10 differenze tra stress e ansia

Con la rapidità con cui la nostra società avanza e con la quantità di cose che dobbiamo fare nella nostra vita quotidiana, è normale che compaiano risposte di stress o ansia. In genere, questi due termini tendono ad essere intesi come lo stesso concetto, e non è sorprendente, poiché sono strettamente associati tra loro. Alcune risposte all'ansia o allo stress sono sane e adattive, tuttavia la presenza di queste due risposte in abbondanza può causare gravi problemi di salute o disturbi psicologici. Se sei interessato a comprendere questi due fenomeni così frequenti nella nostra vita e comprendere quegli elementi che li differenziano, continua a leggere questo articolo di: 10 differenze tra stress e ansia .

Che cos'è l'ansia?

L'ansia è una risposta che implica che il nostro corpo attiva e riproduce i meccanismi di difesa in una determinata circostanza. Di fronte a questo insieme di situazioni che generano ansia, viene risvegliata una risposta emotiva, che sarà variabile a seconda dello stimolo prodotto dall'ansia. Questa risposta emotiva può essere associata a sentimenti di irrequietezza, paura, nervosismo e può causare preoccupazioni eccessive.

Ansia: sintomi

I sintomi dell'ansia possono variare a seconda del disturbo d'ansia che si verifica. Tuttavia, condividono tutti una serie di manifestazioni sintomatiche che possono essere classificate in diversi gruppi. In generale, i sintomi dell'ansia possono essere classificati nei seguenti gruppi: fisico, psicologico, comportamentale, cognitivo e sociale, sebbene i sintomi specifici di ciascuna categoria siano diversi nei diversi disturbi. Pertanto, i sintomi dell'ansia possono essere i seguenti:

  1. Psicologico : paura di perdere il controllo, paura di morire, sentimento di minaccia, desiderio di fuggire dalla situazione associata a pericolo, incertezza o insicurezza.
  2. Comportamento : le persone che soffrono di disturbi d'ansia sono costantemente vigili o ipervigilanti. D'altra parte, possono verificarsi impulsività, agitazione motoria o iperattività. Inoltre, nei disturbi d'ansia può esserci un cambiamento nell'espressività corporea o nel linguaggio del corpo, posture rigide, cambiamenti della voce, movimenti imprecisi, ecc.
  3. Cognitivo : nei disturbi d'ansia tendono a verificarsi problemi di attenzione, concentrazione o memoria. D'altra parte, appaiono preoccupazioni eccessive e cognizioni negative e irrazionali.
  4. Sociale : l'ansia può limitare le circostanze sociali e può presentare irritabilità, blocchi del linguaggio, tendenza all'isolamento o difficoltà ad esprimere la propria opinione.

Che cos'è lo stress?

Lo stress appare quando la persona non ha la capacità adattativa di adattarsi alle esigenze delle circostanze, cioè, la persona in queste situazioni si sente sopraffatta e di fronte a queste risposte allo stress appaiono. La risposta allo stress può portare ad alterazioni psicologiche e biologiche, che possono generare nel tempo determinate malattie, poiché lo stress ha effetti sul corpo.

Stress: sintomi

La presenza di stress può portare a sintomi a livello emotivo, cognitivo o comportamentale. I segni più frequenti di stress e sintomi sono i seguenti:

Sintomi emotivi di stress

  • Perdita di energia a livello fisico o psicologico
  • Umore basso
  • pessimismo
  • Paura di poter soffrire di una malattia
  • ansia
  • Abbassa l'autostima
  • Labilità emotiva
  • Instabilità o irrequietezza
  • tensione

Sintomi cognitivi di stress

  • Difficoltà a prendere decisioni
  • Blocco mentale
  • Difficoltà di accettazione di fronte alle critiche
  • confusione
  • Facilità di distrazione
  • Frequenza dell'oblio

Sintomi comportamentali di stress

  • balbuzie
  • Comportamenti come bere o fumare in abbondanza
  • Risata nervosa
  • Morsi di unghie o strappare i capelli
  • L'uso di droghe, come tranquillanti
  • Aumento dell'attività fisica
  • Cattive abitudini alimentari

10 differenze tra stress e ansia

Sebbene le risposte allo stress e all'ansia siano concepite come sinonimi, sono due diversi processi di risposta. Possono essere correlati ma hanno diversi aspetti che li differenziano. Le 10 principali differenze tra stress e ansia sono le seguenti:

1. Origine

Lo stress mantiene un'origine chiaramente identificabile, come abbiamo precedentemente indicato, date determinate situazioni che la persona deve affrontare e sente di non avere le risorse necessarie per essere in grado di affrontarlo, si sente superato, causando l'origine di risposte stressanti.

Al contrario, l'origine dell'ansia è più diffusa . La persona può provare sentimenti di minaccia o paura, ma senza la necessità di sapere da dove proviene, senza essere identificabile dalla sua origine. Non è necessario che si verifichino circostanze oggettive per suscitare risposte di ansia.

2. Trigger

I fattori scatenanti dello stress sono legati ai fattori esterni che circondano la persona, alle circostanze che lo sopraffanno e provocano questa risposta allo stress.

I fattori scatenanti dell'ansia sono più interni, legati alle nostre cognizioni, a pensieri catastrofici o sentimenti di angoscia e paura. Si basa principalmente sulla paura soggettiva, indipendentemente da ciò che accade all'estero e tende ad essere preoccupazione e anticipazione di eventi improbabili.

3. Emozioni presentate

Nello stress, l'emozione predominante non è la paura, ma la preoccupazione per lo stimolo che ha contribuito al trabocco della persona. Questa preoccupazione scatena comportamenti irritabili e sentimenti di tristezza, così come nervosismo e sentimenti di frustrazione per la possibilità di superare ciò che viene presentato.

Nell'ansia, l'emozione predominante è la paura, la paura che possa accadere qualcosa di brutto, che porta la persona ad anticipare costantemente possibili situazioni catastrofiche o negative che possono essere innescate successivamente.

4. Momento di apparizione

Lo stress è intasato nel presente, facendo sì che il tempo in cui la persona è stressata sia infinito, sentendo che non sarà in grado di superare questa situazione e senza trovare un'alternativa per affrontarla. Come abbiamo commentato in precedenza, lo spazio temporale nell'ansia è posto nel futuro, nella caratteristica anticipazione del pensiero catastrofico.

5. Durata

Lo stress, essendo correlato a fattori esterni, termina quando lo stress scompare o viene superato. Nel momento in cui lo stimolo stressante è scomparso, lo stato fisiologico e psicologico della persona tende a tornare alla normalità.

La durata dell'ansia è più complessa da capire. In primo luogo, perché è associato a una sua costruzione interna, con pensieri irrazionali che la persona ha elaborato attorno a un'idea. Di fronte a ciò, l'ansia può essere prolungata senza fine fissa, totalmente a seconda della ricostruzione della realtà che la persona esegue in modo tale che la paura diminuisca.

6. Remissione dei sintomi

Sebbene la presentazione dei sintomi possa essere simile e condividere i sintomi, la durata dei sintomi è molto diversa. Nello stress, i sintomi compaiono solo prima dello stimolo stressante, ad esempio, prima del tempo dell'esame, e una volta che la circostanza stressante è passata o è stata superata, i sintomi scompaiono e la persona ritorna al suo stato normale. Al contrario, nell'ansia, essendo associato a fattori interni e fattori scatenanti diffusi, tende a perpetuarsi nel tempo . Nello stesso precedente esame, la persona alla fine del periodo di esame penserà che avrebbe potuto fare molto meglio, in quali saranno i suoi appunti, si chiede come dovrà affrontare un altro lotto di esami, ... mantenendo così alti livelli di ansia.

7. Intensità oggettiva

Nello stress, l'intensità della sua presentazione è più in linea con l'importanza del grilletto, mentre nell'ansia l'intensità è più irrazionale, perché c'è un'alta intensità correlata a fattori soggettivi che nelle altre persone non causerebbero Una risposta così intensa.

8. L'ansia è lo stress sottostante

L'ansia è considerata una manifestazione di stress, essendo una risposta emotiva ad esso, un sintomo. Questa relazione non avviene nella direzione opposta. Cioè, lo stress produce ansia, ma non è occasionale che l'ansia produca stress.

9. Gravità

Sebbene sia lo stress che l'ansia siano due risposte adattative, normali e sane, quando si verificano in eccesso possono causare gravi problemi di salute. Tuttavia, la gravità dell'ansia è maggiore e può causare, tra gli altri, disturbi psicologici come: disturbo d'ansia generalizzato, attacchi di panico o fobie. D'altra parte, la gravità dello stress non è così intensa e, di fronte al suo eccesso, può influenzare la causa o l'aggravamento di alcune malattie organiche.

10. Trattamento

Il trattamento di entrambe le reazioni differisce notevolmente. L'ansia, essendo più persistente, richiede un trattamento per la remissione. Nello stress, se questo non cede, la persona può iniziare un trattamento psicoterapico con l'obiettivo di adottare strategie per far fronte allo stress, d'altra parte il trattamento dell'ansia tende a richiedere un trattamento psicologico e farmacologico combinato. Come ad esempio la terapia cognitivo comportamentale o il trattamento farmacologico per gli attacchi di panico.

Differenze tra stress e ansia: sintesi

Di seguito, mostriamo una tabella come riepilogo visivo delle differenze più importanti tra stress e ansia.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a 10 differenze tra stress e ansia, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Perché mi prude il seno in gravidanza
2019
Mielite trasversa: sintomi, trattamento, sequele
2019
Gli psicologi più consigliati a Barcellona
2019