Benefici del tè boldo al fegato

L'uso del tè boldo è di antica origine, essendo il primo ad usare questa bevanda i nativi cileni che hanno curato i dolori muscolari e articolari. Sebbene la pianta sia originaria del Cile, è presente in quasi tutti i paesi del Mediterraneo e grazie alle sue numerose proprietà salutistiche, il suo estratto può essere trovato commercialmente negli erboristi e nei negozi di alimenti naturali.

Boldo è un albero alto 2 o 3 metri con fiori bianchi e foglie ovali. La parte dell'albero che raccoglie tutti i suoi benefici sono le foglie e per questo è la più usata. Tra le proprietà terapeutiche di boldo evidenziano il loro potere di trattare la colica intestinale e di migliorare la funzionalità epatica, per questo motivo in questo articolo di ONsalus vi diciamo quali sono i benefici del tè boldo per il fegato .

Composizione Boldo

Perché questa pianta ha così tante proprietà curative? Per la sua composizione in oli essenziali, alcaloidi e, in particolare nei flavonoidi, una sostanza che agisce nel corpo umano esercitando una funzione antimicrobica, antitumorale e prevenendo l'insorgenza di malattie cardiache. Il suo contenuto di alcaloidi, in particolare in grassetto, rappresenta il motivo per cui questa pianta è raccomandata per migliorare il funzionamento della cistifellea e del fegato.

A cosa serve il tè boldo?

Il tè Boldo provoca molti effetti sul tuo corpo, di seguito elenchiamo quali sono i più significativi:

  • Attiva la produzione di bile.
  • È antinfiammatorio.
  • Funziona come antipasto.
  • Agisce da sedativo.
  • È antiossidante e fungicida.
  • Diuretico e digestivo.
  • Tonico e febbrifugo.

Benefici del tè boldo al fegato

Effetto colagogo

Boldo è una pianta che facilita l'espulsione della bile, un ormone prodotto dal fegato, bloccato nella cistifellea. Questo è molto importante non solo per prevenire la colecistite acuta, l'infiammazione della cistifellea, ma per impedire che la funzionalità epatica venga compromessa a causa del gonfiore dell'organo e del legame dell'ormone che produce.

Effetto coleretico

Il consumo di tè boldo stimola la produzione di bile nel fegato, che è molto utile per avere una migliore digestione, poiché questa sostanza è responsabile dell'aiutare gli enzimi digestivi a scomporre i grassi in acidi grassi.

Elimina i calcoli biliari

Il fegato e la cistifellea funzionano mano nella mano, poiché il fegato produce la bile e la cistifellea lo immagazzina fino a quando non è necessario usarlo durante la digestione dei pasti. I calcoli della cistifellea possono bloccare un po 'del dotto biliare e interrompere il transito della bile dentro e fuori dalla cistifellea, che influisce notevolmente sulla funzionalità epatica e sulla digestione. Il tè Boldo, grazie al suo contenuto audace, ha la proprietà di dissolvere i calcoli biliari .

L'epatite migliora

L'epatite è un'infiammazione del fegato, sia per infezione del virus che porta lo stesso nome o per altre condizioni come fegato grasso, cirrosi epatica e alcolismo. Le proprietà antinfiammatorie del tè boldo aiutano a sgonfiare il fegato permettendogli di funzionare in modo più efficiente. Questa bontà del boldo è dovuta ai suoi oli essenziali limonene e cineole.

Migliora la digestione

A causa della sua proprietà di stimolare la produzione di bile, il tè boldo consente alle digestioni di essere molto più veloci nella lotta contro la pesantezza di stomaco. Il suo effetto sedativo aiuta anche a calmare flatulenza o crampi che possono verificarsi durante il processo di scomposizione del cibo.

Come bere il tè boldo

Il modo migliore per bere il tè boldo per il fegato e goderne tutti i benefici è attraverso un'infusione . Una volta che hai l'estratto di foglie di boldo puoi preparare una tazza di tè come segue:

ingredienti:

  • Una tazza d'acqua
  • Un cucchiaino di estratto di foglie di boldo.
  • Miele e limone qb.

Scalda l'acqua fino a quando bolle e aggiungi il cucchiaino di boldo. Lasciare cuocere per 15 minuti, quindi spegnere il fuoco e lasciar riposare per 5 minuti . Filtra la bevanda, servila in una tazza e aggiungi miele e limone per migliorarne il sapore. Idealmente, prendi una tazza di tè boldo dopo il pasto,

  • In caso di colica epatica è necessario aggiungere 25 grammi di estratto di boldo per 250 ml di acqua e bere tre volte al giorno.
  • Per i calcoli alla cistifellea e per regolare il lavoro del fegato si consiglia: macerare tre foglie di boldo in due tazze d'acqua durante la notte. Il giorno successivo dovresti riscaldare 1/4 dell'acqua e bere a stomaco vuoto. Il resto dell'acqua dovrebbe essere assunto per tutto il giorno dopo i pasti.
  • L'applicazione di boldo impacchi di tè sullo stomaco e sulla regione addominale aiuta a tonificare il fegato, eliminare i gas e calmare i nervi.

Controindicazioni del tè Boldo

Il tè Boldo, se consumato in eccesso, può causare un effetto ipnotico e generare allucinazioni visive e uditive, vomito, nausea e vertigini . Il superamento della dose raccomandata può causare effetti lassativi. Il trattamento del tè Boldo non deve superare le quattro settimane per la quantità di alcaloidi che contiene. Prima di consumarlo, è preferibile consultare il medico se:

  • Se sei una donna incinta o un periodo di allattamento.
  • Se soffre di una grave malattia al fegato
  • In caso di ostruzione del dotto biliare.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Vantaggi del tè boldo al fegato, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di sistema digestivo.

Raccomandato

Benefici del succo d'arancia
2019
Perché la pelle del pene è più scura
2019
Pericoronarite: cause e trattamento
2019