Parkinson: sintomi e trattamenti

Il nostro cervello ha una funzionalità che consente alle persone di coordinare il sistema motorio e questo è influenzato quando si soffre del Parkinson . Questa condizione è una malattia degenerativa che provoca il deterioramento o la morte delle cellule nervose presenti nella materia nera del cervello, che è l'area che controlla con precisione i nostri movimenti. Il motivo per cui ciò si verifica è ancora sconosciuto, anche se hanno trovato alcuni modelli in diversi pazienti come, ad esempio, aver subito infezioni virali con encefalite, lesioni alla testa, ecc.

In questo articolo di ONsalus parleremo dei sintomi del Parkinson, qualcosa di importante da rilevare per iniziare il trattamento il più presto possibile e, quindi, migliorare la qualità della vita del paziente. Scopriremo anche i diversi trattamenti del Parkinson che esistono oggi in modo da sapere quali alternative.

Parkinson

Cominciamo a parlare della malattia stessa per capire cosa intendiamo quando ci riferiamo al Parkinson . Come abbiamo già detto, è una malattia che colpisce le connessioni cerebrali e si manifesta progressivamente. Al momento non esiste una cura per curare questa malattia, ma ci sono alcuni farmaci che sono indicati per ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita del paziente.

Nel cervello abbiamo una sostanza nera che contiene dopamina e grazie alla quale possiamo coordinare i nostri movimenti; Il Parkinson colpisce quest'area del cervello riducendo considerevolmente la dopamina, che è l'agente chimico che viene inviato al cervello e con il quale il corpo può essere controllato. È per questo motivo che i pazienti hanno il sintomo caratteristico di tremori alle mani.

Ma, oltre ai tremori, il Parkinson produce anche altre alterazioni come un movimento lento, qualcosa che appare nelle prime fasi della malattia e di solito è associato all'età e al deterioramento abituale. In una conversazione, il paziente può anche impiegare più tempo a rispondere perché le informazioni che riceve arrivano più lentamente al suo cervello, quindi evita di urlare: ti sente perfettamente.

Sintomi di Parkinson

Il morbo di Parkinson è una malattia che si manifesta lentamente e progressivamente e, per questo motivo, molte persone che ne soffrono ancora non lo sanno. I primi sintomi che presenta possono essere facilmente confusi con i disturbi dell'età poiché ostacolano i movimenti, rallentano il discorso e falliscono la memoria, qualcosa che di solito viene anche correlato al passare degli anni.

Qui scopriamo i primi sintomi del Parkinson, cioè quei primi effetti che compaiono nel paziente e che potrebbero essere la storia dello sviluppo della malattia:

  • Dolori articolari : è uno dei primi sintomi che questa malattia presenta e può rendere più difficile per il paziente muoversi e svolgere la propria routine quotidiana come pulire la casa, scendere le scale, ecc.
  • Capacità motoria compromessa : Parkison influenza la dopamina, come abbiamo detto, quindi ci saranno segni che mostreranno che il controllo del movimento non è più accurato. Noterai come viene modificata la calligrafia, ad esempio come cammini più lentamente, ecc.
  • Esaurimento : il paziente sente come certe azioni che ha fatto quasi automaticamente sono fatte in salita. Questo ulteriore sforzo che deve essere fatto provoca affaticamento e affaticamento nel paziente.

Ci dovrebbe sempre essere un esame medico che indicherà se questi segni sono dovuti al morbo di Parkinson; In tal caso, il paziente dovrà essere trattato immediatamente per poter controllare i sintomi del Parkinson quando la malattia è già completamente stabilita nel corpo del paziente. Questi sintomi sono:

  • Tremori : iniziano ad apparire alle estremità come le mani ma possono diffondersi in tutto il corpo. Diventano più intensi quando la persona è nervosa o, al contrario, quando è rilassato ma senza dormire.
  • Rigidità muscolare : il paziente di solito si sente rigido poiché il suo cervello non riceve correttamente le trasmissioni di movimento.
  • Movimenti lenti : la connessione tra il movimento e il corpo è interessata, quindi è comune che il paziente sia più lento a muoversi, parlare, cambiare posizione, ecc.
  • Perdita di espressività facciale : quando gesticoliamo con il viso è anche perché inviamo quel messaggio al cervello, quindi, la malattia di Parkinson sta perdendo quel messaggio e, quindi, i volti sono molto più impassibili e senza espressione.

Tratta il Parkinson

Dovresti sapere che il Parkinson non ha cura, almeno fino ad oggi. Quando parliamo di trattamento, intendiamo il farmaco prescritto dal medico e progettato per ridurre i sintomi appena menzionati e, quindi, migliorare la qualità della vita del paziente. Questi farmaci sono indicati per aumentare la produzione di dopamina e, quindi, riescono a controllare il deterioramento della malattia.

I farmaci più comunemente prescritti per il trattamento del Parkinson sono i seguenti:

  • Levodopa : è il più efficace per evitare la rigidità muscolare e controllare meglio i movimenti; Naturalmente, di solito ha effetti collaterali come sonnolenza, allucinazioni, ecc.
  • Selegilina : riesce a bloccare il metabolismo della dopamina, in modo che possa essere mantenuto a livelli migliori.
  • Anticolinergici : riesce a combattere la rigidità e il tremore delle mani ma produce anche effetti collaterali come visione offuscata, disturbi cognitivi o costipazione.
  • Amantadina : riesce a ridurre spasmi e tremori così tipici del Parkinson ma ha effetti collaterali come insonnia e / o confusione.

Ma uno degli aspetti più importanti per il trattamento di questa malattia è la riabilitazione fisica, qualcosa che manterrà le funzioni motorie e i muscoli in buone condizioni. Per questo motivo è essenziale che il paziente eserciti almeno 30 minuti al giorno, ma prima di iniziare l'allenamento è essenziale consultare il medico per dirti quali esercizi sono i più raccomandati per la tua condizione.

Esistono esercizi raccomandati per le braccia, le gambe, il busto ma ci sono anche altre terapie del linguaggio indicate per migliorare la capacità del linguaggio e consentire di mantenere un linguaggio corretto e senza presentare troppe alterazioni. Ad ogni modo, in ONsalus indichiamo che parli con uno specialista per facilitare una routine di esercizi progettata appositamente per te.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili al Parkinson: sintomi e trattamenti, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Cervello e Nervi.

Raccomandato

Rimedi domestici alle piastrine inferiori
2019
Benefici del consumo di yogurt ogni giorno
2019
Psicopatologie della memoria
2019