Come superare la sindrome del nido vuoto

Quando i bambini decidono di diventare indipendenti e lasciare definitivamente la casa di famiglia, i genitori possono provare una serie di pensieri e sentimenti negativi profondi e prolungati su questo fatto, come tristezza, irritabilità, solitudine, incertezza, frequente desiderio di piangere, ecc. Questa è una condizione nota come sindrome del nido vuoto e che di solito si verifica quando i genitori sentono che la loro quotidianità cambierà radicalmente con l'avanzamento del loro bambino, provando una sensazione di perdita o addirittura di abbandono. È importante gestire questo tipo di emozioni fin dall'inizio per evitare che possano portare a una condizione depressiva e per essere in grado di affrontare la nuova situazione familiare il più presto possibile e nel miglior modo possibile. In questo articolo, mostreremo in dettaglio come superare la sindrome del nido vuoto e quando sarà necessario passare alla terapia psicologica.

Sindrome del nido vuoto: sintomi

La cosiddetta sindrome del nido vuoto si riferisce a una serie di pensieri e sentimenti negativi che si verificano nei genitori quando affrontano la situazione in cui i loro figli escono definitivamente da casa . Alcuni dei sentimenti negativi che possono sorgere nei genitori sono tristezza, solitudine, nostalgia, ansia, incertezza, irritabilità, perdita di significato nella vita, tra gli altri che vedremo più dettagliatamente di seguito.

In generale, provare questo tipo di sensazione quando un bambino lascia la casa è normale e una situazione temporanea, tuttavia, il problema si verifica quando questi pensieri diventano cronici e si prolungano nel tempo, non riuscendo ad adattarsi alla situazione familiare attuale. . Pertanto, è importante che quando un bambino decide di uscire di casa e diventare indipendente, sappiamo come accettare la propria decisione e adattarsi a questa nuova situazione, comprendendo che questa è una nuova fase della nostra vita che dobbiamo iniziare e mantenere nel miglior modo possibile.

Al contrario, quando i genitori non assumono l'indipendenza dei propri figli o subiscono questo cambiamento come perdita o abbandono, è quando possono sviluppare la cosiddetta sindrome del nido vuoto e nella combinazione di solitudine e tristezza profonda che può essere raggiunta. Per sperimentare, è essenziale agire rapidamente e mettere in pratica una serie di misure che aiutano a superare la situazione e impedire che questi sintomi finiscano col passare del tempo in una condizione depressiva.

Vediamo di seguito quali sono i sintomi della sindrome del nido vuoto più frequente che possono aiutare a identificare e diagnosticare questa condizione:

  • Tristezza.
  • Solitudine e senso di vuoto.
  • Sentire che la vita non ha senso.
  • Noia e non trovare niente che fai o cosa trascorrere il tuo tempo libero.
  • Umore basso
  • Malinconia o nostalgia.
  • Vuoi piangere frequentemente o piangere per lunghi periodi di tempo.
  • Irritabilità.
  • Sensazione che non sarai felice come quando i bambini vivevano in casa.
  • Disturbi del sonno
  • Lamentele somatiche

È importante notare che per poter parlare della sindrome del nido vuoto, i sintomi di cui sopra devono apparire i giorni dopo che il bambino lascia la casa e non essere correlati alla sofferenza di qualche altro tipo di problema emotivo, come il caso di un disturbo dell'umore

Chi ha maggiori probabilità di soffrire di sindrome del nido vuoto

Generalmente, sebbene la sindrome del nido vuoto possa verificarsi in entrambi i sessi, è molto più comune nelle donne che negli uomini. Ciò può essere dovuto al fatto che sono le donne che hanno avuto il ruolo di crescere i figli e prendersi cura della famiglia a casa. Di conseguenza, il fatto di rivolgersi totalmente ai bambini può portarli a provare quel profondo sentimento di solitudine, abbandono o tristezza quando i loro figli escono definitivamente da casa. Inoltre, è stato sottolineato che la maggiore incidenza di questa sindrome nelle donne rispetto agli uomini potrebbe anche essere correlata al fatto che l'episodio di emancipazione dei bambini coincide molte volte con lo stadio della menopausa, un momento in cui le donne Sperimenta importanti cambiamenti emotivi e fisici.

Nonostante quanto sopra, al momento, i ruoli di uomini e donne nella cura dei bambini tendono ad essere equalizzati, motivo per cui questa sindrome è vista in sempre più uomini e non c'è una differenza così importante rispetto al sesso femminile.

Come superare la sindrome del nido vuoto - soluzioni

Alcuni suggerimenti che possono aiutare a superare l'angoscia del nido vuoto e la marcia di un bambino da casa sono quelli elencati di seguito:

  • Analizza la situazione attuale e rafforza il positivo: in primo luogo, sii consapevole di come ti senti e non avere paura dei sentimenti generati da questa nuova situazione familiare. È normale che inizialmente ti senti triste, ma invece di concentrarti sul negativo di questo fatto, cerca di cercare i punti positivi e pensa, soprattutto, che sia una decisione presa da tuo figlio, con la quale sarà felice e andrà bene, quindi anche tu devi essere felice ed essere felice per lui.
  • Il tuo ruolo di padre o di madre continua: il fatto che tuo figlio lasci la casa e sia totalmente indipendente non significa che perderai il contatto con lui o che non sarai più in grado di esercitare il tuo ruolo di padre o madre. In questa nuova fase, puoi cercare nuovi modi per soddisfare le esigenze dei tuoi figli nella loro nuova vita indipendente e mantenere un contatto continuo che ti permetta di continuare a sentirli vicini a te.
  • Esternalizza i tuoi sentimenti: sia per superare la sindrome del nido vuoto che per qualsiasi altro problema, è sempre importante esprimere ciò che sentiamo e parlare con altre persone di ciò che ci preoccupa. Sbarazzati del tuo partner o delle persone intorno a te con cui hai fiducia, poiché possono aiutarti e molto ad affrontare questa situazione.
  • Prenditi il ​​tempo per fare quello che ti piace: in molte occasioni, le occupazioni, l'assistenza familiare e le esigenze quotidiane non ci lasciano il tempo di fare quelle attività che ci fanno davvero piacere e sono piacevoli. Ora potrebbe essere il momento perfetto per riprendere quelle attività che ti piacciono così tanto e dedicare tempo a te stesso. Questo ti aiuterà a mantenere la mente occupata impedendo che i sentimenti di solitudine e tristezza emergano così facilmente.
  • Concentrati sulla tua relazione: può anche essere un buon momento per migliorare la comunicazione con il tuo partner, trovare supporto in lei, fare più cose insieme e goderti questi nuovi momenti di intimità a casa. Nel seguente articolo, puoi vedere alcuni suggerimenti per essere felice con il tuo partner.
  • Visita i tuoi figli quando hai bisogno di vederli, ma fissa sempre in anticipo quegli incontri con loro per evitare di invadere il loro spazio e la privacy in eccesso o farli sentire a disagio. È anche bene organizzare periodicamente riunioni di famiglia in modo che l'intera famiglia si riunisca e si riunisca di volta in volta.
  • La relazione con i tuoi figli può migliorare: inevitabilmente, la convivenza genera sempre alcuni conflitti o discrepanze familiari, quindi è possibile che la relazione e la comunicazione con i tuoi figli migliorino ora che c'è una certa distanza tra loro e che ognuno ha la propria casa.

Cerca aiuto psicologico

Se una volta che sai cosa fare quando hai la sindrome del nido vuoto, i sintomi che abbiamo descritto sopra non scompaiono nel tempo o si presentano in modo così intenso che hanno anche un impatto significativo sulla tua vita, sarò il momento cercare un aiuto professionale e andare da uno psicologo per iniziare la terapia appropriata.

In questo modo, è anche possibile prevenire o trattare adeguatamente i disturbi d'ansia o dell'umore che possono sorgere a causa della mancata capacità di superare la sindrome del nido vuoto.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come superare la sindrome del nido vuoto, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

I migliori psicologi a Santander
2019
Psicologia generale: il neurone
2019
Rimedi domestici all'odore ascellare
2019