Definizione di legame affettivo

Gran parte di ciò che siamo, nel nostro modo di comprendere il mondo, nel modo in cui affrontiamo i problemi e gli istinti psicologici che ci portano ad agire in una direzione o nell'altra, è condizionato dalle relazioni emotive che abbiamo creato con i nostri genitori dalla nascita, sia per qualità che per quantità.

Nel nostro mondo, con tutta la sua fretta, i suoi orari inflessibili e con la necessità sempre più pronunciata di correre su e giù, diventa molto difficile passare abbastanza tempo con i bambini e le ore trascorse non sono sempre di qualità.

Non trascorrendo abbastanza tempo con il bambino, quando sta formando il suo mondo emotivo, sta iniziando a esplorare i suoi dintorni e scoprire le sensazioni che suscitano in lui possono essere dannose per la sua integrità emotiva, qualcosa che può trascinare durante il resto della tua vita

Successivamente, in ONsalus, ti forniremo la definizione di legame emotivo, in modo che tu possa capire l'importanza della socializzazione tra genitori e bambino e le conseguenze che ciò avrà per tutta la vita.

Concetto di legame emotivo

Il legame affettivo è il processo di unione che si verifica tra un bambino e i suoi genitori, in particolare la madre, che è importante nella formazione di legami emotivi che successivamente influenzano lo sviluppo fisico e psicologico del bambino. Nell'avvio di legami emotivi, il contatto con gli occhi, le carezze, i discorsi rassicuranti e altri comportamenti emotivi che iniziano a creare legami emotivi positivi sono di particolare importanza.

Le madri si preoccupano maggiormente del contatto fisico, mentre i genitori cercano di incoraggiare un senso di assorbimento, preoccupazione e interesse visivo per il bambino, questo è stato chiamato assorbimento paterno .

Sebbene il legame emotivo sia considerato principalmente una risposta emotiva, ci sono speculazioni sulla possibile esistenza di alcune interazioni biochimiche e ormonali nella madre in grado di stimolare quella risposta, ma gli studi sono ancora inconcludenti. Tuttavia, il legame emotivo non deve avvenire solo tra madri e bambini, ma può anche essere stabilito un legame emotivo tra amici, che hanno una forte relazione di amicizia e fiducia, che implica una serie di fattori come l'affetto., amore, preoccupazione e rispetto.

Origine e tipi di legame emotivo

I primi ricercatori che hanno iniziato a parlare e studiare il legame emotivo tra genitori e figli sono stati John Bowlby e Mary Ainsworth. Nel 1951, Bowlby dimostrò il ruolo vitale di rafforzare il legame emotivo nello sviluppo emotivo del bambino, avvertendo delle conseguenze negative di una separazione tra madre e figlio.

Mary Ainswort ha distinto tra 4 tipi di legame emotivo, raccogliendo i diversi legami che possono unire il bambino con sua madre:

Collegamento di sicurezza affettiva

I bambini che hanno stretto una relazione sicura con la madre mostrano spesso rifiuto quando si allontana, piangendo o protestando, ed esprimendo felicità e gioia quando torna.

Per loro la madre è un'area sicura, quindi spesso si allontanano per esplorare, ma tornano a intermittenza per sentirsi al sicuro. Di solito, questi tipi di bambini di solito non provano rabbia e di solito collaborano con la madre per facilitare determinati lavori.

Link di evitamento affettivo

I bambini con questo legame affettivo non piangono o prendono a calci quando la madre se ne va, tuttavia, quando ritorna non mostrano segni di felicità, ma piuttosto evitano. Il loro temperamento li porta a non amare facilmente - a loro non piace essere sollevati tra le loro braccia, né gli piace smettere di farlo - e si allontanano dalla madre anche quando hanno bisogno di aiuto.

Legame affettivo ambivalente o resistente

Sono i bambini più difficili da calmare, poiché hanno sentimenti e atteggiamenti contraddittori. Se si allontanano dalla madre, si sentono ansiosi e sconvolti, ma quando ritorna, nonostante cerchi costantemente il contatto con lei, continuano a urlare e calciare. A differenza di quelli che hanno stabilito un legame affettivo di sicurezza, di solito non hanno molto da esplorare.

Legame affettivo disorientato

Come per i collegamenti ambivalenti, anche i loro comportamenti sembrano contraddittori. Mostrano felicità quando arriva la madre, ma poi si allontanano da lei o si avvicinano senza stabilire un contatto visivo, i loro movimenti sembrano guidati dalla paura o dalla confusione, senza sembrare che sappiano molto bene cosa stanno facendo.

Suggerimenti per migliorare il legame emotivo

Come abbiamo spiegato all'inizio, un buon legame emotivo non si basa semplicemente sul passare più tempo con tuo figlio, ma sul tempo che dedichi alla qualità . Le ore che puoi trascorrere con lui non dipendono tanto da te quanto dai tuoi obblighi, ma la qualità delle tue relazioni può essere migliorata e su ONsalus vogliamo aiutarti. Di seguito ti forniremo una serie di suggerimenti per migliorare il legame emotivo con i tuoi figli:

Impara ad ascoltare

Rispetto ai problemi della vita adulta, la maggior parte dei problemi dei bambini ci sembrano banali. Non hanno la nostra logica o la capacità di anticipare le conseguenze, quindi non possiamo capire l'importanza e l'impatto che questi problemi comportano. Pertanto, prima di ogni esigenza del bambino, dobbiamo essere lì per ascoltarlo, per capire cosa gli sta succedendo.

L'obiettivo non è risolvere tutti i tuoi problemi, ma va molto oltre. Se lo facciamo fin dall'infanzia, il bambino riceve un grande messaggio positivo, perché capisce che ogni volta che ne ha bisogno, i suoi genitori saranno lì per ascoltarlo e aiutarlo.

Gli adolescenti che hanno avuto i loro genitori sin dalla prima infanzia per spiegare i loro problemi, quando raggiungono questa fase travagliata dell'adolescenza, continuano a contare su di loro come riferimento per risolvere i loro contrattempi.

Sai cos'è la resilienza dei genitori?

La resilienza è un concetto che si applica ai materiali e descrive la loro capacità di piegarsi e deformarsi senza rompersi e quindi tornare alla loro posizione originale. John Bowlby è stato il primo ad applicarlo alla psicologia e, facendo un'analogia con la sua definizione fisica, lo descrive come la capacità di alcune persone di affrontare le circostanze avverse della vita, superare traumi ed esperienze difficili.

I genitori dovrebbero sempre cercare di prendersi cura dei propri figli, sia fisicamente che emotivamente, tuttavia, ciò non dovrebbe diventare una costante ricerca di ciò che non piace al bambino per metterlo fine ed evitare la sofferenza. Un padre resiliente deve essere in grado di conciliare cura e affetto con la capacità di insegnare che la vita ha momenti di dolore e frustrazione, che possono essere superati dalla fiducia in se stessi e dall'aiuto del proprio. Il bambino dovrebbe essere rafforzato dal positivismo e dalla certezza che ci riuscirà, non è necessario negare problemi o creare scoraggiamento.

Nel seguente articolo di ONsalus ti mostriamo alcuni suggerimenti per migliorare l'autostima di tuo figlio.

Insegnagli a parlare dei suoi sentimenti

Uno degli elementi principali per costruire una personalità sana è che il bambino impari a parlare e mostrare i propri sentimenti. Per raggiungere questo obiettivo, dobbiamo iniziare a introdurre, fin dalla tenera età, il fattore emotivo nelle conversazioni.

Quando arrivi a piangere da scuola, quando hai una collera o quando vedi che c'è qualcosa che ti preoccupa, chiedi come ti senti, i sentimenti che provi. Un buon momento per farlo è quando sei sdraiato a letto prima di andare a dormire, quando sei calmo e puoi riflettere chiaramente, quindi puoi condividere sentimenti, spiegare cosa ti ha turbato del tuo comportamento o cosa ti ha fatto arrabbiare e Ti può spiegare come si sentiva.

Devi essere empatico, imparare a capire i loro sentimenti e mentre li manifesti, vuoi conoscere le chiavi per migliorare l'empatia?

Devi essere coerente.

I genitori sono i principali referenti e modelli di riferimento per i loro figli, almeno fino all'adolescenza. Questo è il motivo per cui è necessario mantenere una coerenza tra ciò che viene fatto e ciò che viene detto, non possiamo dirti che qualcosa di sbagliato che facciamo, a sua volta devi essere coerente nel tempo, qualcosa che va bene oggi domani dovrebbe anche essere . Il bambino deve muoversi in un ambiente prevedibile, conoscendo le conseguenze degli atti.

Promuovere la democrazia

L'educazione democratica si basa sul sentimento del bambino accettato e amato, ma deve anche comprendere l'importanza delle regole e delle norme. Per raggiungere questo obiettivo, bisogna essere generosi con lui, ma stabilire linee di comportamento chiare che non dovrebbero essere superate.

Se non viene stabilito un chiaro limite, le richieste del bambino aumenteranno, ritenendo che abbia il diritto di farlo, in tal caso, sarà lui a prendere il controllo su di te.

Il tempo, se è meglio il tempo libero

Non solo è sufficiente dedicare più tempo ai bambini, ma anche la qualità delle ore che trascorriamo con loro sarà decisiva nel loro successivo sviluppo emotivo. Oggi, con la proliferazione di dispositivi elettronici, sta diventando sempre più difficile trovare spazi di comunicazione in cui genitori e figli possano godersi il tempo libero. Ma se non esistono, devi cercare quegli spazi in cui puoi giocare tutti insieme, leggere una storia o parlare di qualsiasi cosa ti interessi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Definizione di legame affettivo, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di Dizionario medico.

Raccomandato

Movimento degli psicologi
2019
Penso di avere la depressione: cosa devo fare?
2019
Il miglioramento della formazione iniziale di nuovi insegnanti
2019