinare l'insorgenza di un disturbo depressivo maggiore, cinque (o più) dei seguenti sintomi devono comparire contemporaneamente per due settimane, rappresentando un cambiamento nel modo in cui la persona ha apprezzato l'umore depresso o, nella perdita di interesse per le cose, la motivazione o il piacere:
  • Dovresti apprezzare uno stato d'animo depresso per gran parte della giornata, quasi ogni giorno.
  • C'è un calo di interesse per le attività che hanno generato questa emozione, durante la maggior parte della giornata, la maggior parte dei giorni.
  • C'è una perdita o un aumento di peso.
  • Alterazioni delle abitudini del sonno, come insonnia o ipersonnia, quasi ogni giorno.
  • Tu e il tuo ambiente osservate una maggiore agitazione o declino psicomotorio, quasi ogni giorno.
  • La persona si sente affaticata e / o priva di energia, quasi ogni giorno.
  • Compaiono sentimenti di eccessiva colpa e inutilità.
  • Difficoltà a mantenere la concentrazione o prendere decisioni.
  • Compaiono pensieri ricorrenti sulla morte, che possono essere idee suicide senza un piano determinato per attuarla, tentativi di suicidio o precedenti meditazioni per suicidarsi.

Devono inoltre essere soddisfatti i seguenti criteri:

  1. La comparsa dei sintomi genera un elevato disagio che genera un deterioramento nelle diverse aree in cui si trova la persona, come lavoro o sociale.
  2. I sintomi non possono essere correlati al consumo di una sostanza, a un effetto fisiologico o a una malattia medica.
  3. L'episodio depressivo non corrisponde meglio a una diagnosi di disturbo schizoaffettivo, schizofrenia, schizofreniforme, un disturbo delirante o qualsiasi altro disturbo non specificato tra i disturbi psicotici.
  4. Non c'è mai stato un episodio maniacale o ipomanico.

Sintomi di maggiore epressione

Diamo un'occhiata più da vicino ai sintomi che compaiono nel disturbo depressivo maggiore, che può essere suddiviso in sintomi psicologici, fisici, comportamentali, intellettuali o cognitivi e sociali, essendo i seguenti:

  1. Psicologico : la persona sperimenta un costante sentimento di tristezza, accompagnato da eccessivi sentimenti di colpa o inutilità. Compaiono pensieri legati alla morte, che si manifestano con idee suicidarie ricorrenti, con o senza un piano di realizzazione, e possono verificarsi tentativi di suicidio o suicidi consensuali.
  2. Fisico : è comune in una persona che soffre di una grave depressione che presenta alterazioni dell'igiene del sonno, che possono verificarsi con insonnia o ipersonnia, nonché alterazioni del cibo, causando perdita o aumento di peso. Anche le capacità motorie possono essere influenzate, con la presenza di movimenti lenti e una costante sensazione di affaticamento e mancanza di energia.
  3. Fisico : è comune in una persona che soffre di una grave depressione che presenta alterazioni dell'igiene del sonno, che possono verificarsi con insonnia o ipersonnia, nonché alterazioni del cibo, causando perdita o aumento di peso. Anche le capacità motorie possono essere influenzate, con la presenza di movimenti lenti e una costante sensazione di affaticamento e mancanza di energia.
  4. Comportamentale : manca l'interesse per le attività che in precedenza hanno generato soddisfazione, insieme a una mancanza di motivazione.
  5. Intellettuale o cognitivo : potrebbe esserci una diminuzione della capacità di concentrazione, del processo decisionale e del pensiero in generale.
  6. Sociale : i sintomi presentati nel disturbo depressivo, possono portare all'isolamento della persona, causando così un deterioramento delle relazioni sociali.

Cause della depressione maggiore

Per parlare delle cause della depressione dobbiamo tenere presente i fattori biologici, personali e ambientali. La sua origine può essere attribuita a uno o più di questi fattori.

Fattori biologici

  • Alterazione nei neurotrasmettitori : il nostro cervello funziona dalla corretta comunicazione tra i neuroni cerebrali. I neuroni possono comunicare tra loro tramite neurotrasmettitori, come dopamina, serotonina e noradrenalina. Nella depressione queste connessioni neuronali sono alterate e quindi si verifica un malfunzionamento del cervello.
  • Alterazioni nelle aree cerebrali : nella depressione c'è un'alterazione nella zona frontale e nel sistema limbico del nostro cervello.
  • Alterazioni genetiche : di fronte all'eredità genetica nella depressione, dove c'è una migliore possibilità di sviluppare un disturbo depressivo se un parente stretto ne ha sofferto, in quel disturbo si vede un fattore genetico. Tuttavia, un gene correlato all'insorgenza della depressione non è stato ancora identificato.

Fattori legati alla personalità

La personalità di ogni persona ci rende più vulnerabili a un possibile sviluppo di una patologia. Nella depressione, le personalità più insicure, ansiose, dipendenti, perfezioniste e esigenti hanno più probabilità di sviluppare la depressione.

Fattori ambientali

Alcuni eventi traumatici o stressanti nella vita della persona, come la perdita di un membro della famiglia, duelli, situazioni economiche precarie, malattie acute, ... possono predisporre lo sviluppo della malattia.

Trattamento della depressione maggiore

Il trattamento della depressione maggiore dovrebbe essere stabilito individualmente, perché il disturbo può verificarsi in molti modi diversi in ogni persona.

Al contrario, possiamo avere diverse alternative terapeutiche, concentrandoci sul trattamento psicologico e farmacologico . Queste due modalità non si escludono a vicenda, infatti la stragrande maggioranza delle remissioni del disturbo depressivo si verificano quando i due interventi sono combinati.

Trattamento psicoterapico della depressione maggiore

Nei disturbi depressivi, la modalità terapeutica che ha mostrato la sua massima efficacia è stata la terapia cognitivo-comportamentale. L'obiettivo di questa modalità terapeutica è che c'è un cambiamento nelle emozioni che la persona sente, nei pensieri che sono stati stabiliti e nei comportamenti che sviluppa a causa di questi pensieri e sentimenti.

La persona che soffre di una grave depressione mantiene una visione di lui, del mondo e del futuro negativo, con disperazione. Questa percezione appare a causa di una serie di pensieri automatici irrazionali che hai stabilito e che producono alterazioni nella tua vita quotidiana, ad esempio "perché dovrei cercare un partner se nessuno mi amerà" questi pensieri sorgono spontaneamente e naturalmente, perché la persona Li ha interiorizzati. La psicoterapia cognitivo-comportamentale mira a cambiare i pensieri automatici che mantengono il disturbo, per costruzioni più sane, positive e razionali, basate sulla tecnica della ristrutturazione cognitiva . Di fronte alla possibilità di cambiare questo insieme di pensieri, la persona inizierà ad agire diversamente, a mobilitarsi e con essa per sentirsi molto meglio.

D'altra parte, tratterà anche i tratti della personalità che mantengono il disturbo depressivo, per aiutare la persona ad avere una minore vulnerabilità all'umore depressivo.

In questo intervento, l'apprendimento è importante per identificare l'insorgenza precoce dei sintomi e le possibili ricadute.

Infine, tenendo conto del fatto che una comorbidità con picchi di ansia e stress è molto frequente nella depressione, sarà importante fornire alla persona strategie per combattere questi sintomi di ansia, in cui il terapista offrirà diverse tecniche di rilassamento o miglioramento in la capacità di risolvere i problemi per affrontarli.

Terapia farmacologica della depressione maggiore

L'asse principale del trattamento farmacologico della depressione maggiore si trova nei farmaci chiamati antidepressivi . La necessità della sua somministrazione è stata dimostrata empiricamente nel caso di casi gravi o moderati di depressione maggiore.

Un aspetto importante di fronte alla sua assunzione è che la persona deve essere consapevole che gli effetti del trattamento farmacologico per la depressione iniziano ad avere effetto entro 3 o 4 settimane dalla sua somministrazione. D'altra parte, va notato che possiamo trovare un'ampia varietà di farmaci antidepressivi, che saranno prescritti in base alle esigenze e alle caratteristiche di ciascun paziente.

Per il trattamento farmacologico del disturbo, possiamo usare i seguenti farmaci per la depressione maggiore:

  • Inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI).
  • Inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI).
  • Antidepressivi atipici
  • Antidepressivi triciclici
  • Inibitori delle monoaminossidasi (MAOI).

Se una persona cara ha la depressione, potresti essere interessato a come aiutare una persona con depressione.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili alla depressione maggiore: criteri, sintomi, cause e trattamento del DSM-V, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Le tre maschere che nascondono la tua vera personalità
2019
Mind Psychologists Sevilla
2019
Definizione di rischio per la salute
2019