Come controllare la rabbia nei bambini

È normale che in certi momenti le persone provino determinati tipi di emozioni come rabbia e / o rabbia e anche se a volte sono considerate emozioni fastidiose o negative, hanno anche una funzione importante nella vita. In questo caso, la rabbia funziona come una motivazione per noi di voler difenderci da una situazione ingiusta, per esempio. Tuttavia, le reazioni incontrollate di questi stati emotivi possono essere dannose, sia per i bambini che per noi stessi.

Pertanto, è importante aiutare il bambino fin dalla tenera età a imparare a gestire emozioni così fastidiose in modo che le loro azioni siano positive e non distruttive. In questo articolo su: come controllare la rabbia nei bambini, ti daremo una serie di suggerimenti per aiutarli a raggiungerla.

Come gestire la rabbia nei bambini

Tutte le persone e, in questo caso, i bambini, devono imparare a gestire quell'emozione così intensa da sperimentare quanto la rabbia sia tale che questo tipo di emozione non le domina e non perde facilmente il controllo. In realtà la cosa brutta non è che un bambino si arrabbia, la cosa brutta è ciò che fa con quell'emozione, l'azione che ne deriva poiché nel peggiore dei casi può innescare un qualche tipo di aggressione fisica o verbale.

Se vuoi sapere come controllare la rabbia nei bambini, è essenziale spiegare ai più piccoli i seguenti concetti sulle tecniche di controllo emotivo e sulla gestione della rabbia:

  • Insegna loro quali sono le emozioni. La prima cosa da fare in modo che il bambino possa gradualmente imparare a gestire le proprie emozioni è spiegare quali sono le emozioni. Puoi farlo attraverso esempi facili e semplici per loro, leggere storie, programmi TV, ecc.
  • Impara a identificare l'emozione. Dopo aver insegnato loro quali sono le emozioni e, naturalmente, dopo aver spiegato che sperimentarle è un processo normale, devono essere insegnate a imparare a identificare le proprie emozioni. Ad esempio, possono essere poste domande su altre situazioni in cui si sono arrabbiati e identificano come si sono sentiti, cosa stava succedendo in quei momenti che hanno iniziato ad arrabbiarsi, perché è successo, ecc.

Controllo della rabbia nei bambini: trattamento

Qualcosa che deve anche essere spiegato attraverso diversi esempi di vita quotidiana e, ovviamente, appropriato all'età di ogni bambino (non sarà la stessa procedura per controllare la rabbia in un bambino di 8 anni che lavora su attacchi di rabbia nei bambini di tre anni) è la relazione tra pensieri ed emozioni.

Ciò significa che al bambino deve essere insegnato che prima che le persone inizino a provare una certa emozione come rabbia, rabbia, gioia, tristezza, ecc. Avremo sempre prima una serie di pensieri relativi a quell'emozione.

Consapevolezza delle tue emozioni e pensieri

Ad esempio, quando ci sentiamo tristi, sicuramente prima di provare quella tristezza avremo pensieri come: "che vergogna che mi trovo", "che situazione difficile", "che non voglio essere solo", "mi manca la mia famiglia", tra molti altri.

Questi tipi di pensieri hanno la conseguenza che una certa emozione appare in noi, in questo caso tristezza. Pertanto, ciò che dovrebbe essere spiegato al bambino è questo e ovviamente gli esempi che verranno messi devono essere progettati in base all'età e alla personalità di ciascun bambino. Lo scopo è che imparino a diventare consapevoli di ciò che accade loro e quando si trovano in una situazione in cui provano rabbia, sanno perfettamente da dove vengono e che è il prodotto dei loro pensieri sulla situazione.

Attività per lavorare sulla rabbia infantile

Infine, dopo aver spiegato cosa sono le emozioni e essersi resi conto delle tue, possiamo usare una serie di esercizi e tecniche di psicologia positiva per aiutarti a controllare la rabbia e imparare a controllare la rabbia nei bambini:

  • Tecnica dell'aerostato I bambini imparano molto bene attraverso le metafore e in questo caso useremo un pallone che gonferemo dicendo loro che l'aria che riempie il pallone è rabbia e chiederemo loro cosa accadrebbe se continuassimo ad arrabbiarci sempre di più. Naturalmente risponderanno che il palloncino esploderà a ciò che risponderemo, che è ciò che accade quando non controlliamo quell'emozione, alla fine possiamo esplodere, tuttavia se lo gestiamo in modo appropriato sgonferemo gradualmente il palloncino.
  • Esercizio di respirazione Si dice che ogni volta che iniziano a provare un'emozione spiacevole come la rabbia, devono fare un respiro lento e profondo, trattenere l'aria contando fino a 5 e rilasciarla lentamente fino a quando iniziano a sentirsi più calmi. Viene loro detto che ogni volta che lasciano andare l'aria, immaginano che il palloncino si stia sgonfiando, pensano a ciò che pensano e sentono e, a poco a poco, cercano di cambiare quei pensieri per altri più allegri e positivi. Devono continuare a fare esercizio finché non si sentono più calmi e possono esprimere la loro rabbia senza essere disturbati.
  • Non reagire impulsivamente alla tua rabbia. Ogni volta che il bambino si arrabbia, non rispondere allo stesso modo, altrimenti cerca di calmarlo aiutandolo a eseguire l'esercizio di respirazione fino a quando non noti che è più calmo e può esprimere ciò che prova senza alterare.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di fare una diagnosi o raccomandare un trattamento. Ti invitiamo ad andare da uno psicologo per discutere del tuo caso particolare.

Se vuoi leggere altri articoli simili a Come controllare la rabbia nei bambini, ti consigliamo di inserire la nostra categoria di problemi di socializzazione.

Raccomandato

Esercizi per rilassare il cervicale
2019
Perché non ho voglia di uscire di casa
2019
Gli alimenti integrali perdono peso?
2019