Attrazione interpersonale e relazioni interpersonali

Potremmo definire l'attrazione interpersonale come il giudizio che una persona fa di un altro lungo una dimensione attitudinale, i cui estremi sono la valutazione positiva (amore) e la valutazione negativa (odio). Questo processo non solo rimane nella dimensione cognitivo-valutativa, ma è spesso associato a : Comportamenti. Sentimenti. Altre cognizioni

Spiegazioni psicosociali di attrazione.

Cerca coerenza cognitiva: il principio di base di tutte le teorie della coerenza cognitiva è che tutti noi cerchiamo di mantenere la coerenza tra i nostri atteggiamenti e tra loro e i nostri comportamenti. Queste sono teorie di questo tipo:

  • Teoria dell'equilibrio (Heider).
  • Teoria della dissonanza cognitiva (Festinger).
  • Teoria della congruenza (Osgood e Tannenbaum).

Applicati al campo dell'attrazione interpersonale, saranno relazioni equilibrate e coerenti: manterranno le stesse idee dei nostri amici, gli stessi hobby del nostro partner, ecc.

Associazione e rinforzo

  • Associazione: Saremo attratti da coloro che sembrano associati a buone esperienze per noi. Non ci piacerà coloro che sono associati a brutte esperienze. May e Hamilton : valuta l'attrattiva fisica degli uomini nelle foto, ascoltando la musica che piace o non piace. Risultati: le donne che hanno valutato con la musica di sottofondo che hanno apprezzato, hanno valutato più positivamente. Effetto MUM : le persone resistono alla trasmissione di cattive notizie agli altri, le distorcono, le rendono meno negative o stanno zitte, anche se non abbiamo nulla a che fare con tali notizie. Motivo: paura di essere associati all'evento negativo e, di conseguenza, non siamo molto attraenti.
  • Rinforzo: saremo attratti da coloro che ci premiano, perché producono sentimenti positivi (quelli che ci valutano positivamente sono più attraenti per noi di quelli che ci criticano). Questi due tipi di meccanismi, sostanzialmente si riferiscono agli effetti cognitivi e valutativi che una persona produce in noi: non hanno un valore in se stessi, ma dipendono dal contesto di interazione (la valutazione positiva che qualcuno fa di noi, non ha lo stesso valore se la persona che amiamo lo fa, piuttosto che se qualcuno che detestiamo lo fa).

Scambio e interdipendenza

Enfasi sul ruolo delle valutazioni soggettive:

  • Teoria dello scambio sociale : una persona sarà attraente se riteniamo che i benefici che deriveranno da tale relazione siano superiori ai costi in questione.
  • Teoria dell'interdipendenza: è più specifica, poiché si concentra sull'interazione tra due persone.

Il giudizio su quanto possa essere utile una relazione per noi e, di conseguenza, sull'attrattiva della persona coinvolta in tale relazione, dipende dai confronti che facciamo, utilizzando due criteri:

  1. Livello di confronto: qualità dei risultati che una persona crede di meritare. Si basa su esperienze passate e una situazione attuale sarà utile solo se supera quel livello di confronto.
  2. Livello di confronto con le alternative: una relazione solo in qualche modo soddisfacente, può essere meglio valutata da noi se è l'unica alternativa che abbiamo. Se viene prodotta un'alternativa migliore (promette più premi e meno costi) il primo precipiterà.

Attrazione e relazioni interpersonali

Definizione : tendenza umana di base che porta a cercare la compagnia di altre persone.

Funzione primaria : garantire la sopravvivenza sia dell'individuo che della specie.

Risultati positivi o funzioni di appartenenza:

  • Raggiungi obiettivi che non possiamo raggiungere da soli.
  • Fornire divertimento e intrattenimento.
  • Aumenta la nostra autostima.
  • Esprimi la nostra sessualità.
  • Scopri cosa non sappiamo.

Gli psicologi sociali si sono concentrati principalmente su 2 funzioni associative

  1. Riduci la nostra ansia e paura.
  2. Criteri di compensazione delle nostre attitudini e capacità.

Schachter : Sperimenta con lo scopo di indagare se l' ansia può portare al desiderio di affiliazione . Forti scariche elettriche (alta ansia) / debole (bassa ansia). Risultati: il 62, 5% degli studenti in condizioni di ansia elevata preferiva l'azienda, rispetto al 33% in condizioni di ansia bassa. Perché le persone ansiose preferiscono la compagnia? Non ti interessa che tipo di azienda sia?

  1. Se gli altri servono come distrazione Þ Ne varrebbe la pena chiunque.
  2. Se gli altri servono come guida per sapere come rispondere o come criterio di confronto: servirebbero solo le persone nella stessa situazione.

Schachter : sperimenta solo in situazioni ad alta intensità, ma con diverse alternative di attesa. Risultati: cercheremo di stare con altre persone, purché ci aiutino a ridurre il nostro stato di ansia. Ci sono situazioni in cui, stare con altre persone, può aumentare la nostra ansia, specialmente nei compiti inizialmente imbarazzanti Sornoff e Zimbardo : studiare con pazienti maschi che hanno dovuto succhiare bottiglie. In altre situazioni, il ruolo rassicurante degli altri è cruciale. Kulik e Mahller : i pazienti che aspettavano l'impianto del pacemaker, preferivano aspettare con qualcuno che lo aveva già superato. Fox:

  • Il desiderio di stare in compagnia era maggiore che stare da soli in situazioni piacevoli e minacciose.
  • Desiderio di essere soli in situazioni spiacevoli o concentrazione.

L'affiliazione è strettamente correlata all'attrazione, tuttavia designano diverse realtà: Surra e Milardo distinguono tra:

  • Reti interattive Þ Composte da persone con cui intratteniamo frequenti interazioni.
  • Reti psicologiche Þ Formate da persone a cui ci sentiamo vicini e che crediamo importanti.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se desideri leggere altri articoli simili all'attrazione interpersonale e alle relazioni interpersonali, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia sociale e organizzativa.

Raccomandato

Iperidrosi palmare: trattamento e operazione
2019
Cosa fare quando sei depresso
2019
Emottisi: definizione, cause e sintomi associati
2019