Capezzolo gonfio: cause e trattamento

Il seno subisce molti cambiamenti. Crescono e si sviluppano durante la pubertà, già in età adulta, sono sotto l'influenza di ormoni femminili, come estrogeni e persino progesterone.

Occasionalmente, il capezzolo può aumentare la sua sensibilità e infiammarsi, è in questo momento che deve essere considerato il fatto di andare alla consultazione ginecologica. L'infiammazione o i cambiamenti nella loro sensibilità possono verificarsi a causa di molteplici cause, oltre ad essere l'avvertimento di un processo infettivo o il sintomo di una malattia. Pertanto, ti consigliamo di continuare a leggere questo articolo di ONsalus sulle cause e il trattamento dei capezzoli infiammati.

Capezzolo infiammato: cause

Esistono molte cause che possono causare infiammazione del capezzolo, tra cui:

  • Fattori esterni o ambientali: l'ambiente in cui è abitato, i vestiti che vengono utilizzati o le attività svolte quotidianamente possono alterare la sensibilità del seno e causare infiammazione del capezzolo. Colpi molto forti, traumi o sfregamenti nell'area del capezzolo possono scatenare gonfiore nel capezzolo.
  • Allergia: i capezzoli sono una delle aree più sensibili del corpo, pertanto possono essere facilmente irritati entrando in contatto con un allergene o altri tipi di agenti esterni irritanti.
  • Processi infettivi: le infezioni fungine (candidosi) o batteriche nella zona del seno possono causare dolore e infiammazione al capezzolo.
  • Cambiamenti ormonali: i cambiamenti ormonali a cui le donne sono generalmente soggette durante la pubertà, la fase riproduttiva e durante i cicli mestruali possono essere un fattore scatenante per l'infiammazione del capezzolo.
  • Assunzione di alcuni farmaci: i farmaci ormonali, come le pillole anticoncezionali, possono classificare la tenerezza del seno, in particolare il capezzolo a causa della quantità di estrogeni e progesterone nelle pillole anticoncezionali, o persino gli ormoni prescritti durante la menopausa.
  • Tumori benigni: ci sono molti casi in cui oltre all'aumento della sensibilità del capezzolo, può verificarsi un'infiammazione a causa di una cisti sebacea o di un tumore benigno.
  • Ipotiroidismo: il malfunzionamento della ghiandola tiroidea dovuto alla carenza di ormone tiroideo provoca la comparsa di alcuni di questi sintomi, come l'infiammazione, nonché una maggiore sensibilità del capezzolo, accompagnata da arrossamento nell'area.
  • Ectasia duttale o mastite: questo è ciò che è noto come ostruzione dei dotti galattoforici, che sono i dotti attraverso i quali circola il latte materno. La mastite è molto comune durante il periodo dell'allattamento al seno, provoca una maggiore sensibilità e dolore al capezzolo.
  • Morbo di Paget: questa malattia colpisce i capezzoli, è caratterizzata da prurito e infiammazione dei capezzoli. È un tipo di tumore della pelle che deve essere esaminato dal dermatologo.

Infiammazione del capezzolo: sintomi associati

L'infiammazione del capezzolo può essere accompagnata da una serie di sintomi che possono aiutare a fare una diagnosi medica accurata. Tra questi sintomi, ci sono:

  • Aumento delle dimensioni del capezzolo e del seno in generale, nonché dei nodi ascellari.
  • Dolore al capezzolo che può coprire il seno.
  • Prurito.
  • Febbre.
  • Scarico dal capezzolo
  • Cambiamento di colore e gonfiore accompagnati da calore.

Diagnosi di infiammazione del capezzolo

Al momento in cui si verificano i sintomi, dovresti consultare un medico. Il ginecologo o il mastologo sono medici formati per fornire una diagnosi accurata di ciò che provoca l'infiammazione del capezzolo.

Lo specialista richiederà gli studi necessari per arrivare alla diagnosi in base alla sintomatologia del paziente, prima di un esame fisico del seno e del capezzolo. I test medici che possono essere richiesti sono:

  • Mammografia.
  • Ecografia.
  • Risonanza magnetica nucleare

Capezzolo gonfio: trattamento medico

  • Se si tratta di un'infezione che provoca infiammazione del capezzolo, è necessario iniziare un trattamento antibiotico per eliminare i batteri o i funghi che stanno causando l'infezione e altri sintomi che accompagnano questa alterazione.
  • Analgesici e antinfiammatori alleviano i sintomi dell'infiammazione del capezzolo, per via orale o applicati direttamente al capezzolo da creme o unguenti.
  • Se si tratta di un'allergia, ciò che è indicato è un antistaminico per alleviare l'infiammazione e altri sintomi che accompagnano questo disturbo.
  • Se si tratta di un disturbo ormonale, le dosi di ormoni consumate durante la menopausa dovrebbero essere ridotte, ciò contribuirebbe a ridurre la sensibilità e l'infiammazione del capezzolo. Se persiste, il trattamento può essere completamente eliminato purché sia ​​indicato dal medico curante. Questo dovrebbe essere fatto anche nel caso in cui l'infiammazione sia un prodotto del consumo di pillole anticoncezionali.

Altri consigli per trattare il capezzolo infiammato

  • È necessario lavare i capezzoli con acqua sterile 2 volte al giorno senza sapone.
  • È necessario mantenere idratati i capezzoli, ciò impedirà una maggiore sensibilità, dolore e irritazione.
  • Usa reggiseni di cotone larghi che mantengono il seno asciutto e privo di umidità.

Il capezzolo infiammato può essere il prodotto di molteplici cause, quindi la sua diagnosi e il trattamento devono essere eseguiti da specialisti per controllare i sintomi.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili al capezzolo gonfio: cause e trattamento, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria del sistema riproduttivo femminile.

Raccomandato

Infusi per pulire i due punti
2019
Rimedi domestici per curare le ustioni
2019
Sono sposato ma penso a un'altra donna: cosa devo fare?
2019