Come un bambino impara a parlare

La lingua è una delle cose più incredibili che siamo in grado di fare. Sarebbe anche possibile che l'homo sapiens fosse l'unica creatura al mondo ad avere questa capacità. Solo i delfini mostrano segni di linguaggio, sebbene non siamo ancora in grado di capirlo.

Sembriamo fatti per parlare e capire la lingua. Le aree specializzate del cervello, come quelle di Broca e Wernicke, suggeriscono che la genetica ci fornisce almeno le basi neurologiche del linguaggio.

La linguistica è, ovviamente, una materia diversa, ma si sovrappone un po 'alla psicologia, soprattutto quando si tratta di sviluppo del linguaggio nei neonati e nei bambini . La capacità dei bambini di imparare la lingua - o anche due o tre lingue contemporaneamente - è una delle indicazioni che c'è qualcosa di speciale nel nostro cervello a queste età. In questo articolo di psicologia online spiegheremo tutto ciò che devi sapere su come un bambino impara a parlare .

I primi suoni dei bambini

Tutto inizia nell'infanzia. Dalla nascita a 6 mesi, i bambini fanno molto rumore. Gridano, ringhiano, ruggiscono e urlano. Inoltre coo, che in seguito diventeranno vocali . Da 6 mesi a 10 mesi, producono suoni più complicati chiamati chiacchiere . Le prime consonanti possono essere combinate con le vocali per creare sillabe. Presto aggiungono altre consonanti.

I genitori svolgono un ruolo importante nella formazione del linguaggio dei bambini. Pur essendo preprogrammati in qualche modo per usare la lingua, dobbiamo imparare una lingua specifica dalle persone che ci circondano. Le madri di solito regolano il loro discorso per adattarsi al livello del bambino . Questa lingua è chiamata "madre" . Si trova praticamente in ogni cultura del pianeta e ha alcune caratteristiche comuni:

  • Le frasi sono molto brevi.
  • C'è molta ripetizione e ridondanza
  • C'è una qualità melodiosa
  • Contiene molte parole speciali per bambini.

È anche incorporato nel contesto circostante, con riferimenti costanti a cose e attività vicine che si stanno verificando.

La parola fase

A 10 mesi, la maggior parte dei bambini capisce tra le 5 e le 10 parole. Solo ¼ di essi raggiunge le 40 parole! Da 12 a 18 mesi (più o meno) è chiamato lo stadio di una parola (o olofasica). Ogni parola costituisce una frase da sola. A 12 mesi, la maggior parte dei bambini può produrre 3 o 4 parole e capire tra 30 e 40. Ancora una volta, ci sono alcuni bambini che capiscono e addirittura ne usano fino a 80! A 14 mesi, il numero di parole includeva i salti a 50-100, e anche il più lento ¼ conosce 20-50. A 18 mesi, la maggior parte dei bambini è in grado di produrre da 25 a 50 parole per conto proprio e di capirne centinaia.

Due caratteristiche di questo stadio sono sovraestensione e infraestensione . Ad esempio, la parola "cappello" può significare quasi tutto ciò che qualcuno porta in testa, un "cucciolo" si applica a quasi tutti gli animali e "papà" (qualcosa che vergogna le donne di tutto il mondo) può essere applicato qualsiasi uomo D'altra parte, a volte i bambini usano l'infrarosso, in cui usano una parola generale per applicare una cosa specifica. Ad esempio, "bibi" può significare la MIA bottiglia e solo la mia bottiglia, e "papà" può significare le MIE scarpe e solo quelle.

Prime parole dei bambini

Ci sono alcune parole comuni che vengono mostrate nella maggior parte dei vocabolari dei bambini. In inglese, includono mamma, papà, bambino, cucciolo, gattino, anatroccolo, latte, biscotto, succo di frutta, bambola, macchina, orecchio, occhio, naso, ciao, arrivederci, no, vai, giù e sopra. Ci sono anche parole uniche, a volte inventate dai bambini, chiamate idioletti, a volte gemelli identici inventano dozzine di parole che nessun altro può capire.

Tra 18 e 24 mesi (circa), vediamo l'inizio di frasi di due parole e il discorso telegrafico . Ecco alcuni esempi comuni, che mostrano una varietà di funzioni grammaticali, create dalla semplice congiunzione di due parole:

  • Guarda cucciolo, ciao latte
  • Quella palla, grande palla
  • Scarpa Papa (ad esempio, scarpa per patate), scarpa per bambini (ad esempio la mia scarpa)
  • Più cookie, più canzone
  • due scarpe, senza succo (numeri e quantità)
  • la mamma si siede, legge Eva ("frasi" del soggetto-verbo)
  • Dammi palla, voglio di più (fare richieste)
  • nessun letto, nessun bagnato (rifiuto)
  • mama sock ("frasi" di soggetto-oggetto, ad esempio mamma prende il mio calzino)
  • put book ("verbo" oggetto verbale, ad esempio metti qui il libro)

Costruzioni grammaticali

Dopo 24 mesi, i bambini iniziano a usare costruzioni grammaticali di vario tipo: participi usati come verbi, preposizioni, plurali, verbi del passato irregolari, possessivi, il verbo essere, articoli ... È interessante vedere che Forme verbali irregolari semplici vengono apprese prima di quelle regolari.

I generi grammaticali non sono una cosa facile da imparare. Le parole maschili e femminili in francese e le parole maschili, femminili e neutrali del tedesco sono solo una questione di memorizzazione. La stessa difficoltà si applica a diversi tipi di verbi.

L'aspetto (come distinguere tra cose che vengono fatte una sola volta e cose che vengono fatte più volte - il perfetto e l'imperfetto) viene appreso prima del tempo (passato-presente-futuro). Il tempo verbale è davvero molto difficile, anche se da adulti lo diamo per scontato.

Sembrano esserci lingue più facili da imparare per i bambini e altre più difficili: alcune lingue (turco, ungherese e finlandese, ad esempio) usano molti suffissi per indicare una varietà di qualità grammaticali e semantiche. Questi suffissi sono sillabe molto comuni, complete e completamente regolari e vengono apprese rapidamente e facilmente.

D'altra parte, alcune lingue (ad esempio cinese, indonesiano e in qualche modo inglese) preferiscono usare piccole parole chiamate particelle (ad esempio, il, di, in e, ecc.), Che tendono ad imparato in seguito, perché non hanno significato per se stessi e sono spesso privi di accento e pronunciati senza chiarezza. Si noti, ad esempio, che "de" ed "el" di solito si incontrano in "del".

Un terzo gruppo - che contiene la maggior parte delle lingue europee e semitiche - ha un sistema misto, che comprende molte particelle irregolari e terminazioni senza accento. Se ricordi gli sforzi per ricordare gli articoli tedeschi, le coniugazioni spagnole o il declino dei nomi latini, ti renderai conto del perché i bambini hanno difficoltà a imparare anche queste cose.

Fino a che età i bambini imparano a parlare?

L'apprendimento delle lingue non termina a due anni, ovviamente. Tre anni sono importanti per qualcosa che si chiama sovra-regolarizzazione . La maggior parte delle lingue ha delle irregolarità, ma i bambini di tre anni adorano le regole e salteranno alcune delle irregolarità che hanno imparato quando erano più giovani, p. ad es. "I out" per "I fit". I bambini di tre anni possono parlare con frasi di quattro parole e possono usare 1000 parole.

Con quattro anni, sono grandi domande e iniziano a usare molte parole come dove, cosa, chi, perché, quando (imparato in quell'ordine). Sono in grado di gestire frasi di cinque parole e possono avere un vocabolario di 1500 parole. I bambini di cinque anni usano frasi di sei parole (con frasi, non meno) e usano almeno 2000 parole. I bambini di sei anni usano fino a 6000 parole. E gli adulti possono usare fino a 25.000 parole e riconoscerne fino a 50.000.

Ostacoli all'apprendimento

Uno dei maggiori ostacoli per i bambini è imparare a leggere e scrivere . In alcune lingue, come l'italiano o il turco, è facile: le parole sono scritte come pronunciate e pronunciate come scritte. Altre lingue - svedese o francese - non sono troppo difficili, perché c'è molta coerenza. Ma altre lingue hanno sistemi di pronuncia terribilmente obsoleti. L'inglese è un chiaro vincitore tra gli utenti dell'alfabeto occidentale. Trascorrono anni di istruzione nel convincere i bambini a memorizzare pronunce irrazionali. In Italia, d'altra parte, la pronuncia non è riconosciuta come materia scolastica e le gare di ortografia sarebbero ridicole.

E infine ci sono lingue che non usano alfabeti : il cinese richiede anni per memorizzare lunghi elenchi di simboli. I giapponesi hanno davvero quattro sistemi che tutti i bambini devono imparare: un gran numero di simboli Kanji, adottati secoli fa dai cinesi; due sillabe diverse (alfabeti basati su sillabe); e l'alfabeto occidentale. I coreani, d'altra parte, hanno il loro alfabeto con una relazione perfetta tra simboli e suoni.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come un bambino impara a parlare, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Istruzione e tecniche di studio.

Raccomandato

Conseguenze del bere bevande analcoliche
2019
Orientamenti familiari e passi terapeutici per aiutare l'alcolista
2019
Proprietà al curry
2019