Concetto e teorie della motivazione

Il comportamentismo, durante la prima metà del ventesimo secolo, aderì pienamente alla tradizione associativa che era iniziata con l'empirismo inglese. L'associazione stimolo-risposta (ER) ha costituito la base del comportamentismo. Importanza dei fattori ambientali. La psicologia di base-sperimentale ha concentrato il suo studio sull'apprendimento degli animali. Alcuni neoconduttisti, come Hull e Spence, hanno cercato di identificare i fattori generali che influenzano la formazione di abitudini e motivazione attraverso i concetti di bisogno e impulso.

Popolarmente, la motivazione è stata intesa come la causa del comportamento sia animale che umano . Il termine motivo è usato per riferirsi specificamente a una di queste cause. È un termine latino, motivus, che significa qualcosa che produce movimento e procede dall'interno verso l'esterno. Secondo l'edonismo, le azioni umane sono regolate da un calcolo sul piacere e sul dolore.

Introduzione alla teoria della motivazione

Teoria ipotetico-deduttiva dello scafo. L'idea dei seguenti teorici dell'apprendimento è di cercare di estendere la conoscenza dei processi associativi e motivazionali di base scoperti nel laboratorio animale alla comprensione dei processi motivazionali umani. Con l'arrivo della psicologia cognitiva, l'animale è stato sostituito da soggetti umani.

Donald Norman (1981) ha attirato l'attenzione sulla situazione di abbandono degli aspetti emotivi e filogenetici, evidenziando al contempo il ruolo fondamentale che tali aspetti svolgono nell'attività umana. Le persone agiscono per motivi. Lo studio della psicologia umana sarebbe incompleto se solo i processi mentali fossero studiati e ci fossimo dimenticati di attivare aspetti del comportamento come la motivazione e le emozioni.

Prospettiva storica della motivazione

Una metafora che viene spesso usata per riferirsi ad aspetti motivazionali è la metafora dell '"energia idraulica". L'acqua che cade da una certa altezza produce un'energia che può essere successivamente utilizzata, a condizione che sia orientata in un certo modo. Gli aspetti motivazionali sono stati interpretati come una sorta di energia interiore che ha determinato e influenzato il comportamento umano. Due modi di comprendere la natura umana:

  1. La concezione razionale: l' uomo è considerato un essere razionale, consapevole dei suoi obiettivi e delle sue azioni. Dirige saggiamente la sua vita. Gli approcci motivazionali non rientrano nell'approccio razionale.
  2. La concezione irrazionale: l' uomo è un essere irrazionale. Il loro comportamento è simile al comportamento animale. Si muove per istinti e impulsi. La società deve agire come la forza che controlla questi impulsi. Ha aperto la strada al concetto di motivazione.

Le concezioni razionaliste dell'uomo non hanno accettato i fattori motivazionali perché considerano che l'uomo è fondamentalmente diretto dalla ragione, risponde alle sue azioni. La tradizione irrazionale è molto più recente, sebbene abbia avuto alcune manifestazioni nel mondo greco, nell'edonismo, che ha difeso il principio del piacere. La motivazione è legata a quella tradizione deterministica. Gli istinti o gli impulsi sono le forze che guidano l'animale (l'uomo) verso il raggiungimento di fini utili per la specie. Ha un carattere direzionale e attivante del comportamento.

L'istinto e la motivazione

Il comportamento animale e umano è caratterizzato dal suo valore di sopravvivenza e dall'adattamento all'ambiente. L'istinto ha un valore adattivo. Il numero di istinti proposti per spiegare il comportamento stava aumentando. McDougall era il difensore dell'istinto come concetto motivazionale, così come Freud . Il problema è la mancanza di ricerca sperimentale. La teoria dell'istinto è stata sostituita dalla teoria dell'impulso.

Distinzione tra attivazione fisiologica e attivazione psicologica

La motivazione è generalmente intesa come l'aspetto attivante del comportamento che muove l'azione del corpo. Due tipi di attivazione: attivazione fisiologica e attivazione psicologica. L'attivazione fisiologica è solo uno degli elementi costitutivi dell'attivazione psicologica.

Altri elementi importanti a livello psicologico sono gli aspetti ambientali della situazione, la storia dei rinforzi dell'individuo e i fattori cognitivi. La motivazione intesa come attivazione del comportamento agisce su tre diversi livelli. Ordinato dal più basso al più alto:

  • Ragioni biologiche, che costituiscono programmi di comportamento non acquisito.
  • La motivazione intesa come impulso, che funziona a livello di condizionamento sensomotorio.
  • Motivazione di ordine superiore, intesa come motivazione dell'esplorazione o motivazione del successo.

La motivazione studiata all'interno della tradizione associativa

Il concetto di istinto fu seriamente criticato, specialmente dalla mano di Watson . La motivazione intesa come slancio. Concetto di omeostasi . Questo concetto viene solitamente applicato ai sistemi biologici, sebbene venga applicato anche per estensione ad altri meccanismi.

L'esempio è l'idea del termostato. L'omeostasi è intesa come il meccanismo attraverso il quale gli organismi mantengono il loro equilibrio interno con l'ambiente. Quando si verifica uno squilibrio causato dalla privazione, lo slancio si muoverà in azione per ripristinare l'equilibrio perduto.

Modi per interpretare l'impulso:

  1. Impulso come stimolo locale : struttura che muove l'azione. Trova la fonte o il luogo dell'organismo che provoca ogni tipo di impulso. Teoria locale della motivazione. È stato effettuato un tentativo di individuare dove venivano prodotti gli stimoli interni. Ad esempio, in caso di fame si pensava che l'impulso fosse nello stomaco; sebbene sia stato dimostrato che le persone senza stomaco hanno ancora fame.
  2. Impulso come stato centrale : sarebbe la forza interna che attiva l'organismo nel suo insieme, attivazione che può avvenire in due modi: In particolare: mangiare, dormire ... b. In un modo non specifico: attività generale.

Esistono tre tipi di difficoltà nella teoria degli impulsi :

  1. L'impulso non impone l'esecuzione in modo obbligatorio e cieco. Soprattutto a livello di motivazione umana.
  2. Gran parte del comportamento è motivato da fattori che non possono essere spiegati attraverso la teoria omeostatica. Il comportamento sessuale o materno è controllato da fattori ormonali.
  3. Non riuscì a trovare altri impulsi acquisiti oltre alla paura.

Alternative teoriche al concetto di momentum : motivazione come incentivo e rinforzo. Un problema importante per la teoria degli impulsi è che non tiene conto dell'apprendimento. Gli esseri viventi imparano a diventare attivi. Esistono altri fattori non omeostatici.

  • Nel comportamento materno o sessuale non c'è carenza interna che spinge il corpo ad agire.
  • Non è vero che la riduzione degli impulsi costituisce necessariamente la base del rafforzamento dell'apprendimento degli animali, perché l'animale esplora anche se non ha fame. Curiosità o necessità.
  • La stimolazione elettrica di alcune aree del cervello funge da rinforzo del comportamento di spremere una leva, che è incompatibile con il concetto di riduzione degli impulsi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili alle teorie del concetto e della motivazione, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia di base.

Raccomandato

La depressione e l'ansia sono uguali?
2019
Come proteggersi dall'invidia sul lavoro
2019
Perché sento la bocca amara
2019