Artrodesi lombare: trattamento, recupero e complicanze

Grazie ai progressi della medicina, un'ampia varietà di trattamenti e interventi chirurgici sono stati sviluppati contro le condizioni più gravi, ma ciò non significa che siano una scelta facile da implementare, poiché alcuni comportano gravi rischi e delicatezza nella loro applicazione.

In questo articolo di ONsalus spieghiamo uno di quegli interventi avanzati ma complessi, l' artrodesi lombare, nonché il suo trattamento, recupero e complicazioni che potrebbero insorgere se non eseguiti correttamente, prendendo le previsioni necessarie.

Cos'è l'artrodesi lombare

L'artrodesi lombare è un intervento chirurgico in cui due vertebre della colonna vertebrale sono fuse a livello lombare al fine di regolare la loro posizione, regolare il loro movimento e la gamma di spostamento. Tale artrodesi è indicata principalmente per le seguenti condizioni:

  • Stenosi lombare
  • Degenerazione del disco o dei dischi intervertebrali
  • fratture
  • tumori
  • Spondilolistesi (debolezza causata da usura cronica, rotazione e / o disallineamento delle vertebre)

L'artrodesi viene eseguita mediante l'inserimento di un innesto osseo (chiamato artrodesi non strumentata) o di materiale di osteosintesi, come chiodi e placche (artrodesi strumentata) che fissano l'articolazione in un allineamento specifico. Il materiale per innesto osseo viene solitamente ottenuto dall'osso pelvico.

Questo intervento chirurgico comporta molti rischi (soprattutto artrodesi strumentata), motivo per cui è considerato l'ultima risorsa, dopo che il paziente ha subito tutti i trattamenti abituali (come esercizi, farmaci e sessioni di fisioterapia) e la sua situazione non ha Migliorato o anche peggio.

Ciò è dovuto non solo al rischio di causare lesioni durante l'operazione, ma quel processo non è sempre efficace per i mali per i quali viene applicato, perché in alcuni casi si verifica la disunità dell'osteoartrite o il dolore cronico persiste., in uguale o minore grado. Oltre ai costi che possono essere applicati e al periodo di squalifica post-operatoria. La sua approvazione richiede non solo l'esistenza a lungo termine della lesione, ma una visione multidisciplinare del caso, le mani di un chirurgo sicuro e l'accesso alle tecnologie più appropriate per eseguirla.

Trattamento e recupero di artrodesi lombare: primi 15 giorni

Durante gli ultimi giorni all'operazione, il paziente deve rimanere in un riposo quasi assoluto, prendendo come priorità di non fare alcuno sforzo o movimento sconsiderato con la parte bassa della schiena.

Per questi primi giorni, si raccomanda che il paziente sia accompagnato in dolci passeggiate per le quali, in caso di alzarsi, dovrebbe essere assistito quando si alza dal letto per evitare lo sforzo menzionato in precedenza. Inoltre, è comunemente suggerita una visita da parte di un fisioterapista al paziente per esercitare ed evitare disturbi della circolazione e atrofie muscolari. Il paziente deve essere evitato utilizzando materassi molto rigidi.

Trattamento e riabilitazione dell'artrodesi lombare: terza e quarta settimana

Le passeggiate dovrebbero continuare a favorire la circolazione continua, con una frequenza e una durata suggerite dal fisioterapista o dallo specialista, sempre sotto osservazione di un membro della famiglia addestrato o di un caregiver. Allo stesso modo, puoi iniziare gli esercizi di stretching e rotazione indicati dallo specialista.

La persona può sedersi, ma assicurandosi di mantenere la postura corretta e dritta, senza mobilitazioni della regione lombare che possono rischiare artrodesi. Come con i materassi, i sedili non dovrebbero essere troppo duri, ma il paziente non "affonda" in essi, poiché meriterebbe uno sforzo per alzarsi. Se hai intenzione di utilizzare una sedia con base rigida, puoi posizionare un cuscino ed è meglio non sedersi per più di 25 minuti.

L'area dell'incisione deve essere monitorata (dove il corpo è stato "inserito" per eseguire l'intervento) e verificare che non vi siano arrossamenti, rigonfiamenti, apertura dello stesso o qualsiasi segno che indichi l'insorgenza di eventuali complicanze.

A questo punto, dopo l'intervento, potresti guidare solo se è espressamente consentito dal chirurgo e alle condizioni e ai limiti che ha. Dopo le prime 4 settimane, il paziente può tornare gradualmente alle sue attività comuni, anche se senza impatto sull'esercizio fisico e limitando alcuni movimenti e posture, per tutta la vita o per periodi più lunghi, a seconda di ciò che indica il professionista. Ogni caso particolare.

Artrodesi lombare: complicanze e sequele

Come abbiamo già detto, la complicazione immediata di una maggiore gravità è la disunità della fusione eseguita e il punto negativo che il dolore cronico che ha motivato l'intervento non scompare, oltre ai frequenti rischi di qualsiasi operazione come sanguinamento eccessivo, danni ai nervi, coaguli, infezioni o infiltrazioni.

Altre possibili complicanze dell'artrodesi lombare che possono insorgere immediatamente o a lungo termine e che motivano un corretto processo di recupero sono le seguenti:

  • Persistenza di dolori prima dell'intervento o comparsa di nuovi disturbi, ad esempio alle gambe.
  • Intorpidimento e formicolio.
  • Alterazione dei riflessi.
  • Funzioni di controllo della vescica, dell'intestino, dello sfintere compromesse.
  • Instabilità posturale e deambulazione.

Questo articolo è puramente informativo, in quanto non abbiamo il potere di prescrivere trattamenti medici o fare qualsiasi tipo di diagnosi. Ti invitiamo a consultare un medico in caso di presentazione di qualsiasi tipo di condizione o disagio.

Se vuoi leggere altri articoli simili all'artrodesi lombare: trattamento, recupero e complicanze, ti consigliamo di entrare nella nostra categoria di ossa, articolazioni e muscoli.

Raccomandato

Come trovare un partner a 40 anni
2019
Rimedi domestici per laringite
2019
Perché sento bolle nello stomaco?
2019