Come dimagrire se ho insulino-resistenza

L'insulina è un ormone secreto dal pancreas e svolge un ruolo molto importante nella trasformazione del cibo ingerito per essere utilizzato dall'organismo, poiché è responsabile della regolazione del metabolismo di carboidrati, grassi e proteine, oltre a facilitare la uso di glucosio e interromperne la produzione quando si verifica in eccesso.

Tuttavia, quando l'organismo diventa meno sensibile all'azione di questo ormone, sebbene venga rilasciato in condizioni normali, si ritiene che soffra di insulino-resistenza e dal quale non si sa esattamente perché si sviluppi. È una malattia che può essere pericolosa se non controllata, poiché può portare a prediabete e diabete di tipo 2, oltre a favorire problemi di peso.

Pertanto, se sei uno dei pazienti con questo disturbo e ti chiedi come perdere peso se ho insulino-resistenza, ti invitiamo a continuare a leggere questo articolo di ONsalus.

Perché ingrasso se ho insulino-resistenza?

In condizioni normali, quando si consumano alimenti, questi vengono metabolizzati e il glucosio acquisito passa nel flusso sanguigno. Prima della sua presenza, il pancreas secerne l'ormone noto come insulina, che aiuta a trasportare il glucosio nelle cellule e lo immagazzina nel fegato, nei muscoli e nel tessuto adiposo in modo che venga convertito nell'energia necessaria all'organismo per funzionare correttamente .

I pazienti con insulino-resistenza tendono ad essere in sovrappeso o obesi e potrebbero non sapere quale relazione hanno questi problemi con l'alterazione ormonale o perché trovano difficile perdere peso. Il motivo è che il corpo non reagisce all'effetto dell'insulina, pertanto il glucosio non può essere assunto dalle cellule da utilizzare e il pancreas, nel tentativo di risolvere questa situazione, produce una quantità maggiore di questo ormone, con conseguente eccesso di insulina e glucosio nel sangue.

Avendo insulina alta, il metabolismo dei grassi viene bloccato e, d'altra parte, l'eccesso di glucosio viene trasformato in trigliceridi, causando un maggiore accumulo di grasso, specialmente nell'addome e nei fianchi. Inoltre, poiché non si dispone di energia sufficiente, molti pazienti seguono una vita sedentaria, facilitando l'aumento di peso corporeo.

Esercizio fisico regolare per perdere peso con insulino-resistenza

Mentre è noto che l'esercizio fisico regolarmente offre molti benefici alla salute delle persone, è anche la migliore risposta alla domanda su come perdere peso se ho insulino-resistenza. Ciò si ottiene perché quando si esercita il metabolismo viene attivato, rendendo le cellule muscolari più sensibili a questo ormone e l'eccesso viene utilizzato da loro senza che il corpo debba produrre di più. Pertanto, non solo si riesce a controllare l'insulino-resistenza, ma allo stesso tempo si bruciano calorie e si aiuta nel processo di perdita di peso.

È consigliabile che i pazienti con insulino-resistenza esercitino regolarmente una certa attività fisica per 30 minuti, iniziando con un breve periodo di tempo e esercizi a basso impatto in modo che il corpo si abitui ed eviti lesioni. Queste routine possono combinare esercizi cardiovascolari, come camminare, nuotare, andare in bicicletta e persino ballare, con esercizi anaerobici, come il sollevamento pesi.

L'aggiunta di esercizio anaerobico nelle persone con insulino-resistenza è l'ideale perché questo è l'unico modo per aumentare la massa muscolare, che può deteriorarsi a causa dell'eccesso di glucosio nel sangue. Inoltre, con questi esercizi, i muscoli si attivano più a lungo e continuano a bruciare calorie fino a due ore dopo la fine della routine. Tuttavia, poiché la forza viene utilizzata in queste attività, è importante che siano supervisionati da un professionista per fornire una formazione migliore per ogni condizione e non causare lesioni.

Puoi espandere queste informazioni consultando l'articolo Che cosa devo fare se ho l'insulino-resistenza.

Mangia più volte al giorno per perdere peso con l'insulino-resistenza

Mangiare più volte al giorno non significa che puoi consumare qualsiasi cibo e in grandi quantità, poiché questo consiglio dovrebbe essere fatto seguendo una dieta sana. Lo scopo di distribuire il cibo in più pasti è di accelerare il metabolismo, migliorare la digestione, ridurre la sensazione di fame ed evitare di mangiare troppo, favorendo un flusso costante di glucosio e, di conseguenza, non rilascia più di insulina

In generale, è consigliabile dividere l'assunzione totale di cibo in 5 o 6 piccole porzioni da consumare durante il giorno, preferibilmente stabilendo orari rigidi in modo da non saltare i pasti ed evitare di accumulare fame, voler mangiare troppo o mangiare cibi non sani. Renderlo una routine non solo ti aiuterà a perdere peso nelle persone con insulino-resistenza, ma migliorerà anche l'umore e le prestazioni quotidiane.

Nel seguente articolo, puoi vedere qual è la dieta migliore per perdere peso con l'insulino-resistenza.

L'assunzione moderata di carboidrati migliora la resistenza all'insulina

Una caratteristica dei carboidrati è che aumentano la glicemia e possono essere stimati mediante l'indice glicemico. Più alto è questo indice in un alimento, il suo tasso di assorbimento è più lento e la glicemia aumenta più velocemente, causando un maggiore rilascio di insulina. Ciononostante, la cosa corretta non è eliminare l'assunzione di carboidrati dalla dieta, ma scegliere quelli con un indice basso, poiché attraverso di essi si ottiene l'energia per l'organismo.

Secondo l'American Diabetes Association [1], i carboidrati con un basso indice glicemico sono fagioli, legumi, come fagioli rossi e lenticchie, verdure non amidacee, la maggior parte della frutta, dei cereali e dei loro derivati Cereali integrali, ad esempio pane d'orzo, segale, grano integrale e crusca. Inoltre, possono essere combinati con carni e grassi, poiché aiutano a ridurre il glucosio negli alimenti.

La quantità minima giornaliera di carboidrati ingeriti dovrebbe essere di 120 grammi, ma la percentuale specifica di quanto di questi alimenti può essere incluso nella dieta dipende da diversi fattori, come l'età, lo stato di salute, l'esercizio fisico e lo stile di vita. in generale Per questo motivo, è meglio che sia un nutrizionista che progetta una dieta equilibrata per ogni caso e che il paziente con insulino-resistenza possa perdere peso.

Trattamento medico per l'insulino-resistenza

In generale, il livello di insulina può essere controllato modificando le abitudini in più sane, ma in alcuni casi è possibile per lo specialista indicare la somministrazione di farmaci che aiutano a migliorare questa condizione, soprattutto se il paziente non riesce a ridurre considerevolmente la quantità di insulina o glucosio nel sangue, se si ha un alto rischio di sviluppare complicanze, come diabete e problemi cardiovascolari, o coloro che hanno un alto grado di obesità e hanno bisogno di perdere peso.

Il trattamento farmacologico può includere coloro la cui azione è quella di stimolare l'effetto dell'insulina a livello del dessertceptor sul muscolo scheletrico per utilizzare glucosio a livello muscolare e adiposo, ridurre la resistenza all'insulina, migliorare la tolleranza a glucosio e causare una riduzione della produzione di glucosio da parte del fegato. Oltre a ottenere il controllo di questo disturbo, un altro vantaggio è che i pazienti con insulino-resistenza possono perdere peso più facilmente.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come dimagrire se ho insulino-resistenza, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di Sistema endocrino.

riferimenti
  1. American Diabetes Association. Disponibile su: //www.diabetes.org/food-and-fitness/food/what-can-i-eat/understanding-carbohydrates/glycemic-index-and-diabetes.html

Raccomandato

Psoriasi sui gomiti: cause e trattamento
2019
Principali teorie dell'emozione
2019
I 10 migliori libri di auto-aiuto e auto-miglioramento
2019