Come superare la morte di un bambino

La perdita di un bambino è uno degli eventi più dolorosi che possono accadere a una madre e un padre. Nella loro perdita non c'è conforto, non ci sono parole che possono dirti che possono aiutare ad alleviare il dolore che provano. Il processo per superare la tua perdita ed essere in grado di andare avanti comporterà dolore e l'unico modo per superare questo dolore è riuscire a sentirlo, comprenderlo e accettarlo, al fine di continuare a condurre la tua vita, perché la tua vita sarà ancora qui. Per questo motivo, in questo articolo di psicologia online, su come superare la morte di un bambino, vogliamo offrirti tutto l'aiuto che è nelle nostre mani per aiutarti a recuperare l'equilibrio tra il passato, che dovrebbe essere sempre ricordato e il futuro che ti aspetta in anticipo.

La perdita di un figlio

La perdita di un bambino è uno degli eventi più stressanti della vita con l'impatto più emotivo e personale che una persona può subire. Di fronte a questa perdita, tutte le nostre proiezioni verso il futuro atteso sono interrotte e uno squilibrio nelle nostre vite. Tutte le aspettative che avevamo sulla nostra vita cambiano con la perdita di un bambino . Inoltre, compaiono reazioni emotive molto intense, come tristezza, senso di colpa, rabbia e paura. Successivamente vedremo come affrontare la morte di un bambino.

Come superare la morte di un bambino

Come superare la perdita di un bambino? Il superamento della morte di un bambino deve passare attraverso un processo di lutto naturale e sarà necessario comprendere la complessità del lutto, i suoi stadi e le reazioni emotive implicite in esso. Detto questo, il superamento del duello deve passare attraverso l'accettazione delle circostanze, la creazione di nuove proiezioni per il futuro e la stabilizzazione dei sentimenti intensi prodotti dalla perdita. Le fasi o le fasi del duello che devono essere superate sono spiegate di seguito.

1. Accettazione

La prima difficoltà che devono affrontare i genitori che hanno subito la perdita di un figlio è la loro accettazione, la realtà della perdita. Accettare la morte di un bambino può essere molto difficile e tende a provocare sensazioni che la perdita non è reale. In questa fase del processo di lutto, i genitori devono diventare consapevoli dell'irreversibilità della perdita, ottenendo un'accettazione intellettuale ed emotiva, che può essere molto complessa .

Nel processo di accettazione è molto frequente l'apparizione del "perché" e in molti duelli non così complessi, cercare un ipotetico perché possa essere conciliante, anche se è lontano dalla realtà. In questo caso, prima di questa domanda non esiste una risposta convincente che aiuti a ridurre i sentimenti dolorosi, non esiste una risposta che possa essere soddisfacente. Di fronte a questo, dovrebbe anche essere accettato di non essere in grado di rispondere a queste domande e sarà necessario riflettere se la risposta a questa domanda contribuirebbe ad alleviare il dolore.

2. Lavoro di emozioni e dolore

Per affrontare il dolore della perdita, sarà necessario un lavoro con le emozioni che ha suscitato. Di fronte alla perdita , si sperimentano sentimenti di grande intensità, come tristezza, colpa, ansia, paura e rabbia o rabbia, tra gli altri:

  • Tristezza: la tristezza rimarrà al tuo fianco per lungo tempo, apparirà ovunque e ti invaderà in molti momenti. Evitare la tristezza non sarà un segno di superamento, al contrario, la tristezza non dovrebbe essere evitata, nascosta o ignorata, perché se è costretta ad evitarlo, prima o poi riapparirà. La tristezza è una sensazione inevitabile prima della morte di un bambino e questo dolore deve essere affrontato. Di fronte a questo, permettiti di esprimere tutto il dolore che senti, piangi la perdita, sfogati, quindi il dolore non diventerà più intenso, al contrario.
  • Colpa: perché non ho agito diversamente, come non me ne sono reso conto, come ho potuto lasciarlo accadere, perché non glielo ho detto ...? L'infinità di domande invaderà la tua mente e apparirà un senso di colpa, un senso di colpa legato al fatto di essere in vita mentre una persona così importante per te è morta, ma questa realtà non può essere cambiata e quindi la sofferenza vissuta è già troppo grande come aggiungere l'onere della colpa, dell'auto-rimprovero e dell'auto-approvazione. D'altra parte, man mano che procede il processo del lutto, sarà normale per voi provare sensi di colpa in quei giorni in cui vi sentite meglio, ma la vostra gioia non è un tradimento di vostro figlio, permettetevi di sentire i bei momenti, proprio mentre cedete il passo a quelli cattivi Nel seguente articolo troverai come smettere di sentirti in colpa.
  • Rabbia o rabbia: provare sentimenti di rabbia è normale, fa parte del dolore provato nella perdita di un bambino. La rabbia tende a essere correlata all'irreversibilità della perdita, per non essere in grado di cambiare le cose e può essere collocata in se stessi o negli altri. Ciò non significa che il tuo personaggio sia diverso o che tu sia una persona cattiva, perché hai subito una circostanza travolgente ed è normale provare tutti i tipi di emozioni. I sentimenti di rabbia ti aiuteranno a esprimere le tue frustrazioni e queste dovrebbero essere accettate e incanalate. Nel seguente articolo troverai i modi per incanalare la rabbia.
  • Ansia: i sentimenti di ansia tendono ad essere più presenti all'inizio del processo, quando l'accettazione non è presente, perché l'ansia appare quando la figura dell'attaccamento è temporaneamente assente, ma quando questa assenza è permanentemente mantenuta, l'ansia è Si trasforma in dolore.
  • Paura: provare paura in queste circostanze è un'emozione del tutto normale, perché tutte le aspettative del futuro che hai escogitato sono svanite con la perdita e il futuro è incerto.

In questa fase è molto importante riconoscere e far fronte al dolore, sentirlo ed esprimerlo. Qualsiasi perdita con una persona con cui è stato mantenuto un legame emotivo provocherà dolore, anche se appare in forme e intensità diverse ed è espresso in modo diverso in persone diverse.

3. Adattamento a un nuovo futuro

La morte di un bambino porterà a un ripensamento di tutta la nostra vita, significa un cambiamento di tutti i piani futuri e delle aspettative attese e, in risposta, dobbiamo adattarci a questa nuova situazione. Una volta che la persona è stata in grado di accettare la perdita e è riuscita a comprendere, esprimere e stabilizzare le proprie emozioni, deve intraprendere il percorso di riorganizzazione della propria vita e cercare di tornare alla normalità, raggiungendo un equilibrio tra ciò che già aveva e il futuro che ti aspetta La persona deve adattare la sua vita in modo adattivo a un nuovo mondo, dimenticando il passato, ma mantenendo la sua attenzione su come sarà la vita d'ora in poi.

Come superare la morte di un figlio unico? L'adattamento a un nuovo futuro sarà necessario in tutte le perdite, perché non importa se la perdita è stata di un figlio unico o in una famiglia con più figli, perché le aspettative del futuro cambiano in entrambi i casi con la perdita e in entrambi i casi sarà necessario passare attraverso i tre processi: accettazione, lavorare con le emozioni e proiezione nel futuro.

Alla fine, con il passare del tempo, la famiglia sarà in grado di trasferire emotivamente il figlio defunto, riuscendo a vivere senza di lui e dobbiamo tenere presente che, sebbene la perdita sia superata, ci saranno molti momenti in cui i sentimenti torneranno intensamente, come potrebbe essere ai compleanni. Il dolore è un processo lungo e può portare a molte ricadute e, di fronte a loro, devi tornare al lavoro.

Come superare la perdita di un bambino nell'utero

Come superare la morte di un bambino non ancora nato? La perdita di un bambino nell'utero può essere lo stesso dolore della morte di un bambino più grande. Molte persone tendono a pensare che a causa del fatto che il bambino non è nato, il legame non esiste e di fronte ad esso sono molto sbagliati. Il legame emotivo dei genitori con il nascituro si instaura entro poche settimane dal concepimento. Di fronte a questo legame, ci sono una serie di aspettative su come sarà il bambino, cosa avranno preparato per lui, come vorranno educarlo, ... un'intera vita ruota intorno al bambino prima che nasca e quindi, superando il suo duello Devi attraversare gli stessi processi della perdita di un bambino più grande, perché il bambino occupa già un grande spazio emotivo nella mente dei suoi genitori prima della nascita.

Come superare la morte di un neonato

Come superare la morte di un bambino? Allo stesso modo in cui la perdita di un bambino nell'utero tende a essere socialmente minimizzata, la perdita di un neonato non è importante quanto la perdita di un bambino più grande. Tuttavia, come abbiamo accennato in precedenza, il legame con il figlio era stato stabilito prima della nascita e con lui grandi aspettative. Oltre a questo, a questa perdita si aggiunge un grande vuoto, perché dopo la sua attesa, dopo tutti i preparativi per il giorno del suo arrivo, tutte le energie e il tempo impiegato per il suo arrivo aveva tutto ciò di cui aveva bisogno, improvvisamente svaniscono e i genitori sono di nuovo soli, dopo aver tenuto il loro bambino tra le braccia. Detto questo, oltre all'immensa impotenza, tutti i sentimenti legati alla perdita sono vissuti e i processi del loro superamento devono essere gli stessi .

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come superare la morte di un bambino, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di psicologia clinica.

Raccomandato

Psoriasi sui gomiti: cause e trattamento
2019
Principali teorie dell'emozione
2019
I 10 migliori libri di auto-aiuto e auto-miglioramento
2019